Cerca e trova immobili

STATI UNITI«Il piano di pace dei consiglieri di Trump: armi USA solo se Kiev tratta»

25.06.24 - 11:41
È la sintesi di quanto riporta un'agenzia Reuters in esclusiva. Previsto un cessate il fuoco durante i negoziati.
getty images
Fonte ats ans
«Il piano di pace dei consiglieri di Trump: armi USA solo se Kiev tratta»
È la sintesi di quanto riporta un'agenzia Reuters in esclusiva. Previsto un cessate il fuoco durante i negoziati.

NEW YORK - Due consiglieri chiave di Donald Trump hanno presentato all'ex presidente statunitense un piano per porre fine alla guerra della Russia in Ucraina se vincerà le elezioni presidenziali: il piano prevede di dire a Kiev che continuerà a ricevere armi statunitensi solo se avvierà colloqui di pace con Mosca. Lo riporta l'agenzia di stampa Reuters in esclusiva.

Gli Usa avvertirebbero allo stesso tempo Mosca che qualsiasi rifiuto di negoziare si tradurrebbe in un maggiore sostegno americano all'Ucraina, ha dichiarato in un'intervista il tenente generale in pensione Keith Kellogg, uno dei consiglieri di Trump per la sicurezza nazionale.

Secondo il piano elaborato da Kellogg e Fred Fleitz, che sono stati entrambi capi di gabinetto del Consiglio di sicurezza nazionale di Trump durante la sua presidenza (2017-2021), ci sarebbe un cessate il fuoco basato sulle linee di battaglia prevalenti durante i colloqui di pace.

I due consiglieri hanno presentato la loro strategia a Trump e l'ex presidente ha risposto favorevolmente, ha detto Fleitz. «Non dico che sia stato d'accordo (con il piano) o che sia stato d'accordo con ogni parola (contenuta nel piano), ma siamo stati contenti di ricevere il feedback che abbiamo avuto», ha aggiunto.

Da parte sua, il portavoce di Trump, Steven Cheung, ha dichiarato che solo le dichiarazioni rilasciate da Trump o da membri autorizzati della sua campagna devono essere considerate ufficiali.

La strategia delineata da Kellogg e Fleitz, commenta la Reuters, è il piano più dettagliato finora elaborato dai collaboratori di Trump, il quale in passato ha detto che potrebbe risolvere rapidamente la guerra in Ucraina se diventasse presidente.

La proposta, prosegue l'agenzia di stampa, segnerebbe un grande cambiamento nella posizione degli Stati Uniti sulla guerra e si scontrerebbe con l'opposizione degli alleati europei e dello stesso Partito repubblicano di Trump.

Il Cremlino ha dichiarato che qualsiasi piano di pace proposto da un'eventuale futura amministrazione Trump dovrà riflettere la realtà sul campo, ma che il presidente russo Vladimir Putin rimane aperto ai colloqui. «Il valore di qualsiasi piano sta nelle sfumature e nel prendere in considerazione il reale stato delle cose sul terreno», ha detto alla Reuters il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov. «Il presidente Putin ha ripetutamente detto che la Russia è stata e rimane aperta ai negoziati, tenendo conto del reale stato delle cose sul terreno».

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE