Cerca e trova immobili

ISRAELE/HAMASHamas: «Non vogliamo la Soluzione a due Stati»

17.01.24 - 13:59
ll gruppo palestinese, attraverso le parole del suo leader all'esterno Khaled Meshal, ha confermato di rifiutare la storica ipotesi.
AFP
Fonte ATS ANS
Hamas: «Non vogliamo la Soluzione a due Stati»
ll gruppo palestinese, attraverso le parole del suo leader all'esterno Khaled Meshal, ha confermato di rifiutare la storica ipotesi.

GAZA - Hamas ha confermato che rifiuta "la Soluzione dei due Stati". Lo ha detto il leader dell'organizzazione all'estero Khaled Meshal secondo un messaggio diffuso dall'organizzazione su Telegram.

«Il nostro popolo palestinese - ha spiegato - chiede liberazione, libertà dall'occupazione e la nascita di uno Stato palestinese».

Soprattutto dopo il 7 ottobre - ha continuato - la «stragrande maggioranza del popolo palestinese» ha rinnovato il sogno e la speranza di «una Palestina dal mare al fiume e dal nord al sud».

Meshal ha poi respinto «i confini del '67» che «praticamente sono un quinto della Palestina» e «non possono essere accettati».

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Alessandria 2 mesi fa su tio
Nessuno in medio oriente vuole israele, neanche fosse di 2mq. Quindi il genocidio contro gli ebrei e' in corso, e lo sara' per sempre. Difendersi e' un loro diritto dato che la palestina era gia la loro terra da millenni.

RV50 2 mesi fa su tio
Sapete la più falsa realtà degli Israele che sapevano da tempo di questo raid di Hamas ma hanno preferito sacrificare un migliaio di suoi cittadini per potere avere il motivo con l'appoggio mondo e usa di rendere regolare la carneficina che stanno portando avanti quindi ora non sono meglio dei ribelli di Hamas , che non giustifico per l'attacco fatto , ma servizi segreti e governo sapevano ma é stato più importante ignorarlo il presidente era sul punto del collasso politico in casa e con questa guerra cerca di riconquistare il suo popolo un vero criminale da giudicare all'Aia

Mat78 2 mesi fa su tio
Risposta a RV50
Si certo, immagino che avrai qualche prova inoppugnabile di tale teoria per scrivere tali str---ate, e soprattutto che sia stato fatto di proposito per poter poi scatenare la reazione su Gaza, un posto che Israele in realtà voleva solo dimenticare... una volta alla gente che sparava scempiaggini del genere tiravano le orecchie un po' tutti, oggi invece ci sono greggi di socialnetworker pronti a rilanciare qualunque fesseria, ovviamente rigorosamente priva di qualsiasi prova, e senza citare mai alcuna fonte...i social network.. l'abbeveratoio dell'ignoranza.

Keope1963 2 mesi fa su tio
Insomma qui si va avanti a identificare i palestinesi con Hamas, bambini innocenti come terroristi da estirpare. Chi si schiera con i palestinesi viene identificato come simpatizzante di Hamas nella migliore delle ipotesi.. altrimenti viene bollato come antisemita… che noia…. Israele è la piaga in medio oriente.. e la colpa in fondo non è degli israeliani ma di chi gli ha assegnato un territorio arbitrariamente a scapito delle popolazioni che erano presenti da molto tempo durante l’assenza quasi totale di ebrei per circa 2000 anni.

Peter Parker 2 mesi fa su tio
Khaled Meshal, leader all’esterno…. Per forza, a Gaza è troppo sporco per i suoi gusti, dalla Giordania e dalla Siria e’ stato espulso… Ora pontifica dal Qatar. Altro grandissimo personaggio glorificato come freedom fighter… che anche qui ha il suo bel seguito di simpatizzanti…. Tutto vostro, godetevelo.

Mao76 2 mesi fa su tio
Come riuscire ad insegnare ad un cavallo ragliare e un asino nitrire ??? Tutto così esageratamente allucinante e insensato ….

Keope1963 2 mesi fa su tio
Dunque leggendo alcuni commenti sembra evidente che per fare in modo che Hamas si arrenda Israele è giustificato di sparare sul mucchio e disintegrare Gaza e tutti suoi abitanti.. se Hamas si arrende Israele termina lo sterminio di massa… non ci sono commenti a questa verità!!

