Keystone
BERNA
02.04.2020 - 10:420

Primo d'Agosto, niente più fuochi d'artificio a Berna

Il Municipio bernese cancella il tradizionale spettacolo pirotecnico del Natale della Patria.

Il motivo? Il crescente scetticismo della popolazione verso i fuochi artificiali e il calo d'interesse da parte degli sponsor.

BERNA - Nella città di Berna non ci sarà più lo spettacolo pirotecnico del Primo Agosto. Lo ha deciso il municipio, che giustifica la decisione con il crescente scetticismo della popolazione nei confronti dei fuochi d'artificio e il calo d'interesse da parte degli sponsor.

La popolazione è sempre più critica nei confronti del rumore, dei rifiuti e delle conseguenze ecologiche dei fuochi pirotecnici, scrive l'esecutivo cittadino in una nota odierna.

Inoltre - aggiunge - l'organizzazione di un tale spettacolo per la Festa nazionale non è facile: negli ultimi cinque anni una volta ha dovuto essere rinviato e una volta cancellato definitivamente a causa delle condizioni meteorologiche sfavorevoli.

Soppesando i vari aspetti, il municipio è quindi giunto alla conclusione che quelli negativi erano preponderanti. La questione climatica non è stata "decisiva", sottolinea l'esecutivo.

Quindi, già questa estate non ci saranno più razzi che partiranno dalla collina del Gurten per solcare il cielo sopra Berna, affascinando migliaia di persone, grandi e piccini.

Il governo cittadino vuole ora trovare alternative allo spettacolo di fuochi d'artificio in occasione della festa nazionale: ha lanciato un concorso per nuove idee che anche in futuro consentano a Berna di "offrire un atto simbolico, solenne e sensoriale, rappresentativo dell'edificazione comunitaria".

La decisione di fare a meno dei fuochi d'artificio non influenza il resto del programma dei festeggiamenti del Primo Agosto nella città di Berna, quest'anno all'insegna di: "Divertirsi, giocare, ascoltare e scoprire", precisa l'esecutivo.
 
 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
interceptors 5 mesi fa su tio
Altro pezzettino, della ormai lontana Svizzera, che se ne va....ma cosa pretendiamo, ormai gli stranieri si sono infilati dappertutto....
gigipippa 5 mesi fa su tio
@interceptors I fuchi d`artificio sono di origine cinese.
pontsort 5 mesi fa su tio
@interceptors Al massimo di svizzero ci sono i falò, ma i fuochi non hanno niente di svizzero
sedelin 5 mesi fa su tio
@interceptors eh sì, italiani, spagnoli, portoghesi, turchi, asilanti, pakistani, afghani, cinesi... tutta gente che - secondo te - non fa parte del genere umano: che squallore! :-((( in un momento che richiede riflessione c'é qualcuno che mette in piazza il suo pensiero razzista :-(
centauro 5 mesi fa su tio
@interceptors Certo che identificare uno spettacolo pirotecnico per il primo di agosto come una tradizione solo ed unicamente elvetica lascia del vuoto intellettuale. Mi viene spontanea la domanda, ma cosa centrano gli stranieri se la decisione deriva magari dagli stessi Svizzeri purosangue?
Mag 5 mesi fa su tio
Altri disoccupati in arrivo?
seo56 5 mesi fa su tio
Problemi grassi!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-26 21:15:03 | 91.208.130.87