Tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
FOTO E VIDEO
LUGANO
8 ore
Scontro tra un'auto e una bici: ciclista in pericolo di vita
L'uomo è un 63enne della regione. Alla guida della vettura una 86enne domiciliata nel Luganese.
CANTONE
9 ore
Gottardo: ritardi e attese a sud e a nord
Tra Quinto e Airolo bisogna pazientare anche per un'ora. La strada del passo, inoltre, è chiusa.
LUGANO
11 ore
Se l'arte urbana passa dal Wi-Fi
Presentato questa mattina da Leonardo Angelucci "Wi-Fi: Looking for networks", attivo da novembre
FOTO
CAMORINO
13 ore
Moto contro la barriera metallica
Sul posto due auto della polizia. Chiusa la corsia di sorpasso.
LUGANO
13 ore
Lavori sulla linea del trenino FLP
Il servizio verrà interrotto nelle ore serali. Circoleranno bus sostitutivi.
CANTONE
14 ore
Denunce sul posto di lavoro, scatta la mozione
Il PS chiede al Consiglio di Stato di informare, sensibilizzare e conoscere
CANTONE
14 ore
Agente a processo per un radar: «Una distorsione del sistema»
Il comitato OCST dei funzionari di polizia esprime il massimo sostegno al collega
CANTONE / SVIZZERA
16 ore
Quando "la plastica" si vede nella pipì dei bambini
Trovate anche tracce di bisfenolo A, classifica come sostanza con effetti tossici
CANTONE / URI
17 ore
Le vacanze autunnali bloccano il San Gottardo
La coda al portale nord della galleria ha già toccato i 10 chilometri
FOTO
CANTONE
1 gior
«In classe distanti, sui bus ammassati»
Azione di protesta quest'oggi in diversi istituti scolastici.
CANTONE
1 gior
Beccato dal radar a 100 km/h sui 50, poliziotto a processo anche se era un'emergenza
Il prossimo 9 ottobre un agente della Cantonale sarà giudicato alle Assise correzionali di Lugano
CHIASSO
1 gior
Pelli all'asta
La curiosa vendita all'incanto organizzata dall'Ufficio di esecuzione
CANTONE
1 gior
I radar risparmiano (ancora) solo la Valle di Blenio
La prossima settimana i controlli della velocità mobili avranno luogo in sei distretti su otto.
FOTO
MASSAGNO
1 gior
Cade una pianta, e Massagno resta senza corrente
Questa sera un blackout ha colpito case, attività e anche i semafori. Tutto per un albero divelto in zona La Stampa
BELLINZONA
1 gior
Mamme tremende, col SUV quasi in classe
Nuove segnalazioni dalla zona delle scuole nord. Il municipale Roberto Malacrida: «Chiediamo più rispetto».
FOTO E VIDEO
MELANO
1 gior
Il vento sradica una pianta e fa cadere alcuni pannelli
A Melano un albero dalle dimensioni notevoli ha ostruito la strada Cantonale.
FOTO
BELLINZONA
1 gior
La capitale non ne può più dei vandali
Sui nuovi moduli prefabbricati delle Scuole elementari Nord sono apparse diverse scritte.
BELLINZONA
1 gior
Lavori di pavimentazione
Saranno parzialmente chiuse via Gesero, via Mordasini e via Monte Gaggio
CANTONE
1 gior
Cpi: «Una decisione scandalosa»
Abusi sessuali: la Lega tuona contro Ps e Liberali per la votazione sulla commissione d'inchiesta
LOCARNO
1 gior
«Affitto spropositato che mette a rischio il Casinò»
La casa da gioco fa la voce grossa con la locatrice Kursaal Sa
BELLINZONA
1 gior
Un video a scuola fa arrabbiare Robbiani
Lo spot per il "sì" alla limitazione «strumentalizzato» davanti agli allievi. Scatta l'interrogazione
CANTONE
1 gior
Cooperazione e sviluppo, 14 nuovi diplomati
Sono invece 16 le persone iscritte al percorso accademico di quest'anno.
FOTO
CANTONE
1 gior
È arrivato il freddo
In montagna le prime nevicate, nel Malcantone la grandine.
CANTONE
1 gior
Una giornata senza carne né pesce
Verrà introdotta a scadenze regolari nei ristoranti scolastici e nelle mescite delle scuole medie e post obbligatorie.
CANTONE
1 gior
Cinque nuovi contagiati in Ticino
Nessun decesso e un nuovo ospedalizzato. Il bilancio del coronavirus in Ticino
CANTONE
1 gior
«Rabbia e indignazione» per la mancata istituzione della commissione d'inchiesta
"Iolotto ogni giorno" contro la scelta del Gran Consiglio: «Un brutto segnale nei confronti di tutte le donne».
CANTONE
1 gior
Magistrati part-time?
Tempo parziale anche per giudici e procuratori: lo chiede una mozione
FOTO E VIDEO
CONFINE
1 gior
Un morto e sette famiglie evacuate
Il maltempo che ha colpito l'Insubria ieri sera ha fatto danni non solo in Ticino. Tragedia a Varese.
FOTO E VIDEO
BEDANO
1 gior
Che grandinata!
Tra alto Malcantone e valle del Vedeggio una sfuriata di chicchi di ghiaccio
CANTONE
1 gior
In poche ore, una valanga di firme
Lanciata una petizione contro i rincari delle casse malati in Ticino. Ed è boom di adesioni
BELLINZONA
1 gior
«Ad aprile non mi ripresento, l’avevo già deciso tempo fa»
Sorpassi milionari nella capitale. Lo sfogo del municipale Christian Paglia dopo la sua “crocifissione” pubblica.
FOTO E VIDEO
MERCATO LUGANO
1 gior
«La mia? Una malattia. Ma che mi fa felice»
Al mercatino del sabato si trova anche Amnon Korach, appassionato di oggetti da lavoro antichi, in legno e metallo.
GORDOLA
2 gior
«Le multe “fioccano” se si entra in contromano»
Il Capo dicastero sicurezza pubblica risponde al gruppo Lega-UDC contro la fotocamera mobile per i controlli
FOTO
CANTONE
2 gior
Con l'acquazzone arrivano anche i disagi alla circolazione
Scontri e allagamenti sulle strade del cantone dopo una pioggia (forse) più sostanziosa dell'allerta di grado 2 diramata
CANTONE
21.05.2020 - 08:050
Aggiornamento : 22.05.2020 - 23:58

