Immobili
Veicoli
Imago
ULTIME NOTIZIE Svizzera
GINEVRA
3 ore
Auto sulle bancarelle, «andava a 140 chilometri orari»
Una persona è rimasta gravemente ferita alla gamba, ma la sua vita non è in pericolo. Le testimonianze dei commercianti
GRIGIONI
5 ore
Incidente mortale sul Bernina
Tre motociclisti hanno perso la vita in uno scontro. Strada e ferrovia del trenino sono rimaste chiuse per tre ore
BERNA
8 ore
Schianto di un elicottero, stavano prelevando una mucca
Le due persone rimaste ferite nell'incidente sono due uomini di 49 e 26 anni. Un terzo pilota è invece rimasto illeso
SVIZZERA
10 ore
Gas russo. Sarà un inverno difficile anche in Svizzera?
Mosca potrebbe stringere ulteriormente i rubinetti. Questo potrebbe avere conseguenze anche per il nostro Paese?
BERNA
11 ore
Elicottero si schianta sul Wiriehorn
A bordo c'erano due persone, entrambe ferite. Una di loro sarebbe in gravi condizioni
SVIZZERA
11 ore
Croce Rossa, Barbara Schmid-Federer è la nuova presidente
L'ex consigliera nazionale resterà a disposizione per una rielezione alla presidenza fino al 2027
SVIZZERA
11 ore
Critiche al Governo, Cassis e Keller-Sutter con "l'estintore"
I due consiglieri federali, intervenuti all'assemblea dei delegati PLR, hanno smorzato le polemiche
SVIZZERA
13 ore
«Basta armi e guerra, Bruxelles deve negoziare con Putin»
In caso contrario, spiega la consigliera nazionale Magdalena Martullo-Blocher, il continente rischia una profonda crisi
SVIZZERA
13 ore
«Più cooperazione, anche con la NATO, per proteggere la Svizzera»
Il presidente del PLR Thierry Burkart favorevole anche all'acquisto di nuovi aerei da combattimento
GINEVRA
14 ore
Con l'auto tra le bancarelle del mercato, un ferito a Ginevra
Il conducente non era in condizioni tali da poter guidare. Si indaga per capire se aveva consumato alcol o droghe.
URI
16 ore
Europa, difesa e migrazione: il PLR ne discute a Andermatt
I delegati si riuniscono oggi in assemblea. Presenti anche i consiglieri federali Ignazio Cassis e Karin Keller-Sutter
SVIZZERA
17 ore
Benzina ancora a peso d'oro. Ecco perché
Senza piombo e Diesel restano ancora oltre i due franchi. A dispetto del prezzo del greggio in discesa. Perché?
SVIZZERA
02.02.2022 - 19:480
Aggiornamento : 21:34

Gli F-35A non faranno più rumore

I nuovi jet da combattimento saranno più rumorosi degli F/A-18, ma sarà possibile effettuare la metà dei voli

BERNA - L'inquinamento fonico nei tre aerodromi militari svizzeri rimarrà sui livelli attuali anche con l'entrata in servizio del nuovo jet da combattimento F-35A. Infatti, se da un lato è vero che il caccia di produzione americana è più rumoroso in fase di decollo di quelli in dotazione attualmente, dall'altro permetterà di dimezzare i voli necessari.

È quanto emerge da un rapporto sulle misurazioni del rumore e sull'impatto degli F-35A, allestito da armasuisse sulla base delle valutazioni fatte dal Laboratorio federale di prova dei materiali e di ricerca (Empa) durante il processo di selezione del nuovo jet dell'esercito. L'analisi riguarda gli aerodromi di Payerne (VD), Meiringen (BE) ed Emmen (LU).

La sintesi, indica in un comunicato il Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS), è che l'F-35A è più chiassoso degli F/A-18 C/D e degli F-5 utilizzati finora. Tirando le somme però, grazie alla riduzione di circa la metà del numero di decolli e atterraggi l'inquinamento acustico resterà simile a quello attuale. Inoltre, in collaborazione con il costruttore Lockheed-Martin e con l'EMPA, sono al vaglio altre possibili misure di riduzione del frastuono.

Differenza appena udibile - Entrando nei dettagli, l'F-35A al decollo produce un rumore superiore di 3 decibel A rispetto all'F/A-18 C/D. Si tratta di una differenza appena percepibile dall'orecchio umano durante le normali attività nei pressi di un aerodromo. All'atterraggio, la discrepanza di rumore scende mediamente tra 0 e 1 db(A), mentre nel corso del rullaggio a terra si attesta a 5 db(A).

La proporzione di frequenze più basse è maggiore per l'F-35, il che può comportare una diversa percezione del suono, viene precisato nella nota. Poiché esso è percepito in media come più rumoroso di circa 3 dB(A), le curve isofoniche corrispondenti a una data immissione di rumore coprono una superficie maggiore in fase di decollo in confronto all'F/A-18.

Meno voli - Per stimare l'inquinamento fonico complessivo in un anno, vanno tuttavia presi in considerazione anche i movimenti di volo. E questi, rispetto ai caccia a disposizione al momento, con l'F-35 potranno essere praticamente dimezzati, grazie a un allungamento della durata media delle missioni di addestramento e alle ore di volo pianificate. Sarà dunque possibile mantenere costante l'inquinamento acustico medio annuale.

Per quanto riguarda i singoli aerodromi, a Payerne il numero di movimenti aerei effettivi sarà ridotto del 50% (da 8'391 a 4'200 all'anno). La proporzione sarà pressoché identica a Meiringen (da 4'096 a 2'040), mentre il calo sarà ancora più accentuato a Emmen (70%, da 3'616 a 1'090).

Nelle cifre pianificate negli ultimi calcoli sull'inquinamento fonico per il piano settoriale militare, la riduzione risulta simile. A Payerne, il numero di voli previsti diminuirà del 50% (da 11'000 a 5'500), ugualmente a Meiringen (da 5'000 a 2'500). A Emmen il taglio sarà del 63% (da 4'100 a 1'500).

Finestre insonorizzate - Nella prossima fase, in collaborazione con l'EMPA, sarà calcolato l'inquinamento acustico per i tre aerodromi militari in base al numero di movimenti sopraccitati. I risultati saranno disponibili in forma di bozza entro l'inizio del 2023. Essa verrà presentata dal DDPS alle autorità e ai gruppi d'interesse delle zone limitrofe alle strutture coinvolte.

Verranno inoltre esaminate altre soluzioni tecniche per un'ulteriore riduzione del rumore nel rispetto della sicurezza aerea, come ad esempio ottimizzare le geometrie o le velocità del volo. Tali varianti vanno studiate affidandosi ai modelli di calcolo sofisticati dell'EMPA. In un'ottica di risanamento fonico, il DDPS valuterà anche l'opportunità di installare altre finestre insonorizzate presso gli aerodromi militari.

L'associazione SFE che si batte per la protezione degli abitanti residenti vicino all'aeroporto di Emmen ha espresso la sua preoccupazione in un comunicato diffuso in serata. Il numero dei movimenti aerei diminuisce a causa del fatto che non voleranno più i Tiger, scrive. Questo aereo da combattimento è nettamente più silenzioso dell'F/A-18 o dell'F-35. Visto che si prevede di volare di più con l'F-35 che oggi con l'F/A-18, è atteso complessivamente un maggior inquinamento fonico in un'area più estesa.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-06-26 01:36:32 | 91.208.130.86