Immobili
Veicoli
Depositphotos (belchonock)
STATI UNITI
25.02.2022 - 19:230

Fino alla terza elementare: «Don't say gay»

Il provvedimento proibisce agli insegnanti di parlare in classe di orientamento sessuale e genere

TALLAHASSE - La Florida fa un passo indietro nella lotta alla discriminazione sessuale. La Camera dello Stato, a maggioranza repubblicana, ha infatti approvato una legge con la quale si limita come e dove gli insegnanti possano discutere in classe il genere e l'orientamento sessuale.

Il provvedimento, ribattezzato da chi si oppone "Don't say gay" (non dire gay), proibisce di discutere certi argomenti dal primo al terzo anno delle elementari e prevede di tenere informati i genitori su ciò che accade in classe.

Per gli oppositori invece la legge non farà altro che complicare le cose per i ragazzi Lgbtq+, che sono già soggetti ad alti livelli di bullismo e di rischio suicidio rispetto ai coetanei eterosessuali. Il provvedimento passa ora al vaglio del Senato.

Secondo i media statunitensi, non è chiaro se il governatore Ron DeSantis procederà all'eventuale ratifica. La legge è stata anche condannata dal presidente democratico degli Usa Joe Biden, che l'ha definita ripugnante e ha rinnovato il sostengo della sua amministrazione alla comunità Lgbtq.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-06-25 03:27:59 | 91.208.130.89