Immobili
Veicoli

CANTONEPienone nei campeggi, con qualche lamentela

03.08.22 - 06:30
Il caldo ha scontentato qualcuno, soprattutto nelle località interne. Ma il bilancio (intermedio) è positivo
tipress
Pienone nei campeggi, con qualche lamentela
Il caldo ha scontentato qualcuno, soprattutto nelle località interne. Ma il bilancio (intermedio) è positivo
Simone Patelli, presidente dell'Associazione campeggi ticinesi: «Numeri leggermente superiori a prima del Covid». Il trend negli alberghi: più 9 per cento rispetto alla media storica

LUGANO - Non sono mancate le lamentele, o per usare le parole di Simone Patelli «un po' di sofferenza» nei giorni più caldi delle scorse settimane. «I turisti hanno patito per l'assenza di aria condizionata soprattutto nelle località più interne». In generale però «è un'estate positiva per i campeggi ticinesi» a detta del presidente dell'associazione di categoria.

Tende, camper e roulotte sono arrivate numerose come prima del Covid e forse «leggermente di più» anche se «non si sono raggiunti i numeri dell'anno scorso» precisa Patelli. Giugno ha segnato un 20 per cento di incassi in meno, luglio meno 10. Ma l'occupazione è comunque piena. La fine delle restrizioni ai viaggi internazionali si fa sentire anche negli alberghi: a giugno l'occupazione rilevata dall'O-Tur in una ventina di hotel del Luganese è del 69 per cento, meno di un anno fa (72 per cento) ma ben sopra la media pre-Covid (60 per cento).

I turisti «sono alla ricerca di stabilità e hanno ancora un po' di timore rispetto ai viaggi a lungo raggio» spiega il responsabile dell'Osservatorio Stefano Scagnolari. «Il Ticino ha molti punti di forza. La sfida sarà farli valere anche quando, tra due o tre anni, il turismo internazionale si riprenderà completamente». Nel frattempo, godiamoci quest'estate.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO