LUGANO
23.09.2011 - 12:170

È ora di realizzare una "Lugano a misura di bicicletta"

LUGANO - L'ATA Associazione traffico e ambiente, Sezione della Svizzera italiana, ha lanciato oggi un'iniziativa popolare per dotare Lugano di una rete di percorsi ciclabili. L’associazione intende così sollecitare la Città di Lugano a rendere sicuri e piacevoli gli spostamenti in bicicletta.
 Denominata  “Lugano a misura di bicicletta” (Lugano in bici), l'iniziativa è sostenuta da Pro Velo, dal Velo Club Lugano, dal Gruppo Consiglieri Comunali “in bici per Lugano” e da una dozzina fra gruppi e associazioni.

L’Iniziativa è stata presentata alla stampa questa mattina dalla presidente dell'ATA della Svizzera italiana, Caroline Camponovo, che ha sottolineato che “si parte praticamente dal nulla, dato che Lugano è una città dove non esistono piste ciclabili e dove andare in bicicletta è molto pericoloso”. Tuttavia, “il numero degli utenti della bicicletta negli spostamenti quotidiani è comunque in aumento anche a Lugano: si tratta di persone di tutte le età che si spostano per andare al lavoro, fare la spesa, recarsi a scuola”, ha affermato Chiara Lepori Abächerli, prima firmataria dell'iniziativa e membro del Comitato ATA. Per permettere alla bicicletta di sviluppare tutto il suo potenziale occorre ora una rete di percorsi ciclabili continui e sicuri, ciò che appunto chiede l'iniziativa popolare.

Per Giordano Macchi, Consigliere comunale e membro del Gruppo  Consiglieri comunali “in bici per Lugano”, “visto che gli anni passano e di novità radicali a favore della bici non se ne vedono, il nostro gruppo accoglie con piacere questa iniziativa popolare. Un ulteriore tassello per migliorare nel medio periodo la caotica mobilità luganese“. Portando il sostegno di Pro Velo all'iniziativa „Lugano in bici“, Fabiano Piazza ha dal canto suo ricordato che “in Svizzera vi sono più di 4 milioni di biciclette su quasi 8 milioni d’ abitanti e una parte di queste biciclette è presente anche in Ticino. Certamente molte sono posteggiate in garage e noi vogliamo invogliare la gente a rifarne uso”.

 Infine, Nenad Stojanovic, membro del Comitato ATA-SI e deputato in Gran consiglio, ha concluso: “vogliamo che sia il Popolo ad avere l’ultima parola: se accetterà l’iniziativa, le autorità politiche – di Lugano, ma di riflesso anche quelle degli altri Comuni dell’agglomerati e del Cantone – dovranno attuare le misure previste per la mobilità ciclabile entro il 2015. È questo ciò che vogliamo. È questo che alla fine – ne sono certo – otterremo”. Gli iniziativisti hanno ora 90 giorni di tempo per raccogliere le 3'000 firme necessarie per un'iniziativa popolare comunale a Lugano.

L’iniziativa “Lugano a misura di bicicletta”- L’Iniziativa “Lugano in bici” chiede che venga realizzata al più presto, ma non oltre 3 anni, una rete ciclabile sicura e continua tra i vari quartieri, affinché ci si possa spostare in bici con tranquillità e sicurezza. Secondo gli iniziativisti, nonostante le autorità riconoscano alla bicicletta un ruolo importante negli spostamenti brevi e nel decongestionare le strade dal traffico, finora non le è stata data la dovuta attenzione. Fin dal 1994 i documenti ufficiali affrontano e pianificano la mobilità lenta (per es. il Piano dei Trasporti del Luganese, Programma d’Agglomerato del Luganese e scheda M10 del Piano direttore cantonale)  eppure quasi nulla di quanto prescritto è stato realizzato o è previsto a breve termine.

Fanno parte del Comitato dell’iniziativa - Chiara Lepori Abächerli, Giordano Macchi, Nenad Stojanovic, Fabiano Piazza e Marco Vitali. Inoltre sostengono l’iniziativa i consiglieri comunali di Lugano Giordano Macchi (PLR), Laura Tarchini (PPD), Melitta Jalkanen (I Verdi), Gianni Cattaneo (I Verdi),  il Gran consigliere Fausto “Gerri” Beretta Piccoli (I Verdi)  oltre a Marilena Ranzi Antognoli e Lukas Kaufman.
L’iniziativa è stata lanciata in collaborazione con: Pro Velo Ticino, WWF, Velo Club Lugano, Gruppo Bici del Consiglio comunale di Lugano, ALRA Associazione Liberale Radicale per l'ambiente, Cittadini per il Territorio,  Medici per l'Ambiente, Partito socialista Lugano, I Verdi Lugano, Abitat, Greenpeace Ticino, ACSI Associazione consumatrici della Svizzera italiana, ASTUTI Associazione Ticinese degli Utenti dei Trasporti Pubblici, GISO, Saetta Verde e Viva Gandria
 
 

Potrebbe interessarti anche
Tags
lugano
iniziativa
bici
bicicletta
associazione
velo
misura
verdi
iniziativa popolare
svizzera
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-10 23:43:56 | 91.208.130.87