Archivio Keystone (immagine illustrativa)
CANTONE
05.08.2020 - 18:070

Il servizio postale? «Va rafforzato, non smantellato»

Il Partito Comunista prende posizione sulla proposta di Avenir Suisse di diminuire i giorni di consegna

BELLINZONA - La consegna delle lettere dovrebbe avvenire soltanto due o tre volte alla settimana. Questo è perlomeno quanto propone Avenir Suisse, quale soluzione che contribuirebbe a stabilizzare il calo del reddito operativo determinato dalla diminuzione dei volumi della posta.

Non ci sta il Partito Comunista, che oggi prende posizione su tale proposta: «La diminuzione dei giorni di consegna si tradurrebbe in un gravoso, manifesto e generalizzato peggioramento della qualità del servizio offerto, del quale risentirebbero in particolare le zone periferiche oltretutto già provate dal progressivo smantellamento degli uffici postali» si legge in una nota stampa.

E il partito parla anche di un incremento dei costi a carico dell'utenza che «dovendo o volendo recapitare una missiva in tempi più brevi, sarebbe a quel punto tenuta a pagare un supplemento per il servizio speciale». La diminuzione dei giorni di distribuzione rischierebbe anche di corrispondere «non solo a un aumento della pressione già tutt'altro che trascurabile sul lavoro dei posti, ma anche a una successiva e deleteria serie di licenziamenti».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-25 17:46:29 | 91.208.130.87