Keystone (archivio)
La lapide commemorativa tra i boschi di Würenlingen.
+3
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
10 min
Ricongiungimento coppie non sposate: «Servono le prove»
Da oggi la Svizzera autorizza il ricongiungimento con i partner che si trovano in Paesi terzi.
SVIZZERA
25 min
Il colosso delle fiere si riposiziona: via libera degli azionisti
L'assemblea generale di MCH Group ha approvato l'aumento di capitale di quasi 105 milioni di franchi
GRIGIONI
49 min
L'autopostale precipita per 40 metri
È successo nei pressi di Sagogn. Ferito il conducente
BERNA
1 ora
Il primo velivolo a motore elettrico ha preso il volo
Verrà utilizzato per la formazione di base di piloti.
SVIZZERA
1 ora
Alberghi e ristorazione: altri tagli in vista
Secondo il barometro del KOF l'allarme dopo il crollo dello scorso trimestre non è ancora cessato
SVIZZERA
2 ore
Cifre dei contagi corrette? «Gli errori possono capitare»
Ieri sera le autorità hanno in effetti rettificato informazioni trasmesse venerdì
SVIZZERA / SPAGNA
2 ore
«Chi torna dalla Spagna dovrebbe andare in quarantena»
La politica è concorde: il Paese va aggiunto rapidamente alla lista delle destinazioni a rischio dell'UFSP
VALLESE
2 ore
Alpinista morto sul Finsteraarhorn
La vittima è un 52enne tedesco
SVIZZERA
2 ore
I prezzi al consumo sono scesi a luglio
Quelli dei prodotti indigeni sono rimasti perfettamente stabili rispetto al mese precedente
BASILEA CAMPAGNA
4 ore
Aggredito da tre persone e ferito
Il fatto è avvenuto la scorsa notte a Münchenstein, la polizia cerca testimoni
SVIZZERA
12 ore
Mascherine non raccomandate perché erano troppo poche?
La stampa domenicale d'oltralpe rilancia la questione citando alcuni verbali degli organi federali di crisi
SVIZZERA
14 ore
La classificazione del Belgio? «Incomprensibile»
Il Ministro dell'economia vodese Philippe Leuba auspica una reazione rapida da parte del Consiglio federale
SVIZZERA
15 ore
Diverse squadre di juniori di hockey sono state messe in quarantena
Fra queste quelle del Berna e del Langnau, in isolamento anche la nazionale U-17. Per ora due contagi
SVIZZERA
17 ore
Ci si contagia più in famiglia che in discoteca, avverte l'UFSP
Le cifre ora mostrano che il rischio di contrarre la malattia in un club è significativamente più basso
ARGOVIA
19.02.2020 - 09:530

Quella bomba sull'aereo Swissair che sconvolse la Svizzera

Sono passati (quasi) cinquant'anni dal più grave atto terroristico verificatosi nel nostro Paese. Nell'esplosione di Würenlingen morirono 47 persone

AARAU - Quasi cinquant'anni fa - era il 21 febbraio 1970 - una bomba esplose su un aereo della Swissair nel cielo di Würenlingen (AG), provocando la morte delle 47 persone a bordo: il più grave atto terroristico che ha interessato la Svizzera. I due presunti autori dell'attentato, che nelle intenzioni era destinato a un apparecchio della compagnia israeliana El-Al, sono stati identificati ma non sono mai comparsi davanti a un tribunale. E i retroscena dell'attentato non sono mai diventati di dominio pubblico. Nella foresta di Würenlingen c'è una lapide che ricorda i morti dell'attentato dinamitardo. Un evento commemorativo si terrà lì venerdì prossimo, esattamente 50 anni dopo l'incidente aereo.

«Grazie mille, addio» - Quel sabato di 50 anni or sono, il Coronado del volo SR 330 Zurigo-Tel Aviv ha decollato alle 13.14 da Kloten. Nove minuti dopo è avvenuta un'esplosione nel bagagliaio posteriore, quando l'aereo era a 4500 metri di quota. Per una quindicina di minuti l'equipaggio è riuscito a mantenersi in contatto radio con la torre di controllo e ha annunciato l'intenzione di rientrare a Kloten. Poi il capitano Karl Beglinger ha annunciato che c'era fumo a bordo e non vedeva più nulla. «Non possiamo più far niente. Grazie mille. Addio», ha aggiunto. L'ultimo messaggio radio è arrivato mezzo minuto dopo dal co-pilota Armand Etienne: «330 si sta schiantando. Addio a tutti».