«Il Covid ha frenato i costi malattia. Se aumentano i premi qualcosa non va»

L'esperto di sanità Bruno Cereghetti spiega perché un aumento delle casse malati l'anno prossimo non si giustifica

Dal crollo del settore ambulatoriale al rinvio degli interventi, alla morte - purtroppo - dei pazienti che più avevano bisogno di cure costose. Ecco perché gli assicuratori malattia non potranno avanzare pretese elevate in autunno

BELLINZONA - Se non battono già cassa, hanno comunque messo le mani avanti. Giorni fa Santésuisse ha parlato di un aumento del 5% dei costi della salute nel primo trimestre dell’anno. Una pillola amara, quella annunciata dagli assicuratori malattia, ma soprattutto sorprendente visto il contemporaneo crollo della medicina extra coronavirus. 

«I costi della malattia nei primi sei mesi di quest’anno, in ragione del Covid, sono diminuiti. Su questo non ci piove, checché ne dicano gli assicuratori» sottolinea Bruno Cereghetti, esperto di sanità e socialità e fino al 2010 a capo dell’Ufficio cantonale dell’assicurazione malattia.

Può elencare punto per punto gli elementi del risparmio?
«Iniziamo col dire che il coronavirus non conosce cure e vaccino. Non ci sono quindi costi specifici. Stimiamo che in Ticino ci siano state finora 35mila persone toccate dal virus, ma quelle che si sono ammalate sono state quasi 3’500 con un costo ambulatoriale, in generale, relativamente ridotto».

