Cerca e trova immobili

CINA Pechino avverte gli Usa: «La guerra sarebbe disastrosa»

04.06.23 - 21:20
Il ministro della Difesa cinese Li Shangfu ha messo in guardia sulle priorità di Pechino non escludendo di usare «la forza» contro Taiwan
Reuters
Fonte ATS ANS
Pechino avverte gli Usa: «La guerra sarebbe disastrosa»
Il ministro della Difesa cinese Li Shangfu ha messo in guardia sulle priorità di Pechino non escludendo di usare «la forza» contro Taiwan

PECHINO - Taiwan «è il fulcro degli interessi fondamentali della Cina» e le sue attività separatiste «stimoleranno ulteriormente le nostre contromisure», perché la riunificazione «ci sarà». Il ministro della Difesa cinese Li Shangfu ha messo in guardia sulle priorità di Pechino continuando a non escludere di usare «la forza» per Taipei, considerata parte inalienabile della Repubblica popolare, e avvertendo che l'ipotesi di una guerra con gli Stati Uniti sarebbe «un disastro insostenibile» per tutto il mondo.

La Cina, ha osservato Li nel suo discorso allo Shangri-La Dialogue di Singapore, il primo a un evento internazionale dalla nomina a capo del ministero avvenuta a marzo, «non esiterà» a reagire «se sarà perseguita l'indipendenza di Taiwan e salvaguarderà la sua sovranità a ogni costo». Taiwan è la prima linea rossa delle relazioni con gli Stati Uniti, mai così in basso negli ultimi decenni, anche a rischio di incidenti come la collisione sfiorata ieri dall'azione aggressiva di una unità cinese a danno di un cacciatorpediniere Usa, in transito con una fregata canadese nello Stretto di Taiwan. Sul mar Cinese meridionale, la Cina «non ha problemi con la libertà di navigazione e il passaggio innocente», ma le navi e gli aerei da combattimento non si stanno avvicinando per un passaggio innocente ma per «provocare, un pretesto per esercitare l'egemonia sulla navigazione», ha detto Li commentando la vicenda.

Il ministro, numero quattro nella gerarchia militare cinese che ha il presidente Xi Jinping come commander-in-chief, ha accusato gli Stati Uniti e i loro alleati di aver creato il pericolo, mentre invece dovrebbero prendersi «cura del proprio spazio aereo e delle proprie acque territoriali».

Il punto è che il monito di sabato della nave dell'Esercito popolare di liberazione cinese a quella Usa e a quella canadese è stato fatto in forza dell'ingresso «nel territorio cinese», in acque invece riconosciute come internazionali. Il timore è che Pechino possa aver avviato una nuova narrativa sulle acque dello Stretto di Taiwan dagli scenari poco rassicuranti.

Il Pentagono ha espresso preoccupazione per le mosse aggressive delle forze armate cinesi in Asia. «Restiamo preoccupati per le attività sempre più rischiose e coercitive dell'Esercito popolare di liberazione nella regione, anche degli ultimi giorni», ha replicato da Singapore il portavoce del Pentagono Pat Ryder. Mentre il ministro della Difesa australiano Richard Marles si è spinto oltre, affermando di essere «ossessionato» dal fatto che la guerra della Russia all'Ucraina sia «premonitrice della competizione a venire» nell'Indo-Pacifico: il suo intervento è maturato il giorno dopo il bilaterale avuto con Li.

A Singapore, intanto, alti funzionari di una ventina delle principali agenzie di intelligence del mondo hanno tenuto una riunione segreta ai margini dello Shangri-La Dialogue. Gli Stati Uniti erano rappresentati dalla direttrice dell'Intelligence nazionale, Avril Haines. Anche la Cina era tra i Paesi presenti, nonostante le tensioni tra le due superpotenze e il bilaterale negato da Li all'omologo Usa, Lloyd Austin.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Mat78 1 anno fa su tio
Hai ragione Li, sarebbe un disastro, per voi soprattutto. Occhio a certe manovre in acque internazionali con le vostre bagnarole quindi.

