Archivio Keystone
CANTONE
31.12.2020 - 10:060
Aggiornamento : 01.01.2021 - 08:02

In Ticino altri 297 casi di coronavirus in ventiquattro ore

Le autorità sanitarie cantonali segnalano anche sei nuovi decessi legati al Covid-19

Dall'inizio della pandemia i contagi accertati sono 23'393

BELLINZONA - Per le ultime ventiquattro ore, in Ticino si segnalano altri 297 casi accertati di coronavirus. Lo si evince dall'odierno bollettino delle autorità sanitarie cantonali. Il numero complessivo dei contagi sale così a quota 23'393.

La pandemia continua purtroppo anche a mietere vittime. Sono infatti sei i nuovi decessi legati al Covid-19. Sinora in Ticino le morti sono state 774.

Sul fronte delle ospedalizzazioni, nelle ultime ventiquattro ore per altre 36 persone con il coronavirus si è reso necessario il ricovero. Attualmente nelle strutture sanitarie ticinesi si contano 376 pazienti (ieri erano 373), di cui 46 in cure intense (+3). Le persone dimesse sono 30.

In Ticino sono stati effettuati 1'251 tamponi (dato relativo al 28 dicembre 2020). Di questi il 21% è risultato positivo.

Il virus in venti case per anziani - Nelle ultime ventiquattro ore, nelle case per anziani ticinesi sono stati registrati tre nuovi casi di coronavirus. Attualmente, sono 172 i residenti positivi in venti strutture. Si contano purtroppo anche tre decessi legati al Covid-19. Ma si parla anche di sette residenti guariti (dall'inizio della pandemia si arriva così a quota 1'044). Per un residente si è inoltre resa necessaria l'ospedalizzazione. È quanto rende noto l'Associazione dei direttori delle case per anziani della Svizzera italiana (ADICASI).

Tutto pronto per le vaccinazioni - Anche in Ticino mancano pochi giorni all'inizio della campagna di vaccinazione. Oggi è infatti previsto l'arrivo della prima fornitura di dosi. E il prossimo 4 gennaio la somministrazione inizierà nelle case per anziani, dove è stato registrato un tasso d'adesione del 90% tra i residenti e del 56% tra il personale.

Sempre a partire dal 4 gennaio, anche gli over 85 che vivono presso abitazioni proprie potranno prenotarsi per il vaccino che sarà poi somministrato dal 12 gennaio. Per l'occasione viene creato un primo centro di vaccinazione a Rivera, come annunciato ieri dalle autorità cantonali. Seguirà l'apertura di altri due centri analoghi, uno nel Sopraceneri e l'altro nel Sottoceneri.

La variante inglese - Nel frattempo anche alle nostre latitudini si parla della variante inglese del virus. Un caso sospetto è infatti stato rilevato anche in Ticino, come ha fatto sapere ieri il medico cantonale Giorgio Merlani. Si tratta di una persona rientrata dalla Gran Bretagna.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-16 22:23:46 | 91.208.130.87