Immobili
Veicoli

LOCARNODal Canton Vaud per visitare l'impianto Foce Ticino

03.10.22 - 14:34
Una sessantina gli apprendisti francofoni che hanno visitato l’impianto di depurazione
Consorzio depurazione acque del Verbano
Dal Canton Vaud per visitare l'impianto Foce Ticino
Una sessantina gli apprendisti francofoni che hanno visitato l’impianto di depurazione

GORDOLA - Qualche giorno fa, il Consorzio depurazione acque del Verbano ha accolto una delegazione di circa 60 giovani apprendisti provenienti dal Canton Vaud. 

La delegazione ha visitato l’impianto Foce Ticino situato a Gordola, unico in Svizzera a essere attraversato da un’autostrada (e che, grazie a un canale sotterraneo, permette il collegamento fra le due parti). L'esperienza è durata 2 ore: presenti il direttore del Cdv Matteo Rossi, il capo esercizio Moreno Mozzetti e il tecnico in automazione Simone Malandrini. «È un onore oltre che un piacere - commenta Rossi - collaborare per la formazione di future generazioni, mostrando al contempo l’importante lavoro per preservare l’ambiente e restituire l’acqua alla natura. Acqua che in questo caso non è solo risorsa vitale, ma è anche una prospettiva di lavoro concreta e un percorso professionale avvincente».

Con gli oltre 100 chilometri di rete di canalizzazioni e una cinquantina di stazioni di pompaggio vengono serviti oltre 110mila abitanti equivalenti (tra residenti, turisti, e industrie sul territorio) dal Monte Ceneri a Bignasco e dal Dirinella a Brissago. Inoltre, il consorzio si situa tra i comparti di depurazione più vasti di tutta la Svizzera.

Gli apprendisti hanno avuto modo di porre domande, considerato che il loro percorso formativo comprende lo studio del ciclo dell’acqua nel suo complesso, partendo dal pompaggio fino alla purificazione. Sono pure stati affrontati temi attuali e importanti come quello della scarsità di acqua, della sostenibilità e dell’imminente questione legata alla necessità di ripensare l’utilizzo e il dispendio energetico.

NOTIZIE PIÙ LETTE