Cerca e trova immobili

TICINOLidl: «Sospendiamo l’illuminazione dei nostri loghi»

17.09.22 - 15:35
La catena vuole lanciare un segnale nel risparmio di elettricità
Lidl
Lidl: «Sospendiamo l’illuminazione dei nostri loghi»
La catena vuole lanciare un segnale nel risparmio di elettricità

TICINO - Lidl Svizzera sa bene che l’approvvigionamento energetico per il prossimo inverno può essere garantito solo agendo tutti assieme. Per lanciare un segnale, l’impresa di commercio al dettaglio rinuncerà da subito a illuminare i grandi loghi Lidl.

In quanto membro della Swiss Retail Federation, che agisce come membro fondatore della nuova alleanza per il risparmio energetico, Lidl Svizzera attuerà immediatamente le prime misure per risparmiare ancora più elettricità. «Sospendendo l’illuminazione dei nostri loghi desideriamo comunicare che tutti possono e devono contribuire al risparmio di elettricità», afferma Torsten Friedrich, CEO di Lidl Svizzera. Da subito, quindi, l’illuminazione dei logo Lidl sarà spenta prima e dopo gli orari di apertura.

«L’approvvigionamento energetico per il prossimo inverno può essere garantito solo agendo tutti assieme, i membri dell’alleanza per il risparmio energetico concordano su questo punto. Infatti: ogni kilowattora conta. Quindi, nei prossimi giorni e settimane Lidl Svizzera attuerà altre misure attualmente in fase di preparazione. Inoltre, i collaboratori verranno ulteriormente formati e sensibilizzati sul tema risparmio energetico».

Generalmente l’impresa di commercio al dettaglio cerca da anni di ridurre e mantenere più basso possibile il consumo energetico. Quindi, tra le altre cose, in tutti i locali delle filiali e dei magazzini si utilizza l’illuminazione a LED.

Efficienza nella tecnica per edifici - Sia nelle filiali Lidl, sia nei magazzini l’impresa di commercio al dettaglio sfrutta più possibile il calore residuo degli scaffali frigo/impianti di raffreddamento per il riscaldamento, risparmiando così energia.

In più Lidl Svizzera è certificata secondo la norma ISO 50001. Dal 2014 Lidl Svizzera riceve tutta l’energia elettrica da fonti idroelettriche e dal 2015 costruisce le sue filiali standard secondo il sistema costruttivo Minergie. Il centro di distribuzione a Sévaz è già certificato secondo questo standard. La nuova sede principale a Weinfelden, inaugurata in novembre 2018, è stata inoltre costruita secondo gli standard SGNI (Società Svizzera per un Mercato Immobiliare Sostenibile) Gold e Minergie. Dal 2014, Lidl Svizzera è la prima impresa della grande distribuzione in Svizzera in possesso di una certificazione ISO 50001 per tutte le filiali, mentre i magazzini sono stati inseriti nel certificato nel 2017.

Generalmente, l’impresa di commercio al dettaglio punta sempre più sulle energie rinnovabili. Amplia gradualmente il suo approvvigionamento energetico sostenibile auto-prodotto. Così intensifica continuamente l’impiego d'impianti fotovoltaici sui tetti delle filiali e dei magazzini. Con gli impianti fotovoltaici (IFV) della superficie di oltre 90’000 m2 Lidl Svizzera produce già oggi dell’elettricità per il consumo personale e alimenta la rete con l’elettricità in eccesso. Oltre 80 tetti delle più di 160 filiali in Svizzera hanno già un impianto fotovoltaico. Entro il 2025, 100 filiali verranno dotate di impianti fotovoltaici.

Esempio: ad aprile 2021, sul tetto del centro di distribuzione di Weinfelden Lidl Svizzera ha installato un impianto fotovoltaico con una superficie di oltre 20’000 m2: l’impianto più grande del Canton Turgovia. L’impianto produce oltre 4 milioni di kWh di elettricità ogni anno. Una tale quantità potrebbe rifornire circa 1’500 economie domestiche per un intero anno.

NOTIZIE PIÙ LETTE