Tamedia
SVIZZERA
04.04.2021 - 22:000

Il weekend pasquale rallenta la campagna vaccinale

In diversi cantoni i centri di vaccinazione sono chiusi o proseguono l'attività in maniera limitata

La scorsa settimana la Svizzera ha ricevuto complessivamente oltre 400'000 dosi da Pfizer/BioNTech e da Moderna

BERNA - «Quella di non vaccinare nei weekend e nei giorni festivi, nonostante le dosi siano disponibili, è una scelta incomprensibile». Sono le parole che l'epidemiologo Marcel Salathé ha di recente affidato a Twitter.

E in effetti in molti cantoni elvetici la campagna di vaccinazione si è fermata per il weekend pasquale. Questo nonostante l'arrivo in Svizzera, negli scorsi giorni, di oltre 400'000 dosi (per la precisione si tratta di 56'000 del preparato Pfizer/BioNTech e di 366'0000 di Moderna), come ricorda la NZZ am Sonntag.

Alcuni cantoni sono ancora in attesa della loro parte (tra questi ci sono per esempio Basilea Città e Argovia). Ma in altri la campagna si è invece presa una pausa (si parla di San Gallo) o nei centri la somministrazione prosegue in maniera limitata (Berna e Argovia). A Zurigo la pausa è invece dovuta al fatto che le dosi vengono fornite agli studi medici, che di solito nei weekend e nei giorni festivi restano chiusi.

Il domenicale sottolinea, comunque, che i cantoni avrebbero potuto organizzarsi, anche perché la fornitura di Moderna era stata annunciata la scorsa settimana nell'ambito di una conferenza stampa. E poi la task force nazionale Covid-19 ha ribadito in più occasioni l'importanza di somministrare il più velocemente possibile le dosi disponibili.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-16 02:19:30 | 91.208.130.89