Keystone / AP
STATI UNITI
07.06.2017 - 06:000

Massacrò la fidanzata pornostar, lottatore condannato all'ergastolo

Nel 2014 War Machine aggredì Christy Mack, la violentò e la sequestrò. Non potrà chiedere di uscire prima di 36 anni

LAS VEGAS - Dovrà passare la vita in carcere, e non potrà chiedere di uscire prima di 36 anni l'ex lottatore di MMA (arti marziali miste) noto come War Machine. Jonathan Paul Koppenhaver, questo il suo nome prima che lo cambiasse legalmente, nel 2014 aggredì, violentò e sequestrò la sua fidanzata, la pornostar Christy Mack.

Il 35enne l'avrebbe scoperta a letto insieme a un suo amico, e ne abusò per ore prima di fuggire ed essere fermato dalla polizia solo al termine di un inseguimento in auto.

Mack era presente in aula e ha testimoniato contro War Machine. «Non so se la mia vita sarà completa in 12 o in 30 anni, e nemmeno tu. So solo che quando uscirà mi ucciderà» ha dichiarato, manifestando esplicitamente di temere per la propria vita e di soffrire ancora di traumi psicologici.

Il pubblico ministero aveva chiesto una condanna a 32 anni di carcere, mentre la difesa chiedeva che fosse ridotta a 16 in virtù degli steroidi assunti dal lottatore durante la sua attività professionale, e dagli abusi subiti dalla madre di cui fu testimone quando era un bambino.

Prima della sentenza Koppenhaver si è rivolto alla corte, dicendo che ogni giorno è dispiaciuto per ciò che ha commesso.

Potrebbe interessarti anche
Tags
lottatore
fidanzata pornostar
war machine
mack
machine
war
pornostar
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-01-19 20:23:12 | 91.208.130.87