Tocqueville Alexis de 1 anno fa su tio
L'Imperialismo della Cina è della Russia sono un problema. Questo colonialismo cinese che vuole occupare altri territori liberi come Taiwan è un problema.

Vinnie 1 anno fa su tio
Vedremo cosa succederà tra 10-20 spero solo che vinca la democrazia e che Taiwan possa finalmente prensersi ciò che è orami suo da 70 anni.

falco8 1 anno fa su tio
La Cina è sempre molto paziente, aspettano il momento giusto, domani o dopodomani, può aspettare ancora decenni per riprendersi ciò che è suo, strozza lentamente l'isola e finanza l'opposizione pro-cinese.

matterhorn 1 anno fa su tio
Nonostante i cinesi non mi sono particolarmente simpatici, in questa situazione sono 1000% coi cinesi. Dite che saranno i cinesi che umilieranno militarmente una volta per tutte gli ex coloni in caso di scontro diretto? Sarebbe topissimo! Soprattutto a quel punto tanti ciarlatani e diversamente pensanti malleabili di tio starebbero in silenzio imbarazzato..😉 magariiiiii😏

Roggino 1 anno fa su tio
Risposta a matterhorn
Continua a sognare, la Cina ha ben altre gatte da pelare interne e figurati se si mette in guerra con il suo cliente nr.1.

Tocqueville Alexis de 1 anno fa su tio
Risposta a matterhorn
Quindi ti piace il colonialismo cinese su altri territori? Il colonialismo cinese che prima occupa e poi toglie libertà civili come a Hong Kong? Complimenti!

Gimmi 1 anno fa su tio
Ma questa gente é proprio fuori,con tutti i problemi che ci sono a questo mondo!Basta guerre!!

Dan342@hotmail.com 1 anno fa su tio
Risposta a Gimmi
Cina Come Russia

Tirasass 1 anno fa su tio
Risposta a Gimmi
Pienamente d'accordo. Ragionano con forza, come i bambini capricciosi

OrsoTI 1 anno fa su tio
Risposta a Dan342@hotmail.com
E perche Mai

Lux Von Alchemy 1 anno fa su tio
Non importa quanto ci sia di giusto o sbagliato in Cina. È il continuo interferire degli USA, grazie ad una politica estera improntata unicamente pro-domo (armamenti tra le priorità) che è il vero sconquasso. Da che mondo è mondo, erano, sono e saranno sempre e solo le buone relazioni, il rispetto, la diplomazia, che eventualmente portano al cambiamento.

Tocqueville Alexis de 1 anno fa su tio
Risposta a Lux Von Alchemy
Seeee.... da che mondo è mondo le armi ci sono sempre state e servono per vedere chi comanda... Vai avanti coi fiori nei cannoni...

Mat78 1 anno fa su tio
Risposta a Lux Von Alchemy
Spesso taccio quando leggo i tuoi post, ma qui l'hai davvero sparata grossa. "Non importa quanto ci sia di giusto o sbagliato in Cina"..."il problema sono gli USA". Ma vivi sulla luna? Da che mondo e mondo, buone relazioni, rispetto e diplomazia non porta nulla di buono con le dittature. La cina è aggressiva e si vuole espandere in barba a tutto e tutti. Non rispettano nessuna norma e soprattutto nessun diritto politico o civile dei suoi cittadini. E tu auspichi di avere buon rapporti con loro??? Abbiamo già tollerato abbastanza queste 2 dittature e così le abbiamo solo rafforzate e ringalluzzite. È ragionando come te a Monaco che hanno dato il là alla seconda guerra mondiale, per PAURA e per CODARDIA. Tu non hai nemmeno lontamente capito con chi abbiamo a che fare. Questi non vogliono semplicemente fare e disfare a casa loro, vogliono l'egemonia monidale...

OrsoTI 1 anno fa su tio
Gli usa hanno stufato. Stanno stuzzicando tutti e ci farà entrare in una terza guerra mondiale

S.S.88 1 anno fa su tio
Risposta a OrsoTI
Esatto

Mat78 1 anno fa su tio
Risposta a OrsoTI
Altro fenomeno che s e g a il ramo su cui è seduto.
NOTIZIE PIÙ LETTE