Keystone
BRASILE
17.04.2021 - 14:030
Aggiornamento : 17:04

In Brasile si scavano tombe giorno e notte

Perché, a causa del Covid, non c'è più posto per i corpi. E nelle ultime 24 ore le vittime sono state più di 3'000

SAN PAOLO - In Brasile, dove il Covid sta falcidiando migliaia di persone ogni giorno, nei cimiteri si scava senza sosta giorno e notte per seppellire tutti. 

Solo nelle ultime 24 ore - confermano i dati ufficiali - il paese ha registrato 3'305 morti legate al virus (per un totale di 368'749 vittime) e 85'774 contagi. 

A Vila Formosan vicino alla megalopoli di San Paolo, il più grande cimitero dell'intera America latina, si scavano fino a 200 tombe al giorno.

Alle 18 subentra il turno di notte, che lavora con le scavatrici, con le pale illuminate da riflettori. I servizi cimiteriali brasiliani hanno assunto nuovo personale e acquistato nuovi macchinari.

Un lavoratore di Vila Formosa, dove si fanno fino a 300 sepolture al giorno, ha spiegato che nel maggio dell'anno scorso si scavavano 60 tombe in un giorno.

Ora ci sono sei escavatrici e se ne scavano 200 al giorno. Per trasportare le salme sono stati noleggiati 50 furgoni, che suppliscono alla carenza di carri funebri.

II comune di San Paolo ha nel frattempo smentito voci che parlavano di scuolabus noleggiati per il trasporto bare.

 

 

Keystone
Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-18 17:07:22 | 91.208.130.85