Peter Parker 2 mesi fa su tio
1937: rifiuto palestinese della proposta di ripartizione sulla raccomandazione della Peel Commission. Motivo? I palestinesi non accettarono nessuna proposta di nascita di uno Stato israeliano (Mufti Hajj Amin Husseini). 1947: rifiuto palestinese sulla ripartizione delle Nazioni Unite. Ripartizione che ad oggi offriva una area molto più grande di quello che c’è in gioco ora. Motivo? Nessuna accettazione di uno Stato Israeliano (Mufti Hajj Amin Husseini, sempre lui). Poi è arrivato Arafat (il Nobel della pace…), anche lui non ha riconosciuto lo Stato di Israele. Anni 90: Accordi di Oslo. Più o meno accettata l’esistenza di Israele e la legittimità della autorità palestinese. Barak che offre una serie di concessioni per i palestinesi. Arafat che li oppone tutti, senza contro proposta e non contento lancia la prima intifada. 2005: Israele si ritira completamente da Gaza e lascia tutto in mano dei palestinesi. Risultato solo lancio di missili verso Tel Aviv. 2008: Olmert riaprova a negoziare per trovare una pace duratura. Abu Mazen rifiuta sempre, senza nessun margine di discussione. I palestinesi non hanno mai cercato o voluto una pace realistica. Non hanno mai accettato nessun compromesso, nel bene della convivenza pacifica tra i 2 popoli. Accordi e negoziati portati avanti anche dai più moderati governi israeliani…. sempre rifiutati. Nel frattempo, hanno lanciato 2 intifada, 4 guerre di invasione a tutto campo (tutte perse miseramente) terro ri smo, rubato soldi, corruzione a livelli stratosferici. Ora piangono. Nel 48, se avessero accettato, sarebbe forse oggi tutto diverso. Secondo me si. Ora è tardi.

Olly 2 mesi fa su tio
Risposta a Peter Parker
fai ll calcolo di quante persone sono morte in Israele con i missili lanciati dalla striscia di gaza negli ultimi 20 anni, e calcola i morti in 100 giorni di palestinesi e il calcolo è fatto. se....se.....se....con i se e i ma non si va da nessuna parte. bisogna fermare il massacro che sta compiendo Israele ora, adesso!!! il resto sono analisi che non addolciscono la sofferenza a nessuno! ABI

tulliusdetritus 2 mesi fa su tio
Risposta a Peter Parker
Interessante il tuo punto di vista: i Palestinesi avrebbero dovuto accettare il secolo scorso di perdere una buona fetta del loro territorio, non l’hanno fatto e quindi è colpa loro se c’è la guerra da allora. L’Ucraina invece non deve cedere una parte del proprio territorio (che comunque stava già bombardando da anni e anni), così la colpa della guerra è dei Russi. Mah!

Peter Parker 2 mesi fa su tio
Risposta a tulliusdetritus
Tullius. Si, forse avrebbero fatto meglio ad accettare. E avrebbero anche dovuto accettare da un pezzo che hanno perso tutte le loro guerre lanciate verso Israele. Tutte! Nonostante l’aiuto dei loro fratelli….

Vecchio60 2 mesi fa su tio
Risposta a tulliusdetritus
👍

Peter Parker 2 mesi fa su tio
Risposta a Olly
Ogni popolo ha i governanti che merita e… se Hamas si arrende, domani questa guerra finisce.

Peter Parker 2 mesi fa su tio
Risposta a Olly
Olly. Ma di che calcolo parli???? Se le vittime sono così spropositatamente diverse, forse allora è ora che i palestinesi pensino a scegliersi leaders non terroristi…. Poi facciamo anche il calcolo di quanti miliardi hanno ricevuto i gaziani (pro capite!!!!). Il massacro lo può fermare Hamas con una telefonata.

Buonsenso? 2 mesi fa su tio
Risposta a Peter Parker
Finisce? Si...con la resa totale? con Gaza rasa al suolo e i sionisti al potere che vanno avanti sé affamate e colonizzare....no?

Peter Parker 2 mesi fa su tio
Risposta a Buonsenso?
Buonsenso. Finisce con la resa di Hamas e la rimozione del governo Netanyahu. Con nuove elezioni sia in Israele sia in Palestina. E poi negoziati per la benedetta soluzione dei 2 Stati. Inoltre, la striscia di Gaza era intera fino al 7 ottobre, quando poi dei terr oristi eletti hanno deciso di truc ida re 1200 israeliani e prenderne 230 in ostaggio. E hanno così deciso da bravi martiri (ma solo i civili che non hanno posto nei tunnels) di sacrificare il proprio popolo….. usandolo… come sempre hanno fatto.

andrea28 2 mesi fa su tio
Quando le persone capiranno che la terra non gli appartiene ma sono le persone ad appartenere alla terrà ci sarà forse un attimo di pace. Dico forse perché il motivo del conflitto non mi sembra essere la terra ma la religione. Anzi varianti create dall'uomo della stessa religione monoteista. Questi popoli vivono da millenni nella mezza luna fertile e si sono sempre combattuti perché aizzati dai loro capi. Non sono certo gli accordi firmati negli ultimi decenni a contare qualcosa. Questi si odiano dalla notte dei tempi senza nemmeno sapere il perché.