Questo a fronte di chi non è più andato dal dottore…
«Gli studi medici in questi mesi erano vuoti per paura del coronavirus. Monetariamente, in ambito ambulatoriale, i costi sono decresciuti».

Se dal settore ambulatoriale passiamo invece all’ospedaliero?
«Lo stesso discorso vale per lo stazionario. Perché tutta la parte degli interventi elettivi è stata bloccata. È vero che ci sono i costi delle ospedalizzazioni dovute al Covid, e in particolare le cure intense che costano molto di più della media. Ma tutto sommato, fortunatamente, sono state relativamente contenute. Purtroppo non nel canton Ticino, ma certamente nel resto della Svizzera. Da noi invece c’è stato un flagello di ospedalizzazioni e di morti».

Se ponessimo sulla bilancia i costi del coronavirus, da un lato, e la mancata medicina, dall’altro?
«Il piatto penderebbe senz’altro a favore degli assicuratori. Chiaramente nella seconda parte dell’anno, a meno di nuove ondate, ci sarà un certo recupero degli interventi elettivi che sono stati procrastinati. Tra l’altro c’è un altro dato, curioso, che depone a favore del risparmio. Stranissimamente si nota che - è una tendenza mondiale ma vale anche per il Ticino - durante il periodo del coronavirus sono sensibilmente diminuiti gli infarti e gli ictus. Non c’è al momento una risposta scientifica ma ne vediamo l’effetto».

Ci sono altri fattori che influiranno sui costi della malattia?
«Peserà, purtroppo, ed è un tasto dolentissimo, l'elevato numero dei decessi che tocca il Ticino in modo esponenziale, essendo la zona del mondo dove ci sono stati più morti per centomila abitanti. L’età media delle vittime è superiore agli ottant’anni e si trattava di polimorbidi che avevano bisogno di molte cure. Questi, purtroppo, sono morti e non sono più una spesa per gli assicuratori che risparmieranno 4-5 anni di costi, poiché la speranza di vita è stata abbassata dal virus».

