Ti Press
ULTIME NOTIZIE Ticino
TENERO
16 min
In spiaggia anche in inverno
Ripartire da una disavventura? Capita al bagno pubblico, colpito pesantemente dal maltempo lo scorso luglio.
BELLINZONA
1 ora
Settimana bianca: «Decide il Municipio, non i direttori»
Il Municipio precisa di non aver ancora preso alcuna decisione: «Valutiamo decine di misure sul Preventivo 2022».
LUGANO
2 ore
Tassisti aggrediti dal branco
Un pestaggio è avvenuto sabato notte in Via Pretorio: due persone sono rimaste lievemente ferite.
CADEMARIO
2 ore
Anche Cademario vuole aggregarsi
Il Municipio ha scritto una lettera a Bellinzona per comunicare il proprio desiderio di aderire al progetto.
MENDRISIO
3 ore
Colpo di scena: Ligornetto riapre al traffico in transito
La misura non potrà essere attuata, fintanto che il TF non si sarà espresso sull'effetto sospensivo richiesto da Stabio
CANTONE
4 ore
Altri milioni per combattere il Covid-19
Luce verde al contributo straordinario di 3.5 milioni per il mantenimento in prontezza del dispositivo ospedaliero.
LOCARNO
4 ore
Un nuovo futuro per il Grand Hotel Locarno
L'edificio costruito fra il 1874 e il 1876 diverrà una moderna struttura alberghiera.
VERZASCA
4 ore
Prima di svuotare la diga, via tutti i limiti di pesca
L'esercizio della pesca è possibile da subito senza un numero massimo di catture né misure minime.
LOCARNO
5 ore
Un negozio Lidl a Locarno
La filiale apre i battenti domani in via Vallemaggia
CANTONE
6 ore
«La sussidiarietà per spendere “meno e meglio”»
Il gruppo UDC in Parlamento ha depositato un'iniziativa elaborata per modificare la legge sui sussidi cantonali
CANTONE
6 ore
Oltre quaranta milioni per il turismo
Sono i crediti quadro richiesti dal Consiglio di Stato a sostegno del settore per il quadriennio 2022-2025
CANTONE
16.12.2020 - 12:000

Piace la "Via sicura" più discrezionale, non quella che minimizza

Il Consiglio di Stato ha risposto alla consultazione sulla revisione della Legge federale sulla circolazione stradale.

Bene esaminare caso per caso, ma c'è scetticismo sul numero minimo di mesi di revoca della patente per i "pirati della strada". Da 24 Berna vorrebbe passare a sei, Bellinzona propone 12.

BELLINZONA - Il Consiglio di Stato ha sostanzialmente accolto positivamente le novità legislative proposte dal Consiglio federale attraverso la revisione parziale della Legge federale sulla circolazione stradale (LCStr). Oltre a prevedere modifiche per favorire la promozione delle tecnologie ecologiche, per adattare la legislazione sulla guida autonoma e sull’uso delle e-bike, la revisione introduce novità nell’ambito degli articoli che riguardano il programma di sicurezza stradale “Via sicura". 

Esaminare caso per caso - Proprio su quest'ultimo programma, voluto nel 2012 per ridurre gli incidenti stradali e potenziare la sicurezza stradale, il Consiglio di Stato si è espresso favorevolmente ai principali cambiamenti finalizzati a rendere più eque le misure in materia di guida spericolata. Tra questi il maggiore potere discrezionale dato alle autorità esecutive e ai tribunali. I giudici in tal modo possono tener maggiormente conto delle circostanze del caso concreto e stabilire la sanzione più idonea, in linea con la giurisprudenza del Tribunale federale. Viene così eliminato l’automatismo attraverso il quale oggi per un eccesso di velocità che porta alla soglia della “pirateria stradale” sussiste il reato stesso. La revisione prevede che bisognerà esaminare caso per caso. Viene inoltre eliminata la pena detentiva minima di un anno: per tali casi il giudice potrà infliggere anche solo una pena pecuniaria analogamente a quanto previsto per il reato di messa in pericolo della vita altrui. Viene invece mantenuto il limite superiore della pena di quattro anni e con esso il carattere di crimine attribuito alla guida spericolata. 

Sei mesi però non bastano - Tra le misure previste per questo reato vi è poi quella – di carattere amministrativo che va a sommarsi a quella penale - riguardante il numero minimo di mesi di revoca della licenza di condurre, oggi fissato a 24. Il Consiglio federale propone di scendere a 6 mesi. Nella sua risposta il Consiglio di Stato, pur ritenendo che 24 mesi sono eccessivi, ha valutato che il passaggio ai 6 mesi significherebbe sminuire la portata del reato, nonché correre il rischio di un ridimensionamento “a cascata” delle altre infrazioni minori. In questo senso – analogamente ad altri Cantoni – il Governo propone quindi come misura minima per i “pirati della strada” 12 mesi. A mente del Consiglio di Stato tale scelta tiene conto delle finalità del progetto di sicurezza stradale “Via sicura” e nello stesso tempo attenua una misura considerata eccessivamente dura.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Tato50 10 mesi fa su tio
Eliminatela del tutto che rovinate la gente. Gli unici contro erano Lega e UDC e qualcuno se ne dimentica quando per un'infrazione prendi la stessa pena di uno che rapina ;-(((((
Lore61 10 mesi fa su tio
Hihihi.... si sono accorti che stanno facendo più danni criminalizzando gente comune anche per cavolate? Complice le infrazioni a cascata? Probabilmente "cassa sicura" ha contribuito ad ingrossare la fila di disoccupati, poi da mantenere...
Nmemo 10 mesi fa su tio
La politica ticinese che nel merito della Giustizia si è qualificata in parlamento con la nomina dei procuratori pubblici, adesso propone altre asticelle variabili (potere di apprezzamento) per i giudici, parimenti nominati dalla politica. Le regole vanno sì aggiustate, ma disciplinate in modo vincolante anche per i giudici che di potere di apprezzamento ne hanno già fin troppo.
Don Quijote 10 mesi fa su tio
La pena di morte non è contemplata a che se qualcuno ha insistito per inserirla assieme allo esproprio di tutti i beni.
Thom01tre 10 mesi fa su tio
Più passa il tempo è più peggioriamo...
LucaAstro 10 mesi fa su tio
Via sicura, motto: nessun morto sulle strade, ma per il Covid invece possono morire tutti! Maledetti politici
seo56 10 mesi fa su tio
Via Sicura da cancellare altro che discrezionale! La più grande boiata mai “partorita”...
Thom01tre 10 mesi fa su tio
@seo56 Qua bisogna riunire almeno 6-7 mila persone con macchine “poco omologate” e fare qualcosa
Ste56 10 mesi fa su tio
Abbiamo la legislazione stradale più severa al mondo. Gli svizzeri sono veramente i peggiori di tutti alla guido di un veicolo?
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-20 18:50:39 | 91.208.130.89