Buonsenso? 2 mesi fa su tio
Risposta a andrea28
E qualcuno strumentalizza questo fenomeno per grossi interessi geopolitici...

Arcadia7494 2 mesi fa su tio
Dunque, che fare?

Voilà 2 mesi fa su tio
[url rimossa] Totale dei morti nella guerra aggiornato al 14 gennaio Numero di palestinesi uccisi a Gaza: 23.843 Numero di persone uccise in Israele: più di 1.200 Stima civili uccisi a Gaza, circa i 2/3 del totale Palestinesi feriti a Gaza: 60.005 Numero di palestinesi sfollati a Gaza: 1,9 milioni - 85% della popolazione di Gaza. Numero di israeliani sfollati dalle comunità di confine settentrionali e meridionali: 249.263 - 2,6% della popolazione

Peter Parker 2 mesi fa su tio
Risposta a Voilà
Voila. Ti sei dimenticato di dire la fonte dell’aggiornamento delle cifre….

Zapalott 2 mesi fa su tio
In mare ci finirà Hamas, e senza salvagenti.

Keope1963 2 mesi fa su tio
Israele è stata creata artificialmente nel 1947 dall’Onu, senza che si sia preoccupata di capire la realtà locale e la mancanza di accettazione da parte dei palestinesi, degli antefatti non scrivo in questo commento altrimenti diventa una pesante elucubrazione. Da allora ne sono successe di tutti i colori. Credo sia arrivato il momento che l’ONU prenda le sue responsabilità senza veti e senza voti… senza prendere la parte di Netanyahu e la sua combriccola di estremisti e senza Hamas come interlocutore palestinese. La pace ora va imposta e subito. In seguito è necessario stabilire chiari confini per i due Stati senza chiaramente tollerare occupazioni coloniali e altro. Tutto ciò senza una forza di pace sarà impossibile. Armare Israele e garantirgli il diritto alla difesa non è la soluzione e lo vediamo chiaramente. Lasciare ingenuamente proliferare fazioni terroriste in Palestina nemmeno. La comunità internazionale è la prima responsabile di ciò che sta accadendo da 75 anni a oggi! I due popoli non riusciranno mai a convivere pacificamente di loro spontanea volontà..

Mat78 2 mesi fa su tio
Risposta a Keope1963
Lo stato della Palestina non mai esistito, non vedo proprio cosa avrebbe usurpato Israele. Se i palestinesi hanno dei leader incapaci o peggio...non è certo colpa di Israele. Chi è causa del suo mal, pianga se stesso Keope.

Paolo73 2 mesi fa su tio
Risposta a Keope1963
Lo stato di Israele esiste da circa 3'000 anni, con un "vuoto" dal 70 D.C. al 1948 D.C. (14 maggio per l'esattezza). La Palestina era stata coniata dall'impero Romano, infatti dopo il 70 D.C., quando fu distrutto lo stato di Israele.

Filippone22 2 mesi fa su tio
Risposta a Keope1963
Analisi perfetta!

Keope1963 2 mesi fa su tio
Risposta a Paolo73
Malgrado le approssimazioni comprensibili nello spazio comm noi… con ciò cosa vuoi dire

Keope1963 2 mesi fa su tio
Risposta a Paolo73
Spazio commenti

Mat78 2 mesi fa su tio
Risposta a Paolo73
Purtroppo c'è una tale ignoranza nella storia contemporanea che non c'è da stupri che di storia antica la gente di oggi non sappia nulla del tutto. È l'epoca dei social, quando in realtà ci sono milioni di persone che farebbero meglio a comprarsi una enciclopedia e qualche atlante storico...

Keope1963 2 mesi fa su tio
Risposta a Mat78
Non è mai esistita come nazione riconosciuta con i confini nazionali. Il territorio palestinese ha fatto parte di altri imperi o protettorati, fino ad essere smembrato dalla risoluzione ONU. Fino al protettorato britannico il territorio fruibile per le popolazioni palestinesi era esteso come tutto l’attuale territorio di Israele e i territori di Cisgiordania e Gaza messi assieme… L’assegnazione dei territori da parte dell’ONU è la causa principale degli attuali problemi.

franco1951 2 mesi fa su tio
Risposta a Mat78
studia la storia che forse è meglio. il ragionamento di Keope non fa una grinza, dimmi dove era Istraele prima del 1947.

Testaingiù 2 mesi fa su tio
Risposta a Mat78
Sembra che hai convenientemente dimenticato di evidenziare che Israle ha inizialmente dichiarato l'indipendenza rivendicato solamente una parte di territorio al 90% già occupata da cittadini ebrei e che sono stati i paesi arabi vicini a dichiarare guerra allo stato israeliano e non viceversa.