In conclusione se gli assicuratori malattia batteranno cassa in autunno…?
«… ci sarebbe decisamente qualcosa che non funziona. In generale c’è un trend di aumento dei costi per effetto dell’anzianità della popolazione. Paradossalmente il coronavirus è intervenuto a dare una frenata artificiale. Per cui sarebbero veramente malvenuti gli assicuratori se arrivassero con pretese esorbitanti di premio per il 2021. Anche perché hanno promesso, e li controlleremo, che tutti i costi legati al coronavirus saranno assunti attraverso le riserve che oggi sono indecentemente elevate. Che almeno vengano usate bene». 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
volabas 4 mesi fa su tio
Se aumentano i premi? Certo che aumentano, non bisogna essere Nostradamus per capirlo
Marco Basili 4 mesi fa su fb
Certo che se vengono in PS perché ad uno gli cadono i capelli e un altro ha il torcicollo....
Giorgio Castoldi 4 mesi fa su fb
Malandazzo importato... l'ho sempre detto...
Simona De Martino 4 mesi fa su fb
Anthony Mirenda
Vesna Setek 4 mesi fa su fb
Non va da anni come non va lavoro, controllo in generale tutto, salari, pensioni eeeeeeeeee.......
Mag 4 mesi fa su tio
Davanti a un popolino cosi' bue, davanti a gente cosi' pecora, se fossi al posto degli operatori delle CM, non so se non farei farei lo stesso. Quanto trattato nell'articolo può accadere perché viene permesso, succede perché viene accettato che la politica glielo permetta, succede perché la maggior parte del popolo è ignavo.
Marc Room 4 mesi fa su fb
Raga ...in ticino si vive bene
Luca Civelli 4 mesi fa su fb
Tanto in caso di aumento ad accorgersene sarebbe una minoranza di assicurati: quelli che pur non essendo ricchi devono pagarsi il premio da soli senza sussidi. Per gli altri cambierebbe poco o nulla.
miba 4 mesi fa su tio
Finché non ci sarà un'assicurazione malattia statale (e l'assicurazione malattia è l'unica assicurazione sociale gestita da privati....) gli assicuratori malattia avranno sempre buon gioco nel loro business. Forse Cereghetti in parte ha anche ragione ma per contestare eventuali aumenti di premio bisogna basarsi su cifre reali e non su teorie e/o supposizioni. La vedo quindi dura dal momento che le cifre delle casse malati sono quelle che appaiono nei loro rapporti annuali, abilmente pilotate per tutti i creduloni.....
Tato50 4 mesi fa su tio
@miba E nei conti delle CM nessuno può metterci il naso. Sarebbe il caso che si cambi qualcosa e una Commissione neutra dia ogni tanto un'occhiata. L'importante che in questa Commissione non faccia parte qualcuno che abbia interessi personali-;(
Mag 4 mesi fa su tio
@miba ... il popolo merita quello che accetta; forse al loro posto fare anche io cosi'.
Bracco Boris 4 mesi fa su fb
Ma pensa un po'....Ci saranno gli aumenti delle casse malati....Voglio sentire cosa si inventeranno per gli aumenti....Ormai oggi la cassa malati e' diventata un lusso da potersi permettere, visto che tanti purtroppo non ce la fanno piu' a pagarla....Costa come un' affitto di casa per una famiglia....
Bianchi Roberta 4 mesi fa su fb
Questa volta è guerra
Tato50 4 mesi fa su tio
Cereghetti , persona di grandi capacità nel settore. Se non era per lui nessuno si accorgeva che le CM attingevano dalle nostre riserve per tenere bassi i premi in altri Cantoni. Centinaia di milioni che il Beltrasereno, quando ci hanno rimborsato una miseria del maltolto ha avuto il coraggio di dire "Giustizia è fatta" -;(((((
sedelin 4 mesi fa su tio
se tutti rifiutassero di pagare l'aumento...
Mag 4 mesi fa su tio
@sedelin ... cambierebbe tutto.
Miljenko Zupetic 4 mesi fa su fb
Cassiss, non vaaaa
Pasquale Gaudiero 4 mesi fa su fb
Li hanno sempre aumentati ...perché dovrebbe essere il contrario ora ????
Mary Schmitz 4 mesi fa su fb
Non va gia da molto
Libero pensatore 4 mesi fa su tio
Gli aumenti arriveranno puntuali come ogni anno. Non ho dubbi su questo. Che sia un business non lo può discutere nessuno. La baggianata del mercato libero e della concorrenza ormai non se la beve più nessuno. Non ho mai visto un mercato in regime di concorrenza dove i clienti sono obbligati a comprare il prodotto. Certo, è business che sfama parecchie bocche ....
Mag 4 mesi fa su tio
@Libero pensatore Il business sfama molte meno bocche di quante ne affama; alla baggianata del "mercato libero" vi credono molti di più di quelli che non vi credono: fattene una ragione.
