Archivio Depositphotos
SVIZZERA
26.02.2021 - 06:390
Aggiornamento : 09:52

In vacanza al mare soltanto se vaccinati?

Dal novembre 2021 le strutture dell'operatore tedesco Alltours saranno accessibili solo a persone immunizzate

L'esperto: «Il vaccino assumerà un ruolo cruciale soprattutto nei viaggi internazionali»

Fonte 20 Minuten / Janine Gloor
elaborata da Patrick Stopper
Giornalista

Viaggiare

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

ZURIGO - L'operatore tedesco Alltours gestisce trentacinque hotel Allsun a Maiorca, alle Canarie e in Grecia. Strutture, queste, che dal prossimo novembre 2021 saranno aperte soltanto ai turisti vaccinati contro il coronavirus. È quanto ha fatto sapere lo stesso tour operator, scatenando l'indignazione di molti sui social network.

Sembra quindi che il vaccino potrebbe rovinare a molti le tanto desiderate vacanze. Soprattutto dopo che lo scorso anno è stato necessario rinunciarvi. In effetti, è verosimile che l'immunizzazione avrà un ruolo cruciale soprattutto nell'ambito dei viaggi internazionali, secondo Jürg Stettler, responsabile dell'Istituto per il turismo e la mobilità della Scuola universitaria professionale di Lucerna. «Ma non è ancora chiaro in quale forma e quanto sarà vincolante» spiega.

L'esperto si dice comunque sorpreso dell'annuncio di Alltours per il novembre 2021. Anche se non esclude che nel frattempo anche le compagnie aeree possano introdurre dei privilegi per i vaccinati. Ma è fondamentale che il preparato sia disponibile per tutti. «Al momento nel settore turistico si prevede che gli allentamenti con un passaporto vaccinale saranno possibili soltanto quando si potranno vaccinare tutte le persone che lo desiderano» dice ancora Stettler.

Valgono le regole dei fornitori - E cosa ne pensano i tour operator attivi in Svizzera? Per Hotelplan la questione dipende dalle disposizioni valide nel paese di destinazione. L'operatore non possiede infatti strutture alberghiere o aerei propri. «Vendiamo i prodotti di vari fornitori e dobbiamo rispettare le loro regole» spiega una portavoce. Al momento non sono comunque noti fornitori che prevedano un obbligo di vaccino. «Dal nostro punto di vista, un passaporto vaccinale internazionale avrà senso soltanto quando il preparato sarà disponibile per tutti» afferma anche il tour operator. Un parere analogo viene espresso da Kuoni e Tui.

Anche l'associazione degli alberghi elvetici non prevede un obbligo di vaccino, anche se immagina dei vantaggi per le persone immunizzate: «Siamo aperti a un'offerta selettiva per ospiti con un test negativo o vaccinati, ma soltanto quando si potranno vaccinare tutti coloro che lo desiderano e la Confederazione metterà a disposizione di tutti test rapidi gratuiti» dice un portavoce di HotellerieSuisse.

Non è vietato - Dal punto di vista legale, nulla vieta ai tour operator di richiedere un passaporto vaccinale ai clienti. «Si tratta di attori privati» spiega Lorenz Langer, professore assistente di diritto pubblico all'Università di Zurigo. «Fondamentalmente per loro è possibile escludere dall'offerta le persone non vaccinate».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-13 12:52:57 | 91.208.130.86