Borradori ha confermato che la scultura non sarà spostata fino alla fine della mostra «Lugano: Riflessi di luce», il 22 settembre
LUGANO
18.04.2019 - 17:020
Aggiornamento : 19.04.2019 - 07:34

La croce non sarà spostata

Borradori: «Resta dov'è». Braglia: «Fine delle polemiche»

LUGANO - Il caso della "Luce Divina" è chiuso. Il sindaco di Lugano, Marco Borradori, ha deciso di porre fine alle polemiche sorte attorno alla croce d'acciaio di Helidon Xhixha affermando che questa rimarrà davanti alla chiesa di Santa Maria degli Angioli.

Borradori, in buona sostanza, ha confermato alla Rsi che la scultura non sarà spostata fino alla fine della mostra «Lugano: Riflessi di luce», il 22 settembre.

«Abbiamo deciso di dar seguito alle richiesta di Riccardo Braglia», organizzatore dell'esposizione, ha spiegato il sindaco. E Braglia ha ringraziato: «Finalmente sono finite le polemiche».

5 mesi fa «Mai chiesto lo spostamento dell'opera Luce Divina»
5 mesi fa «Spostiamo anche la chiesa degli Angioli?»
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-23 02:01:01 | 91.208.130.86