tipress
WINTERTHUR
26.07.2021 - 13:010

Propaganda Isis, condanna definitiva

Un coimputato ha ritirato il ricorso. Dovrà pagare una pena pecuniaria

WINTERTHUR - Il coimputato nel processo al cosiddetto "Emiro di Winterthur" ha ritirato il suo ricorso al Tribunale penale federale (TPF). La condanna per partecipazione a un'organizzazione criminale diventa quindi definitiva.

Nel 2014 l'interessato aveva inviato all'accusato principale tre foto di propaganda per lo Stato islamico. Per questo è stato condannato al pagamento di 100 aliquote giornaliere da 40 franchi, sospese con la condizionale. Il TPF prende oggi atto del ritiro del ricorso inizialmente presentato.

Nel corso del processo, il coimputato era stato assolto da altre accuse, come quella di atti sessuali con fanciulli, rappresentazione di immagini violente e pornografia.

L'imputato principale è stato condannato a 50 mesi di reclusione per coinvolgimento in un'organizzazione criminale e rappresentazione di immagini violente. Il suo ricorso è ancora pendente.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-23 13:08:20 | 91.208.130.85