Keystone
MONDO
28.09.2020 - 23:550
Aggiornamento : 29.09.2020 - 06:50

Oltre un milione di morti da Covid: cronistoria di una pandemia

La triste pietra miliare per il coronavirus che ha segnato per sempre questo 2020, ecco come tutto è cominciato

WUHAN - Dalla Cina fino in Europa, poi negli Stati Uniti, America Latina e tutta l'Asia. Proprio in queste ore, stando ai dati della John Hopkins University, il coronavirus ha superato quota 1 milione di vittime a livello globale. Tutto iniziò così.

Wuhan, dicembre 2019

Una signora con una forte febbre e tosse persistente si reca all'ospedale nella città cinese di Wuhan, si è ammalata mentre lavorava nel mercato cittadino dove vengono veduti anche animali vivi. La mandano a casa, ritorna qualche giorno dopo. Un dottore si accorge che ha davvero qualcosa di strano. La notizia di «una nuova polmonite virale» arriva in Occidente, ma nessuno può immaginare che sarà l'inizio di una pandemia globale. 

Codogno, febbraio 2020

Sbarca in Europa, alcuni dicono con aiuto “straniero”, proprio in Italia e per la precisione nel Lodigiano. Il primo caso è quello di un 38enne, e da lì è una cascata: si inizia a utilizzare regolarmente i termini “zona rossa”, “quarantena” e “lockdown”. Dal Norditalia il virus arriverà rapidamente in Europa. Si chiudono le frontiere, aerei a terra, il Vecchio Continente è in mano al virus.

New York, marzo 2020

Vista la situazione in Europa, gli Stati Uniti chiudono i contatti aerei con l'Europa. Ma il Covid-19 è già arrivato a gennaio. Vuoi per la particolare struttura sociale delle città e del territorio americano vuoi per il forte spirito libertario (sostenuto anche da Donald Trump) gli States sono la nazione che paga il più grande tributo in morti (205mila) assieme a Brasile (142mila) e India (95mila). 

La seconda ondata, settembre 2020

Dopo un'estate all'insegna dell'apertura in diversi paesi d'Europa si verifica un aumento improvviso, e importante, di casi. Interessati soprattutto Francia, Regno Unito e Spagna. E la stagione fredda è ormai alle porte.

«2 milioni? Non è un'ipotesi assurda»

Il milione potrebbe essere solo l'inizio. Stando al responsabile delle emergenze dell'Oms, Mike Ryan il totale delle morti legate al coronavirus a livello globale potrebbero superare i due milioni, anche con il vaccino: «Non è un'ipotesi assurda», conferma Ryan, ribadendo: «tutti dobbiamo dare il massimo, i governi ma anche gli individui. Solo così possiamo evitarlo»

 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-23 11:19:24 | 91.208.130.89