Keystone
SVIZZERA
05.12.2018 - 11:010

«Delusione, ma non troppo»

I sostenitori della candidata urana Heidi Z'graggen la prendono con filosofia: «Il nostro cantone va avanti senza un rappresentante in Consiglio federale dal 1848 e sopravviverà anche a questo»

BERNA - I sostenitori della candidata urana al Consiglio federale Heidi Z'graggen si sono detti delusi dopo l'esito delle elezioni odierne.

«È comunque importante che con Viola Amherd sia stata eletta in governo una rappresentanti dei cantoni di montagna», ha affermato il landamano (presidente dell'esecutivo) di Uri Roger Nager (PLR).

Nager si è detto sorpreso dell'elezione di Amherd già al primo turno. Per Uri, ha aggiunto, è stato comunque un successo che il Cantone abbia potuto presentare una candidatura ufficiale.

Anche il presidente del PPD urano Flavio Gisler è rimasto deluso. «Semplicemente non ha funzionato», ha detto. Decisivo è stato il fatto che Z'graggen, a differenza di Amherd, non è membro del parlamento federale.

Pragmatico l'ex consigliere nazionale Franz Steinegger (PLR): Uri va avanti senza un rappresentante in Consiglio federale dal 1848 «e sopravviverà anche a questo».

Commenti
 
VISIO 1 sett fa su tio
Vergognoso non rispettare dopo secoli il canton URI, la candidata era certamente equivalente alla Vallesana.
Tags
consiglio
amherd
consiglio federale
graggen
uri
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-14 21:07:04 | 91.208.130.87