Vigili del fuoco
+2
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
AUSTRALIA
12 min
Surfista ucciso da uno squalo in Australia
Il 50enne è stato gravemente ferito a una coscia e arrivato a riva già esanime
GIAPPONE
1 ora
L'Associazione dei medici di Tokyo: «Cancellate le Olimpiadi»
A 3 mesi dall'inizio, la città - e la nazione - sono in piena emergenza Covid: «Bisogna evitare un picco di morti»
FOTO
INDIA
2 ore
India: ciclone Tauktae provoca almeno 20 morti, 127 dispersi
Con venti fino a 185 chilometri orari ha portato il caos nel Paese già piegato dall'emergenza Covid
STATI UNITI / ISRAELE
3 ore
Israele: «Il conflitto rischia di allargarsi»
Secondo il capo di stato maggiore americano non è nell'interesse di nessuno continuare a combattere
REGNO UNITO
4 ore
I turisti britannici tornano a viaggiare: «È un grande sollievo»
Alle stelle le prenotazioni per il Portogallo, unico paese sulla "lista verde" britannica
ITALIA
11 ore
Italia, il decreto c'è: coprifuoco alle 23 da mercoledì
Ristoranti aperti a pranzo e cena anche all'interno dal 1° giugno. Nessuna data, invece, per le discoteche.
ITALIA
16 ore
Nuovo decreto Covid in arrivo: ridotto il coprifuoco, ristoranti aperti a giugno
È quanto è emerso dalla "Cabina di Regia" delle autorità italiane, guidata dal premier Mario Draghi
GERMANIA
16 ore
«Ai vaccinati con AstraZeneca siano date più libertà già dopo la prima dose»
A chiederlo sono i medici di famiglia tedeschi. L'obiettivo è che il vaccino non risulti sfavorito rispetto agli altri.
UNIONE EUROPEA
17 ore
Il vaccino Pfizer può essere conservato in frigorifero per un mese
Lo ha comunicato l'Ema: la modifica «avrà un impatto significativo sulla pianificazione e logistica» della campagna
SPAGNA
19 ore
Trapianto di cuore da record su una bimba di 2 mesi
L'organo utilizzato era già in arresto, poi il battito è stato recuperato.
ITALIA
02.06.2019 - 10:020
Aggiornamento : 14:38

Venezia: nave da crociera sperona battello turistico

Ferite quattro turiste tra i 67 e i 72 anni. Il sindaco: «Non è più pensabile che il Canale della Giudecca venga attraversato dalle grandi navi»

VENEZIA - Scontro tra una nave da crociera MSC e un lancione turistico stamane a Venezia.

Secondo le prime informazioni riportate dal Gazzettino, la MSC Opera stava transitando nel Canale della Giudecca trainata da due rimorchiatori quando, alle 8.36, è andata a collidere con la River Countess, ormeggiata al molo di San Basilio. I rimorchiatori non sarebbero riusciti a governare lo scarrocciamento della nave da crociera, ovvero lo spostamento laterale determinato dal vento. La causa, secondo il TG Regionale del Veneto, sarebbe la rottura del cavo d'acciaio di un rimorchiatore.

La nave ha colpito dapprima la banchina portuale, danneggiandola, ed ha poi proseguito per inerzia scontrandosi a una certa velocità con la poppa del battello. I vigili del fuoco sono impegnati nelle operazioni di messa in sicurezza.

Al momento dell'impatto, alcuni passeggeri del battello turistico sono caduti in acqua mentre tentavano di riguadagnare terra tramite una passerella. 

4 feriti - Sono quattro turiste straniere, di età tra i 67 e 72 anni, le persone rimaste ferite nell'incidente. Di queste, una donna americana è già stata dimessa dopo le cure al pronto soccorso.

Le altre tre - spiega la direzione dell'Unità sanitaria locale - sono una neozelandese e due australiane. Una di loro, una 67enne, è in condizioni un po' più serie, e viene valutata dai medici. Non sono gravi: hanno subito traumi ortopedici, cadendo o fuggendo a terra al momento dello scontro.

Gli appelli sui social - Sui social, intanto, si moltiplicano gli appelli perché non sia più consentito l'accesso in laguna o, almeno, nel canale della Giudecca alle grandi navi da crociera. Come riporta Repubblica, gli attivisti del comitato "No Grandi Navi" hanno organizzato una protesta sulla banchina.

«La Msc aveva un motore in avaria» - «La nave di Msc aveva un'avaria al motore, segnalata subito dal comandante. Il motore era bloccato, ma in spinta, perché la velocità aumentava, come confermano i tracciati Ais». Lo dice all'ANSA Davide Calderan, presidente della "Rimorchiatori Uniti Panfido", la società che con due imbarcazioni stava guidando la 'Opera' all'arrivo in marittima, prima dell'incidente. I due rimorchiatori hanno cercato di fermare il 'gigante', fino a quando un cavo di traino si è rotto, tranciato dall'impatto con il battello fluviale.

"No Grandi Navi": «Fuori dalla laguna subito!» - Il comitato "No Grandi Navi", da anni impegnato per il divieto di ingresso delle navi da crociera nella laguna di Venezia, ha commentato su Twitter: «Non c'è nessuna sicurezza. Fuori le grandi navi dalla laguna subito!».

Il sindaco: «Chiediamo l’apertura del canale Vittorio Emanuele» - Il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, su Twitter: «Non è più pensabile che il Canale della Giudecca venga attraversato dalle #GrandiNavi: chiediamo immediatamente l’apertura del Vittorio Emanuele». «Ho sentito il ministro Toninelli - ha aggiunto -: è aggiornato sulla situazione e sta cercando soluzioni che adesso aspetteremo. Adesso urgentemente dobbiamo far sì che le navi non passino più davanti a San Marco».

Il ministro dei Trasporti Toninelli: «Le grandi navi non devono più passare dalla Giudecca» - «L'incidente di oggi al porto di Venezia dimostra che le grandi navi non devono più passare dalla Giudecca. Dopo tanti anni di inerzia, finalmente siamo vicini ad una soluzione definitiva per tutelare sia la laguna che il turismo». Così su Twitter il ministro italiano delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli.


 

 

Vigili del fuoco
Guarda tutte le 5 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-18 10:20:45 | 91.208.130.87