Mat78 2 mesi fa su tio
Risposta a franco1951
Chi invita gli altri a studiare normalmente ha grosse lacune per primo...quindi secondo te la relazione tra il popolo ebreo e la Palestina inizia nel 1947? Allora meglio smettere di discutere subito.

Mat78 2 mesi fa su tio
Risposta a Keope1963
Keope, la storia non inizia nel dopoguerra...gli ebrei erano in Cananea già 3 millenni fa, dai su...

Buonsenso? 2 mesi fa su tio
Ma questi geni sono gli utili alibi che permettono a Netanyahu di continuare lo sterminio... Gli interessi di chi perseguono??? Invasati

Buonsenso? 2 mesi fa su tio
Speculari a Netanyahu "vogliamo tutto,o la guerra". Sarà difficile marginalizzare chi ostacola la pace,da una parte come dall'altra.

Mat78 2 mesi fa su tio
Dal fiume al mare…e c’è pure un sacco di gente che da loro ragione! Che dovrebbe fare Israele? Sparire? Con questi non si può ragionare, capiscono un solo linguaggio: la violenza. Che vengano quindi accontentati.

Keope1963 2 mesi fa su tio
Risposta a Mat78
Hamas.. non è su Hamas che bisogna speculare per trovare la soluzione 🤷‍♂️.

Frankino 2 mesi fa su tio
Risposta a Mat78
dai ragione ai ladri!!

Mat78 2 mesi fa su tio
Risposta a Frankino
ladri un cacchio ignorante! Hanno gli stessi se non più diritti dei palestinesi, visto che sono legati a quella terra da ben prima che dal 6 secolo d.C.!

Emib5 2 mesi fa su tio
Risposta a Mat78
Mat. Secondo il tuo ragionamento Roma, cioè l'attuale Italia, potrebbe rivendicare quai tutti i territori europei, Svizzera compresa, e la Turchia buona parte dell'est europeo? Oppure i cantoni primitivi ripristinare il bagliaggio in Ticino? Che dici?

Keope1963 2 mesi fa su tio
Risposta a Emib5
Hai dimenticato il nord Africa e il medio oriente .. 🤷‍♂️😜 Palestina problema risolto, rimettiamo i romani a dettar legge.. e risolvere eventuali diatribe tra tribù

Peter Parker 2 mesi fa su tio
Risposta a Emib5
Emib. No, non funziona il tuo ragionamento. Gli ebrei che sono ritornati in Israele dopo la sua nascita, parlavano la stessa lingua, avevano la stessa tradizione, cultura e religione di chi in Israele (ben prima del 48) già ci viveva. Non sono dei colonizzatori o conquistatori come lo potevano essere i romani o gli ottomani, arrivati a prendersi terre e depredare popoli di cui non avevano assolutamente niente in comune con loro. E comunque sfugge anche il fatto che oltre ai palestinesi, in Israele ci vivono 2 milioni di arabi (maggioranza mussulmana).

Mat78 2 mesi fa su tio
Risposta a Emib5
Mi spiace ma confondi il burro con la ferrovia, leggi la risposta di Peter Parker qui sotto, non avrei potuto rispondere meglio.

Mat78 2 mesi fa su tio
Risposta a Peter Parker
Ottima risposta, hai risposto anche per me.

baranzoS 2 mesi fa su tio
Risposta a Keope1963
Ma Hamas ha avuto la maggioranza dei voti nell'unica occasione in cui si è votato a Gaza, e questi voti li ha presi portando questo medesimo programma politico.

Mat78 2 mesi fa su tio
Risposta a Keope1963
Spiegalo ai palestinesi di Gaza allora, non a me.

Keope1963 2 mesi fa su tio
Risposta a baranzoS
Rispondo sopra ..

Keope1963 2 mesi fa su tio
Risposta a baranzoS
Dal punto di vista palestinese sono I voti della disperazione dovuti ad anni di oppressione.

Mat78 2 mesi fa su tio
Risposta a baranzoS
Allora non stupitevi della reazione israeliana! Devono stare con le mani in mano fin quando i palestinesi saranno pronti per compiere un vero genocidio? Perché è a quello che ambiscono. È il loro programma politico, abbracciato dalla maggioranza della gente di Gaza. Se pianifichi un genocidio non puoi lamentarti che gli altri poi reagiscono preventivamente...

Keope1963 2 mesi fa su tio
Risposta a Mat78
Non confondere Hamas con i palestinesi, poi come scritto so più da, senza un intervento esterno deciso giusto e duraturo, la pace in quelle terre non ci sarà mai.

Keope1963 2 mesi fa su tio
Risposta a Mat78
Come scritto sopra

miomiomio76 2 mesi fa su tio
Risposta a Mat78
Finalmente leggo più di un commento valido e anche critico perché no, se giustamente provato, fra i tanti commenti menosprezzanti che ho letto su questo conflitto negli ultimi tre mesi
NOTIZIE PIÙ LETTE