Immobili
Veicoli

CANTONEQuel che resta dopo l'ultimo weekend prima della riapertura

18.04.21 - 09:07
Oltre a bottiglie e lattine per terra, una certa amarezza su come giovani e autorità non si siano proprio capiti
foto lettori tio.ch
Quel che resta dopo l'ultimo weekend prima della riapertura
Oltre a bottiglie e lattine per terra, una certa amarezza su come giovani e autorità non si siano proprio capiti
Anche questo fine settimana, da Locarno a Lugano, è stato all'insegna degli assembramenti. Da settimana prossima tutto cambierà?

LUGANO - Ultimo weekend prima della riapertura, almeno delle terrazze. E la sensazione è che in Ticino sia stato, soprattutto un sabato, all'insegna del "liberi tutti".

Sono tante le segnalazioni che ci sono arrivate in redazione da parte dei nostri lettori da tutto il cantone di assembramenti all'aperto nelle maggiori città. Poche, anzi praticamente zero, mascherine, molte birre e un'incontenibile voglia di tornare alla normalità.

Il giorno dopo, un mare di bottiglie e lattine per terra, e la sensazione che qualcosa - nella comunicazione, e nel rapporto, fra i giovani e le autorità - sia andato storto e si sia rotto. Come già confidato a tio.ch dalla polizia, che spesso e volentieri non interviene più.

Il caso di Locarno non è una novità, di cui solitamente si scrive poco prediligendo gli assembramenti luganesi, i cui capannelli a ridosso del Castello sono ormai da tempo una costante, e si sono rinnovati anche questo (ultimo) fine settimana.

A Lugano il problema Foce resta irrisolto, come documentano scatti e video arrivati in redazione nella notte. Questo sabato, i giovani, dopo un intervento della polizia avrebbero disertato il lato "consueto" finendo per asserragliarsi nel parchetto giochi a ridosso del Ciani.

Non è però chiaro se la riapertura potrà sedare un modo di ritrovarsi che è ormai entrato nelle abitudini di molti ragazzi, costretti e abituati ormai da mesi a incontrarsi in maniera liquida, là dove fa piacere a loro.

Quel che resta, oltre al littering, è una persistente sensazione d'amarezza e la consapevolezza che - da entrambe le parti, e senza puntare il dito - le cose si sarebbero potute gestire in maniera diversa.

 

NOTIZIE PIÙ LETTE