Patrizia Bertanza 4 mesi fa su fb
È un pezzo che qualcosa non va! È un pezzo che lo di dice è proprio per questo é stata portata avanti la votazione per una cassa malati unica ! Risultato? 🥺😞
Roberto Ruzza 4 mesi fa su fb
Patrizia Bertanza chissà se lo spoglio dei voti per la cassa malati unica è stato regolare? sempre loro comandano 👎
Patrizia Bertanza 4 mesi fa su fb
Roberto Ruzza mah !
Patricia Widy 4 mesi fa su fb
Vergognoso 🤬🤬🤬
Ella Scaglioni 4 mesi fa su fb
Lorenzo Erroi
Tona Dor 4 mesi fa su fb
"Riserve indecentemente elevate" e nessuno fa niente. A livello federale, intendo, mica a livello popolare: ormai penso che ci siamo tutti svegliati dalla palla cosmica del "in Svizzera comanda il popolo", si?! Giusto? Bene. Ci si assume UFFICIALMENTE la responsabilità di affermare che le riserve sono indecentemente alte ma, guarda un po', nessuno osa toccare questa mafia. Avanti così
Roberto Ruzza 4 mesi fa su fb
Tona Dor infatti in Italia si chiamano/ mafia/camorra/n’drangheta ecc ecc 👎quì si chiamano ASSICURAZIONI MALATTIA ma sempre succhia sangue sono 👎👎
santo 4 mesi fa su tio
Puro monopolio gestito da faccendieri protetti dalla politica
Luca Rino 4 mesi fa su fb
Due mesi che i pronto soccorsi sono deserti! Allora la gente è sempre andata per niente!!! complimenti!
Milano Milano 4 mesi fa su fb
Luca Rino è mai andato in un ps? Evidentemente no
Luca Rino 4 mesi fa su fb
Milano Milano le statistiche parlano chiaro!
Milano Milano 4 mesi fa su fb
Luca Rino le statistiche lasciano il tempo che trovano, io ho accompagnato un famigliare tre volte e le posso assicurare che dopo ore non era ancora stato portato in camera perché il ps, tutte e tre le volte era pieno e non dimentichi che erano state sospese tutte le visite e operazioni programmate. Venivano effettuate solo le urgenze, io sono mesi che non riesco a vedere e parlare con il mio medico di base, sembra che esista solo il covid...
Eva Zimmermann 4 mesi fa su fb
Vedremo a ottobre.
albertolupo 4 mesi fa su tio
Non hanno mai presentato dei conti chiari a giustificazione degli aumenti. E il Consiglio federale non ha mai avuto il coraggio di bloccargli gli aumenti, sebbene sia un loro dovere...
Trasp 4 mesi fa su tio
Il nostro sistema sanitario è basato sul profitto. Più un medico prescrive medicamenti e più viene remunerato. Per malattie come il cancro si insiste con la chemioterapia, costosissima, e che provoca anche pesanti effetti colaterali. Per i furbetti la cassa malati fa la generosa, a nostre spese, e gli paga la vacanze alle Spa. Le casse malati più grandi fanno centinaia di milioni di utili (ma come le casse malati fanno gli utili e poi aumentano i premi?).
jena 4 mesi fa su tio
la classica patata che scotta che nessun politico vuole prendere in mano... neanche quelli rossi che preferiscono usare la scusa dei sussidi!!!!
Maurizio Roggero 4 mesi fa su fb
Ringraziamo chi a suo tempo non ha votato per la cassa malati unica 😉
Anni Na 4 mesi fa su fb
Maurizio Roggero scusi ma lei pensa veramente che con la CM unica (senza più concorrenza) i premi si abbasserebbero? Per capirlo basta solo vedere che decisioni stanno prendendo a Berna 🤦‍♀️ tutto tranne che a favore dei cittadini!
Maurizio Roggero 4 mesi fa su fb
Anni Na beh già solo il fatto che con una cassa malati unica vi sarebbe un solo top manager invece di un top manager per ogni cassa è già un risparmio di un qualche milioncino di franchi all’anno e come inizio non è male 😉
Federico Anderegg 4 mesi fa su fb
...Qualcosa non va da troppi anni ormai 😂🤦‍♂️
Michael Giglio 4 mesi fa su fb
Fabio Borrelli
Essio Celestini 4 mesi fa su fb
Alfietto Marzullo ne parlavamo giusto ieri
Arminda Armi 4 mesi fa su fb
Qualcosa non va ,anche se non li aumentano. Da quanti anni ,è stato fatto un ribasso a favore degli assicurati ? Perchè i costi CM non fanno parte del paniere che determina il reale carovita.?
Lorella Castellini 4 mesi fa su fb
Arminda Armi Helsana l’anno scorso mi ha mandato un papiro di tre pagine, in cui orgogliosamente mi dicevano che era stata effettuata una riduzione dei premi, di ben 4.-! 😂
Perrone Claudio 4 mesi fa su fb
finchè ci saranno i polli che pagano... non conviene a nessuno abbassarli
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-27 02:06:33 | 91.208.130.85