KEYSTONE
Per Wolfgang Schäuble la dignità delle persone viene prima della salvaguardia della vita.
GERMANIA
26.04.2020 - 23:300

Schäuble: prima la dignità delle persone, poi la salvaguardia della vita

Il destino del Paese non deve essere solo nelle mani dei virologi, per l'ex ministro delle Finanze

BERLINO - In Germania il tema della limitazione delle libertà personali è sempre più di attualità e sabato la polizia ha arrestato a Berlino 100 persone che manifestavano contro le misure di distanziamento sociale. In questo contesto s'inseriscono, e stanno avendo grande risonanza internazionale, le dichiarazioni rilasciate dall'ex ministro delle Finanze Wolfgang Schäuble al Tagesspiegel.

Una lunga intervista, nella quale il 77enne presidente del Bundestag dice di condividere le scelte di Angela Merkel sul contenimento della pandemia e difende il federalismo e l'autonomia attribuita ai Laender. Ma sono un paio di frasi ad aver catturato l'attenzione: le decisioni, avverte, «non possono essere lasciate interamente nelle mani dei virologi». Il ruolo della politica deve essere chiave e bisognerà tenere conto delle «implicazioni economiche, sociali e psicologiche». Un lockdown prolungato non sarebbe tollerato dalla popolazione e le sue conseguenze «sarebbero spaventose».

La politica, quindi, deve intervenire ma non per limitarsi a demandare tutto allo Stato: «C’è il sentimento diffuso che ogni problema possa essere risolto con l’impiego di risorse pubbliche senza limiti e che basti un forte programma congiunturale per rimettere in piedi l’economia. Ma lo Stato non può sostituirsi al fatturato per sempre».

La frase più clamorosa pronunciata da Schäuble è sicuramente questa: è «assolutamente sbagliato subordinare tutto alla salvaguardia della vita umana». Lo sguardo è rivolto sulla Costituzione della Repubblica federale tedesca: «Se c’è un valore assoluto ancorato nella nostra Costituzione, è la dignità delle persone, che è intoccabile. Ma questo non esclude che dobbiamo morire».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-08 02:38:10 | 91.208.130.89