Tipress
Mixaris Gerosa è la nuova presidente della Sezione sottocenerina.
CANTONE
14.05.2019 - 14:430

Unia sostiene lo «sciopero femminista» e nomina Mixaris Gerosa

La sezione del Sottoceneri ha scelto la sua nuova presidente. I delegati del Sopraceneri hanno confermato Filippo Bonavena

BELLINZONA - «La discriminazione delle donne rappresenta un danno per l’intera società e per combatterla c’è bisogno anche della solidarietà, del sostegno e dell’impegno degli uomini». È quanto hanno voluto sottolineare le delegate e i delegati delle Assemblee sezionali di Unia Ticino - riunite il 3 maggio a Bellinzona e il 10 a Cadempino - approvando una risoluzione in vista dello sciopero femminista del prossimo 14 giugno.

«Una lotta che coinvolge tutti» - «La lotta contro le discriminazioni non è la lotta delle donne per le donne, ma è una battaglia che coinvolge anche gli uomini per una società più giusta che rispetti il valore e la dignità di ciascun individuo». Ma bisogna andare oltre la solidarietà: «C’è bisogno di costruire assieme una nuova mentalità e nuove pratiche fondate sul riconoscimento e sul valore della diversità e sulla parità fra i generi, contro ogni retaggio maschilista e omofobo», si legge nella risoluzione con cui i militanti esprimono sostegno attivo allo sciopero femminista del 14 giugno. Un sostegno che si manifesterà con la partecipazione alle azioni in programma e con un aiuto logistico alla mobilitazione, ma anche «con un forte e quotidiano impegno civile, culturale e politico affinché avvenga un vero e proprio cambiamento sociale e di mentalità», recita la risoluzione adottata all’unanimità dalle due assemblee, che hanno tra l’altro visto una folta partecipazione di delegati e militanti.

Una nomina e una conferma - Durante le due giornate sono pure stati designati gli organi presidenziali. L’assemblea della Sezione Sottoceneri, in cui tra l’altro si è dibattuto sul ruolo della donna nella storia del movimento sindacale ticinese, ha anche proceduto alla nomina della nuova presidente Mixaris Gerosa. Prenderà il posto del dimissionario Giampiero Rigozzi, candidato alla presidenza regionale al Congresso del prossimo ottobre. I delegati del Sopraceneri, che hanno dibattuto del futuro occupazionale della regione nell’ambito di un confronto col direttore della Divisione dell’economia del Dfe Stefano Rizzi, hanno dal canto loro confermato il presidente in carica Filippo Bonavena.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-20 01:47:00 | 91.208.130.87