Keystone
Il ministro dell'Interno francese Gerald Darmanin (a destra), affiancato dalla delegata responsabile della cittadinanza, Marlene Schiappa.
FRANCIA
24.12.2020 - 06:300

Immigrati al fronte contro il Covid premiati con la cittadinanza

Lo meritano in quanto «hanno mostrato il loro impegno verso la nazione» ha dichiarato l'ufficio di Marlene Schiappa

PARIGI - Centinaia di immigrati residenti in Francia che hanno lavorato e continuano a lavorare al fronte nella lotta contro la pandemia di coronavirus riceveranno la cittadinanza in tempi brevi.

È la ricompensa che si sono meritati secondo il Ministro degli Interni francese, Christophe Castaner, come riporta la BBC.

Castaner ha così invitato gli immigrati residenti in Francia che hanno profuso sforzi in prima linea contro il Covid-19 a richiedere la naturalizzazione accelerata.

In molti hanno accolto con piacere l'invito: sono infatti più di 700 le persone che hanno già ottenuto la cittadinanza o sono nella fase finale d'approvazione della richiesta.

L'invito, comunque, non riguarda solo il personale sanitario. Oltre agli impiegati nel settore medico sono inclusi anche, ad esempio, gli addetti alle pulizie, gli assistenti sociali o i negozianti. «Tutti hanno dimostrato il loro impegno nei confronti della nazione, ed è ora il turno della Repubblica francese di porgere loro un braccio», ha dichiarato in una nota l'ufficio di Marlene Schiappa, ministro delegato responsabile della cittadinanza.

In tutto il mondo sono numerosi i lavoratori in prima linea ad aver perso la vita poiché esposti al Covid-19, e la Francia è tra i 10 Paesi più colpiti dal coronavirus, con oltre 2,5 milioni e mezzo di casi confermati e quasi 62'000 decessi.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-03-05 12:25:48 | 91.208.130.87