Immobili
Veicoli

CANTONEOttomila firme contro i livelli nella scuola media

05.07.22 - 11:36
L'iniziativa popolare ha raccolto un largo consenso. Oggi la consegna alla Cancelleria dello Stato
tipress
Ottomila firme contro i livelli nella scuola media
L'iniziativa popolare ha raccolto un largo consenso. Oggi la consegna alla Cancelleria dello Stato

BELLINZONA - Ottomila tonde. Sono le firme valide consegnate oggi alla Cancelleria dello Stato attestanti la riuscita dell'iniziativa popolare "Per il superamento della separazione degli allievi nella scuola media (basta livelli nella scuola media)".

A lanciarla sono stati il Sindacato VPOD, il Partito socialista, Più Donne, il Forum alternativo, il Partito comunista, Gioventù comunista, Gioventù socialista, il Sindacato studenti e apprendisti e dalla Società demopedeutica, con il sostegno del Partito operaio popolare e di alcuni gruppi genitori.

L’iniziativa popolare mira a «creare più giustizia sociale e culturale nella scuola dell’obbligo ticinese, abolendo la separazione precoce delle/degli allievi in 3a e 4a media nelle lezioni di tedesco e matematica». «Oggi - sottolineano i promotori - i corsi B sono frequentati maggiormente da allievi di estrazione sociale medio-bassa. Questa separazione precoce spesso blocca la crescita scolastica di ragazze/i in fase di maturazione, penalizzandoli nell’accesso alle scuole post-obbligatorie e al mondo del lavoro». L'intenzione degli iniziativisti è dunque quella di «rafforzare l’istruzione di base in Ticino nell’interesse di tutta la società e dell’economia cantonale».

La modifica di legge proposta non specifica le forme didattiche alternative al sistema attuale dei corsi A e B. «Questo perché - spiegano i promotori - sarà il regolamento del Consiglio di Stato a stabilire le nuove forme d’insegnamento (es. classi dimezzate, opzioni, ecc.), consultando gli organi scolastici, le componenti scolastiche e le associazioni dei docenti».

COMMENTI
 
MammaLalla 1 mese fa su tio
Ma quando ci lasceranno lavorare in pace? Siamo appena usciti da una consultazione che ci ha portato via tanto di quel tempo in riunioni e simili, il popolo ha già detto ripetutamente la sua... perché non accettare la volontà sacrosanta degli elettori? Gli allievi fortunatamente NON sono tutti uguali e non tutti hanno gli stessi interessi per l'apprendimento scolastico . Qualcuno di chi raccoglie queste firme ha mezza idea di come si può provare ad interessare alla matematica contemporaneamente un futuro fantastico operai con un futuro studente di scuole superiori senza che il primo si senta continuamente inferiore e il secondo riceva le nozioni che gli necessitano per il suo futuro?
pulp 1 mese fa su tio
Non ne hanno idea.... però vogliono imporne una... tipico socialista
Sara788 1 mese fa su tio
la sinistra lo fa per non penalizzare i poveri stranieri che sono la stragrande maggioranza di chi frequenta i livelli B a scuola...ma di conseguenza si penalizzano quelli bravi portandoli al livello dei .....
pulp 1 mese fa su tio
Così si penalizzano quelli bravi... quelli "indietro" lo resteranno a prescindere🤨
flame 1 mese fa su tio
Ah si, perché sono gli argomenti diversi dei livelli fanno: 1) la differenza 2) sviluppano gli strumenti necessari per essere pronti a continuare gli studi. Per chi non ha voglia di fare, esiste il corso pratico, che è ben diverso dai livelli A o B. Andare bene nei corsi ha più a che fare con i docenti che con le tematiche affrontate. Creare una divisione basata sulle note dei primi due anni e creando una separazione sociale già alle medie è a dir contro produttiva e dannosa per i nostri ragazzi. Meglio un 3.5 in un corso condiviso che un 4.5 in un corso "B".
Gus 1 mese fa su tio
Bla bla; la sinistra ci vuole tutti uguali, anche se non lo siamo.
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO