Immobili
Veicoli

ZURIGOAzzerata Milano, le grandi compagnie aeree statunitensi non escludono di chiudere con tutto il Vecchio Continente

10.03.20 - 14:14
Volare da o per Milano? Con le compagnie USA (e molte altre) non si può. E il divieto potrebbe allargarsi
Archivio Depositphotos
Azzerata Milano, le grandi compagnie aeree statunitensi non escludono di chiudere con tutto il Vecchio Continente
Volare da o per Milano? Con le compagnie USA (e molte altre) non si può. E il divieto potrebbe allargarsi
Limitata l'Italia, le grandi compagnie aeree statunitensi non escludono di chiudere con tutto il Vecchio Continente

ZURIGO/FORT WORTH - Siete negli Stati Uniti e volete prendere un volo con destinazione Milano? Auguri. Siete a Milano e volete prendere un volo per gli Stati Uniti? Auguri. 

A causa del coronavirus, molte compagnie aeree statunitensi hanno infatti cancellato il capoluogo meneghino dall'elenco delle loro destinazioni. Per i ticinesi è una seccatura, più che un problema, è vero; il fatto è che, tuttavia, il problema potrebbe essere dietro l'angolo.

Attentissimi a quel che sta accadendo nella blindatissima Italia, partendo dal Nord, ormai dichiarato "zona rossa" da alcuni giorni, alcuni tra i maggiori vettori mondiali non hanno escluso l'aggiunta di altri aeroporti nella loro lista nera. 

È questo, per esempio, il caso di Delta Airlines, che ha cominciato con il far saltare fino a maggio il collegamento New York-Malpensa, salvo poi aggiornare il proprio programma (nel periodo 11 marzo-30 aprile) con un taglio anche della tratta Atlanta-Roma. Il volo Detroit-Roma? Spostato a maggio. 

Pure American Airlines si è mossa nella stessa direzione, azzerando fino a fine aprile i voli previsti da NY e Miami verso Milano. 

Considerando che la situazione legata al Covid-19 è in continuo aggiornamento, nessuno scalo europeo è tuttavia salvo. A precisa domanda, relativa alla garanzia del collegamento tra il Nord America e Zurigo o l'Europa in generale, dal vettore con sede a Fort Worth non hanno infatti saputo dare certezze. 

«La nostra compagnia è in stretto contatto con le autorità statunitensi e internazionali, come anche con gli uffici della sanità pubblica – ci ha confermato Janine Brown, International Communications di American Airlines – e continua a coordinarsi con essi su tutte le necessarie misure relative alla salute e alla sicurezza riguardanti il coronavirus. Stiamo monitorando attentamente la situazione e faremo tutti gli aggiornamenti necessari al programma dei nostri voli».

Dopo aver svicolato ogni discorso relativo alle perdite relative ai voli mancati («Non abbiamo dati da condividere») American Airlines ha ammesso che la chiusura temporanea delle tratte è avvenuta anche per motivi economici, gli stessi che potrebbero portare all'apertura di nuovi collegamenti.

«La sospensione delle operazioni è arrivata anche a causa della riduzione della domanda. Noi continuiamo ad aggiornare il programma dei voli per garantire che le esigenze dei clienti siano soddisfatte. Per questo potrebbero esserci ulteriori “perfezionamenti” se necessario».

NOTIZIE PIÙ LETTE