Cerca e trova immobili

SVIZZERAAumentano gli incidenti con i mezzi pubblici: 13 morti

27.06.23 - 15:16
Nel 2022 ci sono stati complessivamente 194 incidenti nei trasporti pubblici.
20 Minuten Agency
Fonte ATS
Aumentano gli incidenti con i mezzi pubblici: 13 morti
Nel 2022 ci sono stati complessivamente 194 incidenti nei trasporti pubblici.

BERNA - Il numero di infortuni sul lavoro nei trasporti pubblici è aumentato. Stando all'Ufficio federale dei trasporti (UFT), nel 2022 sono stati segnalati 21 incidenti con vittime o feriti gravi, di cui dodici sui cantieri.

Altri due collaboratori hanno perso la vita o subito ferite gravi mentre facevano manovre. Secondo l'UFT, l'alto numero di infortuni gravi sul lavoro richiede ulteriori misure da parte delle compagnie di trasporto. L'ufficio federale intende intensificare i controlli ed esaminare nuovi provvedimenti per una maggiore sicurezza.

Nel 2022 ci sono stati complessivamente 194 incidenti nei trasporti pubblici. Il numero rientro nel normale margine di fluttuazione, precisa l'UFT. In questi sinistri sono rimaste gravemente ferite 135 persone, un numero simile a quello degli anni precedenti. Tuttavia il bilancio delle vittime è salito a 33, ovvero il doppio rispetto al 2021. Per tornare a una cifra analoga bisogna risalire al 2015 e al 2016.

Collisioni con treni autobus o tram - Tra le vittime ci sono 13 utenti della strada che si sono scontrati con treni, autobus o tram. Undici persone sono morte in incidenti dopo essere penetrate in zone di traffico non autorizzate, quali i binari.

Sette altre vittime erano dipendenti delle imprese di trasporto e due erano passeggeri, morti in incidenti dovuti a cadute su un tram e su un bus, si legge ancora nel rapporto dell'UFT.

Molto sicuri in confronto internazionale - Nel confronto internazionale i trasporti pubblici svizzeri sono comunque molto sicuri: nel 2022 la Confederazione era al terzo posto, dietro Regno Unito e Paesi Bassi. Per quanto concerne la sicurezza ai passaggi a livello il nostro Paese detiene il primo posto. Il programma, che prevede il risanamento sistematico di questi passaggi grazie al contributo della Confederazione, sta dando i suoi frutti.

In generale i trasporti pubblici continuano ad offrire un elevato livello di sicurezza, precisa l'UFT. Il rischio di perdere la vita a bordo di un'auto è 93 volte più grande rispetto a quello di chi viaggia in treno. Per i ciclisti è 1096 volte superiore e per i motociclisti 2539 maggiore rispetto agli utenti delle ferrovie.

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

F/A-19 9 mesi fa su tio
Ci si ostina a far girare questi bisonti sempre vuoti che in moltissime strade non riescono ad incrociarsi, hanno poi speso milioni per modificare le fermate che logicamente una volta erano ricavate da una nicchia, ora sono tutte sulla carreggiata creando colonne. Non suonano più nelle curve così che te li trovi all’improvviso in curva in parte sulla tua corsia, pericolosissimo. Fosse una ditta privata sarebbe già fallita da un pezzo, in più sono carissimi.

Evry 9 mesi fa su tio
Niente di sorprendente, ora alla guida ci sono degli autisti inesperti in tutti i sensi, ogni autista può guidare dei Bus dopo un corso di breve durata !! E La Posta mette a rischio i passeggeri.Vergogna

francox 9 mesi fa su tio
Il traffico è diverso da quello di una volta. Gli autisti pubblici invece sono proprio di un'altra stirpe.

Gianair 9 mesi fa su tio
Non mi sorprende con certi autisti e lo stipendio che in proporzione è l'equivalente al 50% rispetto a 30 anni fa.
NOTIZIE PIÙ LETTE