Screenshot Video Keystone-sda.ch
+15
ULTIME NOTIZIE Svizzera
BERNA
3 ore
Scoperto un locale con bisca clandestina
La polizia ha sequestrato dei contanti, presumibilmente usati per il gioco d'azzardo.
BERNA
3 ore
Due svizzere disegnano l'introduzione dei Simpson
La celebre scena del divano andrà in onda stasera negli Stati Uniti.
SONDAGGIO
ZURIGO
5 ore
Gli uomini guardano più porno, con conseguenze
Durante la pandemia, il consumo eccessivo di pornografia in rete è aumentato notevolmente.
ZURIGO
6 ore
Con sei chili di cocaina in auto, arrestato "turista" olandese
La droga, dal valore di circa mezzo milione di franchi, era stata accuratamente nascosta.
BERNA
7 ore
Migliaia di test PCR scaduti, erano stati acquistati per eventuali emergenze
Costo per la Confederazione? Circa 14 milioni di franchi
SVIZZERA
9 ore
Marco Chiesa attacca i consiglieri federali "disorientati" del PLR
Il ticinese denuncia i «continui patti con la sinistra» di un partito «che non rappresenta alcuna posizione borghese».
FOTO
GRIGIONI
9 ore
In fiamme un capannone, danni per oltre un milione
Diverse squadre di pompieri si sono recate sul posto. Non dovrebbero esserci feriti.
ZURIGO
10 ore
Bambini e adolescenti, più che raddoppiati i tentativi di suicidio
Lo psicologo Markus Landolt sostiene che la causa principale è da ricondurre al coronavirus.
SVIZZERA
11 ore
Accordo quadro: Cassis presto a Bruxelles con Parmelin
«Nessun altro consigliere federale conosce il dossier come lo conosco io», ha sottolineato il ticinese.
SVIZZERA
21 ore
Roche: i test fai da te sono già esauriti
Tuttavia, da settimana prossima le consegne dovrebbero riprendere a pieno ritmo
SVIZZERA
22 ore
Appartamento in fiamme: c'è una vittima
Il corpo è stato scoperto dai pompieri accorsi per domare le fiamme
ZURIGO
1 gior
Un botto durante il controllo, ferito un poliziotto
Ad esplodere è stato un fuoco d'artificio.
URI
1 gior
In circa 500 alla manifestazione annullata
Un gruppetto di irriducibili è stato accerchiato e si è dovuto far ricorso a gas lacrimogeni.
BASILEA 
1 gior
La polizia insegue i delinquenti, ferita una ciclista
Fuga rocambolesca nel centro di Basilea. Diverse le infrazioni commesse.
SVIZZERA
1 gior
Il numero uno della Polizia: «Occorre dialogare con i giovani»
Fredy Fässler vorrebbe che i giovani venissero coinvolti maggiormente nelle decisioni relative alle restrizioni.
VAUD
03.12.2019 - 10:000
Aggiornamento : 15:51

«Le porte sono state fatte saltare con l'esplosivo». Ecco il video

Ennesimo furgone blindato assaltato ieri nel canton Vaud: quello di Daillens è l'ottavo caso negli ultimi quattro anni, il terzo nel 2019. I malviventi ripresi in un filmato

LOSANNA - Un altro furgone blindato è stato preso di mira dai rapinatori ieri sera nel canton Vaud. Si tratta dell'ottavo caso analogo negli ultimi quattro anni. Una piaga che, nonostante alcuni arresti compiuti il mese scorso, pare inarrestabile. Sono infatti molti i criminali - per lo più provenienti dalla vicina Francia - a cui i portavalori elvetici fanno gola. Un malvivente - dal carcere di Lione in cui è imprigionato proprio per un colpo analogo - aveva infatti dichiarato come «le enormi somme che girano sulle strade elvetiche stuzzicano ogni banda criminale di Lione».

Stesso modo, ora diversa - Il modus operandi dell'attacco, perpetrato ieri alle 19.30 presso l'uscita autostradale di Daillens, è infatti praticamente identico a quello usato ad agosto a La Sarraz: due automobili bloccano il blindato, i criminali lo assaltano e prima di fuggire con il bottino danno fuoco ai veicoli (vedi video in allegato). A divergere vi è solo un dettaglio: l'orario in cui l'attacco è stato condotto. 

