Sisa
+4
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
1 ora
Una parentesi di sole prima di pioggia e neve
Al weekend di bel tempo farà seguito un inizio di settimana contraddistinto dalle precipitazioni.
LUGANO
1 ora
Permessi al Planet: scatta l'interpellanza
Giovanni Albertini e Sara Beretta Piccoli interrogano il Municipio in merito all'apertura della struttura di Pazzallo.
FOTO E VIDEO
RIAZZINO
3 ore
Cede il terreno sotto i binari: disagi, ma danni limitati
Dopo qualche ora, le FFS hanno ripristinato la linea ferroviaria tra Cadenazzo e Locarno.
CONFINE
6 ore
Troppi dipendenti positivi, chiude l'hospice di Como
Gli otto degenti della struttura sono stati trasferiti altrove
CANTONE
6 ore
Frana sui binari, linea interrotta fra Cadenazzo e Locarno
La durata dell'interruzione non è al momento nota. Predisposti dei bus sostitutivi
CANTONE
7 ore
Dieci ricoveri, un decesso e altri 257 contagi
Negli ospedali ticinesi ci sono 62 persone positive al coronavirus.
FOTO
RIVIERA
9 ore
Esce di strada e finisce contro i ripari fonici della ferrovia
L'incidente della circolazione ha avuto luogo questa notte all'incrocio fra via Traversa e via Cantonale.
FOTO
CANTONE
18 ore
Comitato rinnovato in casa GLRBV
Kevin Pelli è stato nominato quale nuovo presidente
CANTONE
20 ore
Un deputato positivo, ma il Gran Consiglio non va in quarantena
Il rispetto delle misure anti-contagio non rende necessario il provvedimento
CANTONE
23 ore
«Il mini lockdown non serve»
L'esperto in malattie infettive Christian Garzoni si appella per l'ennesima volta alla responsabilità dei cittadini
CANTONE
23 ore
Una classe in quarantena alla Scuola Media di Viganello
Lo comunicano il DSS e il DECS in un comunicato congiunto
CANTONE
23 ore
Cambiamento ai vertici per l’Associazione Giuristi Praticanti
Aleksandra Mikavica è la nuova presidente
CANTONE
1 gior
Condonate ai club sportivi le spese d’ordine pubblico
La decisione presa oggi da Governo e Comuni interessati riguarda la stagione 2019/20
CANTONE
1 gior
Ecco i radar di settimana prossima
La polizia ha diffuso la lista delle località che saranno interessate dai controlli, a partire da lunedì
CAMIGNOLO
1 gior
Studi d'ingegneria e architettura: un comitato in rosa
Il rinnovo al vertice dell'Associazione vede l’ingresso delle architette Giuditta Botta e Federica Corso Talento
ASCONA
1 gior
Il passaporto risveglia vecchi scheletri
Vive qui da 58 anni e vuole diventare svizzero, ma qualcuno gli rinfaccia la vecchia vicenda degli "immobili SUVA"
BELLINZONA
1 gior
Spacciatore in manette
L'uomo è stato arrestato a Sementina. Presso il suo domicilio c'erano diverse centinaia di grammi di sostanza da taglio
CANTONE
1 gior
Coronavirus: un decesso in casa per anziani
Si tratta di una donna che era residente al Don Guanella di Maggia
CONFINE
1 gior
Un cervo è finito nel bus degli studenti
L'incidente in Valganna, l'animale ha sfondato il parabrezza. Illesi i ragazzi, ferito il conducente
CANTONE
1 gior
«Il Ticino spenga l'interruttore per due settimane»
È la proposta dell'MPS indirizzata al Cantone, con l'aiuto finanziario della Confederazione
CANTONE
26.09.2020 - 00:000

Stress scolastico e trasporti: «È ora che il Governo intervenga»

Azione di protesta quest'oggi in diversi istituti scolastici.

Terminato il periodo di confinamento, per il SISA sono tuttora diversi i problemi che riguardano il mondo della scuola.

LUGANO - Il Sindacato Indipendente degli Studenti e Apprendisti (SISA) ha effettuato quest'oggi una simbolica azione di protesta, in diversi istituti scolastici, per denunciare i problemi che riguardano il mondo della scuola dopo il periodo di confinamento.

