I residenti si oppongono al "bunker di cemento" di Shaqiri
Keystone
ARGOVIA
06.09.2021 - 15:210
Aggiornamento : 20:08

I residenti si oppongono al "bunker di cemento" di Shaqiri

A Rheinfelden, il calciatore della Nazionale svizzera ha presentato una domanda di costruzione per una villa di 270m2.

Tuttavia i vicini si lamentano: «Non si adatta al paesaggio e la nostra qualità di vita ne risentirebbe».

RHEINFELDEN - La manie di grandezza delle celebrità spesso mal si conciliano con il bisogno di tranquillità dei "comuni mortali" (e con le norme pianificatorie in vigore). Fra i personaggi sportivi, l'ha ad esempio sperimentato sulla propria pelle Roger Federer, che ha avuto non poche difficoltà prima di poter vedere approvato il progetto di costruzione della sua villa fronte lago, a Rapperswil. E ora se ne sta rendendo conto pure la star della Nazionale svizzera di calcio Xherdan Shaqiri: la villa che vorrebbe costruire a Rheinfelden (AG) sta infatti incontrando scetticismo (e opposizioni) da parte dei residenti locali.

Il numero 23 della Nati sta progettando un'abitazione da 270 m2 nel quartiere del Kapuzinerberg, che sostituirebbe un edificio costruito in precedenza e situato su un terreno di circa 1'000 m2. Come si può leggere sulla domanda di costruzione, il progetto prevede fra le altre cose una piscina dalle dimensioni contenute (55 m2) e un ampio garage (112 m2) in grado di ospitare la flotta di veicoli del calciatore. La casa, di color grigio, nel punto più alto, oltrepasserebbe i nove metri.

Tuttavia, le intenzioni di Shaqiri mal combaciano con la visione degli abitanti di Rheinfelden. Secondo quanto riportato dalla Basler Zeitung, per i vicini l'edificio - o meglio il «bunker di cemento» - che vorrebbe costruire il neo giocatore del Lione non sarebbe adatto al contesto in cui si trova. Diversi residenti del quartiere hanno infatti affermato che la loro qualità di vita ne risentirebbe enormemente a causa del progetto.

L'avvocato di uno di loro, che si è opposto al progetto, ha dichiarato al quotidiano basilese che il concetto di sviluppo territoriale di Rheinfelden prevede una zona tranquilla e verde, con case unifamiliari, per il Kapuzinerberg. E non c'è molto verde sulla domanda di costruzione di Shaqiri, che deve ancora essere valutata.

Insomma, se sui rispettivi terreni da gioco Federer e Shaqiri riescono a fare (quasi) tutto quello che vogliono, su quelli edificabili devono confrontarsi con avversari, magari meno sportivi, ben più ostici: i vicini di casa.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-17 03:03:28 | 91.208.130.85