Nessun ferito - Un attacco che, come precisato dalla portavoce della polizia vodese Olivia Cutruzzola a 20 minutes, «fortunatamente non ha provocato feriti». «Le persone a bordo del furgone sono comunque state obbligate a scendere sotto la minaccia delle armi. Per loro è stato quindi predisposto un supporto psicologico». Secondo un testimone oculare, il blindato è stato intrappolato tra due veicoli: «Le porte sono state fatte saltare con dell'esplosivo poi i malviventi si sono impossessati del bottino e sono fuggiti su due automobili di color nero».

Imponente dispositivo di ricerca - I criminali, il cui numero non è ancora stato determinato, sono attualmente in fuga. La polizia vodese, in collaborazione con le guardie di confine e agenti dei cantoni limitrofi, ha messo in atto un imponente dispositivo di ricerca per trovarli.

Seconda imboscata a Daillens - Il piccolo villaggio di Daillens, situato tra Losanna e Yverdon, non è la prima volta che viene scelto dai criminali come teatro di un'imboscata. Era infatti già successo il 27 gennaio 2017. Allora due blindati che trasportavano circa 6 milioni di franchi erano stati presi d'assalto alle 3.00 del mattino. I tre responsabili, però, non poterono godersi a lungo il sostanzioso bottino visto che furono catturati appena 20 minuti dopo il colpo.

Striscia nera e politica -  Otto assalti in quattro anni. Tre solo nel 2019. Continua la serie nera di attacchi ai furgoni blindati nel canton Vaud. Dopo La Sarraz (23 agosto alle 3.00 di mattina) e Mont-sur-Lausanne (20 giugno a mezzanotte) stavolta è toccato a Daillens. Questi attacchi hanno trovato molta risonanza sui media elvetici e sono terminati pure sui banchi di Berna. I corrieri portavalori chiedono infatti da tempo di poter utilizzare di notte furgoni più pesanti e meglio protetti. Da parte sua il consigliere nazionale vodese Oliver Feller (PLR) aveva inoltrato una mozione in questo senso. Mozione che il Consiglio federale aveva consigliato di respingere ad agosto. Il motivo?  Secondo l'Esecutivo veicoli di questo genere (con peso superiore alle 3.5 tonnellate) sarebbero troppo rumorosi per circolare la notte. Il Nazionale non si è ancora espresso sull'atto parlamentare.

keystone-sda.ch/ (LAURENT GILLIERON)
Guarda tutte le 17 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
bobà 1 anno fa su tio
la voglio fare semplice: I soldi vanno messi in un contenitore blindato fissato fermamente al veicolo. Se qualcuno cerca di manomettere la cassaforte o di spostarla al di fuori del veicolo, all'interno del contenitore, un sistema autonomo irrora di inchiostro indelebile il contenuto. Almeno per le banconote la cosa dovrebbe essere semplice. Per i metalli preziosi affidarsi a scorta armata (teste di cuoi, esercito, elicotteri che seguirebbero eventuali agressori, …). La gestione dei valori ha valore!
Lore62 1 anno fa su tio
@bobà ...poi portano via direttamente il veicolo con l'elicottero o su un autotreno... XD
TI.CH 1 anno fa su tio
Se questi facessero un lavoro onesto e lavorassero così velocemente verrebbero assunti di colpo.
Pongo 1 anno fa su tio
ma scusate non è peggio circolare di notte? Di giorno è pieno di gente/testimoni in giro e la luce del sole già di per se scoraggia i criminali solitamente... non capisco perché chiedono di circolare di notte
Pongo 1 anno fa su tio
@Pongo se al posto delle 3 di notte circolassero alle 3 del pomeriggio secondo me già sarebbe più complicato l'ambaradan
Zico 1 anno fa su tio
@Pongo magari girano alle 3 di notte perchè il trasporto di denaro si fa dopo aver prelevato i soldi da negozi, distributori di benzina etc. e magari alle 3 del pomeriggio questi sono ancora aperti e non vogliono tenersi il denaro nella notte per evitare furti con scasso.
Jolly88 1 anno fa su tio
Ma scusate, non capisco come questi abbiano il tempo di: Fermare gli autisti, fargli scendere, far saltare il portello, scaricare il furgone ed incendiarlo. Non hanno a bordo un allarme satellitare o GPRS? su amazon gli vendono a 30€ e puoi impostare fino a 5 numeri di telefono. mah...
Pongo 1 anno fa su tio
@Jolly88 l'operazione è più veloce di quanto sembra a quanto pare
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-11 20:00:10 | 91.208.130.86