La settimana scorsa il SISA aveva inviato una missiva al DECS in cui venivano messe in luce le maggiori preoccupazioni identificate dal corpo studentesco: nella stessa venivano rivendicate delle misure concrete affinché si potesse ovviare immediatamente alla situazione di malessere delle studentesse e degli studenti.

Tuttavia, a distanza di una settimana, «nessuna misura è stata implementata per arginare i problemi vissuti dal corpo studentesco», lamenta il SISA: «Il trasporto pubblico verso i principali centri formativi rimane affollato, la pressione sugli studenti – “colpevoli” di aver passato un semestre in quarantena – rimane invariata, come invariate rimangono le misure di sostegno alle famiglie con figli in formazione che hanno subito le conseguenze finanziarie della pandemia».

Per il sindacato, se non si interviene con la dovuta serietà e celerità, il rischio è quello di accelerare il ritmo dei contagi ed incrementare i fattori di stress sul corpo studentesco – con tutte le conseguenze di ordine psicologico e sociale del caso.

È proprio per questo motivo che il SISA ha quindi deciso "di alzare la voce" nelle scuole, chiedendo urgentemente al Governo ticinese un intervento. Affinché le studentesse e gli studenti non debbano pagare i costi della (post-)pandemia: «Se non si interviene oggi, pagheremo le conseguenze domani!», è il monito del SISA. 

