Keystone
Per gli studenti sciaffusani la campanella suonerà con tre giorni d'anticipo.
SCIAFFUSA
15.12.2020 - 17:460

Sciaffusa anticipa le vacanze di Natale

Le scuole del cantone chiuderanno già venerdì 18 dicembre e potrebbero anche riaprire dopo.

Per evitare contagi i Consiglio di Stato sciaffusano invita i genitori «a tenere a casa i figli» fino alla riapertura delle scuole.

SCIAFFUSA - Per cercare di contenere i contagi di coronavirus, il canton Sciaffusa ha ordinato la chiusura anticipata delle scuole, per le vacanze di Natale, a partire da venerdì prossimo.

Niente corsi quindi fra il 21 e il 23 dicembre per i giardini d'infanzia, le scuole dell'obbligo e le superiori. Per gli allievi della scuola primaria, i comuni saranno tenuti a organizzare una presa a carico in funzione delle necessità dei genitori.

In una nota, il governo cantonale invita i genitori a tenere nel limite del possibile i propri figli a casa fino alla riapertura delle scuole, prevista il prossimo 4 gennaio.

L'esecutivo sta inoltre considerando la possibilità d'imporre la didattica a distanza per il periodo dal 4 al 15 gennaio. Una decisione definitiva in merito sarà presa prima di Natale.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pillola rossa 10 mesi fa su tio
Pasqua si farà a carnevale e il prossimo Natale le prime due settimane d'agosto. Così sconfiggeremo il male una volta per tutte
LucaAstro 10 mesi fa su tio
Ma in Ticino? Abbiamo proprio sbagliato alle ultime elezioni! Io ho cambiato decisamente colore... la pandemia mi ha aperto gli occhi...
Yoebar 10 mesi fa su tio
E se anche il Ticino approfitterebbe della vacanze dell’edilizia per chiudere tutto? Porrebbero risparmiare una montagna di soldi, visto che è questo il problema.
LucaAstro 10 mesi fa su tio
@Yoebar I soldi ci sono! Basta bussare alla banca nazionale che ha riserve assurde! E le riserve servono proprio in momenti come questi! Rari, ma ora c’è bisogno che la BNS si svegli e distribuisca un po’ di riserve a chi ne ha davvero bisogno
Veveve 10 mesi fa su tio
Mio figlio fa la prima liceo e la scuola ti assicuro che e’ più che normale... unica cosa diversa dal solito la mascherina! Oltretutto va in uno dei licei più grandi del cantone e nemmeno un caso da fino agosto ad oggi quindi si la scuola DEVE continuare in presenza ! La didattica a distanza quella si che non è normale e non è scuola!
Lore61 10 mesi fa su tio
@Veveve Nel mondo già da tempo fanno lauree a distanza, ma da noi la mentalità è ancora da troglodita, per quello che non è normale!!
Volpino. 10 mesi fa su tio
Bravi ed intelligenti. Inutile tenere aperte le scuole per far finta che la situazione sia normale quando invece non lo è per niente.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-27 21:16:12 | 91.208.130.89