Tutti morti - L'aereo si è schiantato in un bosco a Würenlingen, non lontano dai due reattori nucleari di Beznau e dall'odierno Istituto Paul Scherrer (PSI). Il bilancio della tragedia: 38 passeggeri e 9 membri dell'equipaggio morti. A bordo c'erano quindici cittadini israeliani, nove tedeschi, sette statunitensi, due canadesi, un britannico, un belga, un senegalese, un thailandese e uno svizzero. Tutto l'equipaggio aveva invece il passaporto elvetico.

Su un altro aereo - L'inchiesta stabilì che il pacco con la carica esplosiva regolata con un altimetro era stato spedito da Monaco, per un destinatario di Gerusalemme, dai cittadini giordani Kaddoumi Sufian Radi e Mass Badawi Jahwer. Era destinato ad essere trasportato da un aereo della El Al, ma a causa di un notevole ritardo, finì invece sul volo Swissair 330.

Procedimento abbandonato - I due attentatori, legati all'Organizzazione per la liberazione della Palestina (OLP), non sono mai stati acciuffati. In seguito ad articoli di stampa pubblicati in occasione del 25esimo anniversario dell'attentato, il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) stabilì che la vicenda era imprescrittibile e decise di riattivare le ricerche. Il procedimento penale è poi stato abbandonato il 3 novembre del 2000.

Il rapporto dell'FBI - Nel luglio del 2017 il MPC ha ricevuto una richiesta per la riapertura dell'inchiesta nel "caso Würenlingen", motivata da un rapporto dell'FBI, del giugno del 1970, che tirava in ballo nuovi sospettati: due cittadini dell'allora Germania Ovest che avrebbero dato man forte al commando palestinese.

Caso caduto in prescrizione - Ma nell'agosto del 2018 la procura federale ha comunicato che il "caso Würenlingen" era prescritto e non poteva più essere riaperto: l'esame dell'incarto ha portato alla conclusione che non c'erano i presupposti giuridici per una riapertura del procedimento abbandonato, né per l'apertura di un nuovo procedimento nei confronti di nuove persone e nemmeno per quanto riguarda l'imprescrittibilità del reato.

Insabbiamento? - L'interesse sull'attentato è stato suscitato anche da un libro pubblicato all'inizio del 2016 dal giornalista della NZZ Marcel Gyr, nel quale sosteneva che l'inchiesta contro i presunti responsabili dell'attentato di Würenlingen fu insabbiata da un accordo segreto tra Svizzera e OLP. Sarebbe stato raggiunto subito dopo che, all'inizio di settembre del 1970, un commando del Fronte Popolare di Liberazione della Palestina (FPLP) costrinse aerei di Swissair, della britannica BOAC e dell'americana TWA ad atterrare nel deserto giordano a Zerqa e prese in ostaggio i circa 400 passeggeri.

L'incontro segreto - La presunta intesa fu stabilita dall'allora Consigliere federale Pierre Graber (PS) - senza chiedere il parere dei colleghi di governo - in un incontro con il responsabile degli affari esteri dell'OLP, Farouk Kaddoumi, organizzato a Ginevra dall'ex consigliere nazionale Jean Ziegler (PS). L'ipotesi è però stata smontata da due distinte inchieste: una dello storico e direttore dei Documenti diplomatici svizzeri, Sacha Zala, e una di un Gruppo di lavoro interdipartimentale.

Keystone (archivio)
Guarda tutte le 7 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Instrutor Negao Suíça 5 mesi fa su fb
...
KilBill65 5 mesi fa su tio
Chissa' cosa c'e' sotto a questa storia!!!....Magari con i documenti che recentemente si vocifera abbiano sottratto la CIA, ci sia la verita'...….Oltre ad altre.....Sono curioso di guardare il servizio di Falo' sulla rsi 1 giovedi 20 febbraio.
skorpio 5 mesi fa su tio
che marciume... morti inutilmente e per di più senza giustizia...
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-03 11:54:52 | 91.208.130.87