Pioggia: allerta massima. Numerosi gli allagamenti e frane
Ti-Press (Francesca Agosta)
+57
CANTONE
29.08.2020 - 12:090
Aggiornamento : 17:21

Pioggia: allerta massima. Numerosi gli allagamenti e frane

Meteo Svizzera rivede al rialzo i rischi per i temporali attesi nel pomeriggio.

Domenica mattina le precipitazioni dovrebbero perdere rapidamente d’intensità. Nel frattempo si moltiplicano le segnalazioni di disagi da tutto il Cantone

LUGANO - L'aggiornamento sulla situazione meteorologica in ticino arriva da Meteo Svizzera. E le notizie non sono buone. In alcune zone a sud delle Alpi e nel Canton Grigioni si passa in fatti al massimo livello di allerta (5, quindi molto forte).

Al Sud, soprattutto lungo le Alpi e nel Ticino centrale, per il pomeriggio sono attesi ulteriori accumuli di 100 – 160 mm, con punte fino a 200 mm.

Livelli di rischio - Considerando i quantitativi già accumulati, l’allerta viene dunque innalzata al livello 5 per Bellinzonese, Riviera, Valle di Blenio, Moesano e Val Bregaglia. Per la Valle Verzasca, per il Luganese e per la Val Poschiavo l’allerta viene innalzata al livello 4.

Lungo la cresta alpina principale tra la regione del Gottardo e la vallata del Reno sono attesi 80 - 140 mm. Anche per queste regioni l'allerta è stata innalzata al livello 5.

Nell'Alta Engadina sono attesi 50 - 120 mm, in Val Bregaglia fino a 150 mm. Tra le Alpi Urane e la regione di Glarona fino all'Alpstein sono attesi ulteriori 50 - 100 mm, quindi per queste regioni l'allerta è stata innalzata al livello 4.

Nel centro dei Grigioni e in alcune parti dell'Engadina così come dalla regione del Grimsel alla Svizzera centrale sono attesi ulteriori 30 - 100 mm, quindi per queste regioni resta valida l'allerta di livello 3.

A causa delle precipitazioni a tratti temporalesche si attende una distribuzione molto irregolare con quantitativi ancora incerti. Domenica mattina le precipitazioni dovrebbero perdere rapidamente d’intensità.

Segnalazioni di disagi - Disagi dovuti alla pioggia continuano ad essere segnalati da tutto il Ticino. A Osogna, ad esempio, si registra il rischio di straripamento di un riale. 

Disagi dovuti ad allagamenti e frane sono segnalati anche a Riazzino, Biasca, Cresciano, Magadino, Locarno. Dalla Val Verzasca giungono immagini di smottamenti, frane e strade poco praticabili a causa della pioggia.  La cantonale a Vogorno è invece bloccata a causa della caduta di alcune piante. 

A causa dello straripamento di un torrente, è stato chiuso il ponte tra Cugnasco-Gerra e Agarone. Un allagamento è segnalato pure nel parcheggio della Coop di Tenero, come si evince da alcune immagini giunte in redazione. 

I quantitativi d'acqua caduti in poco tempo hanno fatto ingrossare i fiumi, esondare i ruscelli e allagato strade. Al momento attuale non si registrano eventi che hanno coinvolto persone ma l'allerta rimane alta. I pompieri di Biasca, Bellinzona, Locarno ed del Gambarogno sono stati sollecitati per allagamenti di cantine e strade.

Acqua non potabile a cause delle piogge - Acqua non potabile fino a nuovo avviso. A comunicarlo ai propri abitanti è il comune di Avegno Gordevio. Il motivo? Le forti precipitazioni. L'utenza di Avegno è pertanto invitata a non bere l'acqua corrente, a non usarla per l'igiene orale e nemmeno per la preparazione di cibi freddi. Può invece essere usata previa bollitura di almeno 5 minuti.

lettore
Guarda tutte le 61 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-25 11:08:51 | 91.208.130.85