Sisa
Guarda tutte le 8 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Loredana Ponzo 4 sett fa su fb
Durante le vacanze estive molti ragazzi anche in colonie vicini vicini e in piscine e ora vi preoccupate...mah 🤔
Mirko Zxy 4 sett fa su fb
Comunque c'é un nuovo virus il COVIDDI 🤔
lollo68 4 sett fa su tio
Cominciamo a lasciare andare a scuola i ragazzi che hanno un semplice raffreddore, ma stanno bene, dove c'è l'obbligo della mascherina. Perché viene imposta se appena uno ha un sintomo deve rimanere a casa? Con la febbre si rimane a casa come doveva essere prima del Covid19.
sedelin 4 sett fa su tio
qual è il problema?
Romano Nardelli 4 sett fa su fb
...incredibile e vergognoso.
Jacopo Fontana 4 sett fa su fb
Sicuramente i bus e i treni sono sovraffollati, questo da almeno 6 anni.. quindi il problema c’è da tanto tempo e una soluzione va trovata indipendentemente dal Covid-19. C’è però da ricordare che le mascherine servono proprio a quello, a compensare la mancanza dei famosi 2 metri di distanza. Per quanto riguarda la storia dei 3 espe a settimana, se penso ai licei e alla SCC, dove tendenzialmente la maggior parte degli studenti andrà all’università e dovrà affrontare magari 3 esami in un giorno o 6 esami nel giro di 8 giorni... mi sembra un po’ una stupidaggine! Sento numerosi allievi Universitari che non hanno dovuto sostenere gli esami di maturità quest’anno, timorosi per gli esami universitari, anche i docenti stessi sono preoccupati per la situazione. Le scuole secondarie dovrebbero preparare a quello che viene dopo, che sia lavoro o un percorso di studio. Se uno studente è abituato a fare solo 3 espe a settimana come reagirà una volta arrivato all’università e si ritroverà a fare una sessione di esami raggruppati in pochissimi giorni?
Garssia Mira 4 sett fa su fb
di che distanza dei bambini parli? vieni davanti alla scuola per vedere, nessuno tiene le distanze..🤔
Vale Light 4 sett fa su fb
Ma fare dei bus apposta x scolari è difficile? Almeno in questi tempi... Mah
Tommy Prezioso 4 sett fa su fb
Andare a scuola a piedi o in bicicletta?? Quanti di loro potrebbero ma sono sfaticati? 🤔
Sonja Scamara 4 sett fa su fb
Tommy Prezioso che commento!!!! Non tutti abitano intorno a scuola!!! Certi sono distanti anche 20km!
Davide Comella 4 sett fa su fb
Stanno complicando la vita alla gente...
Iris Hänggi 4 sett fa su fb
Cosa serve tutto guesto . In Bus o in classe, se li ragazzi si incontrano fuori delle scuole o bus non mettono le mascere e Si bacionno tra di loro nonstate Covid 🤔🤔🤔
Elena Rusconi 4 sett fa su fb
Esattamente ogni santo giorno il bus e strapieno di ragazzi e purtroppo parecchi non sanno neanche cosa sia la mascherina...a parte questo direi che sarebbe il caso negli orari che loro vanno al liceo e tornano di fare corse speciali solo per loro perche si e sempre stipati come sardine!
Renate Mosca 4 sett fa su fb
Elena Rusconi e poi, la cosa che mi fa arrabbiare di piu' e' che si ammassano tutti all'uscita anziche' avanzare nel bus!! Quando devi scendere hai bisogno un apripista! Un po' di intelligenza e buon senso sarebbe auspicabile!! 🙄🙄
Marilena Decarli 4 sett fa su fb
Elena Rusconi anche sui treni
Gerry Bezzola 4 sett fa su fb
Elena Rusconi esatto perché pensi che le aziende di trasporti hanno bus in surplus e autisti in esubero facile parlare quando non si è nel settore dei trasporti
Summerer 4 sett fa su tio
Berna ha deciso l'uso di mascherine obbligatorie nei mezzi pubblici perché non c'è distanziamento. Reclamano perché non c'è distanziamento? Ma dove siamo? L'ignoranza di questi pseudo sindacati... oltre che i commenti fanatici, dimostrano il QI è per molti inesistente.
lügan81 4 sett fa su tio
d'accordissimo con il SISA! sono docente e davvero li appoggio...ma non hanno molto sostegno tra gli allievi mi sa...vedo i miei allievi che nonostante glielo si dica di non stare ammassati, stare distanti, ecc... pausa di 5 minuti tutti vicini come criceti senza mascherina...ecco ai miei tempi non cera il SISA...o un qualcosa che potesse farsi sentire...ma ora che c'e...perche non sono tutti coerenti? un'azione di protesta la si fa bene, uniti, qui invece vedo gli idealisti del SISA (e tanto di cappello a loro tutto il mio rispetto) e poi tutti gli altri "bella zio reclamiamo cosi non facciamo lezione"...ma il pensiero di azione di manifestazione non è nei loro pensieri neanche reconditi...non so se mi sono spiegato...è mattina presto..
Giovanni Sorvillo 4 sett fa su fb
Secondo me non è semplice da gestire questa situazione, ci viole tanta pazienza 😔
Francesco Cec Moretti 4 sett fa su fb
Ma perché nel weekend stanno tutti a distanza e con la mascherina? Quando sono lì sul muretto a bere si passano anche la bottiglia di wodka
Monique Zaffiro 4 sett fa su fb
Far iniziare le lezioni a orari differenti
Fedeltà 4 sett fa su tio
..ma vivete e non rompete ma avete solo il covid in testa???
Dany Elia 4 sett fa su fb
Verissimo! alla fermata del liceo, sono saliti una massa di ragazzi, distanziamento ovviamente inesistente ! Dovrebbero prevedere un bus supplementare durante l’ora di uscita delle scuole
Ludovica Fantoni 4 sett fa su fb
Dany Elia perché invece in classe e nella scuola il tutto come prima va bene?
Giorgio Cerri 4 sett fa su fb
Dany Elia averceli i bus supplementari
Francesco Cec Moretti 4 sett fa su fb
Dany Elia nel weekend tutti ammassati al parchetto?
Rita Turrin 4 sett fa su fb
Ludovica Fantoni nei licei hanno obbligo mascherina
Ludovica Fantoni 4 sett fa su fb
Rita Turrin si certo, a parte che l’obbligo è molto discutibile, secondo alle medie e tutti gli altri?
Gerry Bezzola 4 sett fa su fb
Francesco Cec Moretti esatto anche alle medie più parlano che sono ammassati sui bus ... alle fine sono come quelli che manifestano per il clima ipocriti
Loredana Ponzo 4 sett fa su fb
Dany Elia i bus supplementari non ci sono purtroppo
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-24 17:28:11 | 91.208.130.85