lettore 20 minutes
TURGOVIA
23.09.2020 - 00:000
Aggiornamento : 10:22

In oltre 500 a festeggiare sulla barca e senza mascherina

È accaduto sul lago di Costanza. La festa era autorizzata, ma non sono state rispettate le norme anti covid.

Il cantone ora intende intraprendere un'azione legale contro gli organizzatori.

ROMANSHORN - Nonostante l'impennata di casi in mezza Europa, c'è chi ancora sceglie di vivere momenti di festa in compagnia, in barba a qualsiasi norma anti covid.

Tra questi le centinaia di persone a bordo del battello Euregia, operativo sul Lago di Costanza. Nel fine settimana, infatti, il traghetto è stato utilizzato per una festa "hardstyle". Quindi all'insegna di musica e probabilmente anche alcool. L'imbarcazione era partita da Romanshorn (TG) e l'evento era regolamentato a livello federale (ai festaioli era stato imposto l'obbligo di indossare la mascherina».

Ma questa misura non è stata minimamente rispettata dalla maggior parte dei festaioli. «Con il mio binocolo, ho potuto osservare che molte persone non indossavano mascherine», racconta un lettore a 20 Minutes. A bordo c'erano tra le 500 e le 700 persone. «È davvero assurdo lasciare che un evento del genere venga organizzato», aggiunge.

Nonostante le regole siano state comunicate agli organizzatori, era praticamente impossibile effettuare un controllo. Il lettore afferma di comprendere la difficoltà nel rispettare le norme anti covid con il clima di festa che regnava a bordo. Ma sostiene anche che «organizzare una festa del genere nella situazione attuale è segno di scarsa attenzione». «Se solo una persona era positiva al coronavirus, ora abbiamo un grosso problema», conclude.

Gli organizzatori e la società di navigazione del Lago di Costanza si giustificano, tramite un comunicato congiunto, ricordando che «l'evento è stato approvato dalle autorità competenti». Prima e durante la manifestazione, i passeggeri sono stati informati del fatto che avrebbero dovuto tutelarsi rispettando tutte misure igieniche del caso.

Un'altra festa il giorno successivo - Per l'occasione è stato anche messo in atto il tracciamento dei contatti in modo che solo i festaioli già registrati e in possesso di un codice QR e un ID valido, fossero autorizzati a salire a bordo. Sono state inoltre distribuite gratuitamente mascherine a tutti. Con questo, gli organizzatori ritengono di aver rispettato le norme federali. Nonostante gli accorgimenti, tuttavia, sabato scorso erano pochissimi gli ospiti a indossare la mascherina.

E il giorno successivo, sulla stessa imbarcazione, si è tenuta un'altra festa. Secondo il "St. Galler Tagblatt”, non sono state rispettate nemmeno le distanze. Come se non bastasse, la polizia tedesca è stata chiamata domenica a causa di diverse segnalazioni di rumore proveniente dall'Euregia. La musica era talmente alta da essere ben udibile anche a riva.

Il quotidiano precisa che il canton Turgovia intende intraprendere un'azione legale contro gli organizzatori.

lettore 20 minutes
Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-11-01 02:50:12 | 91.208.130.89