Deposit
ULTIME NOTIZIE Svizzera
LUCERNA
18 min
A Lucerna vanno in scena le Comunali, nonostante il virus
Nei principali centri bisognerà attendere qualche giorno per conoscere i risultati
SVIZZERA
52 min
Ora nei carrelli mettiamo disinfettante e terriccio per piante
È quanto rivelano i dati raccolti dall'app per la lista della spesa Bring
NIDVALDO
8 ore
Giovane alpinista si ferisce gravemente sul Pilatus
È successo a un 26enne caduto per un centinaio di metri ed elitrasportato in ospedale dalla Rega
ZURIGO
9 ore
Una tragica caduta dall'e-bike
È costata la vita a un'80enne a Regensdorf, investita da un trattore dopo essere finita a terra
NIDVALDO
9 ore
«Mio papà è uscito dalle cure intense, dopo 8 giorni di coma»
Il 55enne era considerato un paziente a rischio, soffrendo di una malattia cronica che colpisce anche i polmoni.
FOTO
VAUD
10 ore
Se il concerto dal balcone finisce con l'arrivo della polizia
È capitato alla cantante losannese Amandine che voleva animare un po' il suo quartiere: «La gente ne ha bisogno»
SVIZZERA
11 ore
Ecco come fa Swisscom a tenerci d'occhio
Condivide i dati di connessione con la Confederazione. Ma se non volete che succeda, c'è un modo per evitarlo.
AUSTRALIA
13 ore
Ci sono 28 svizzeri a bordo della crociera contagiata in Australia
La Artania, che per giorni non ha potuto attraccare a causa del coronavirus. Previsti presto voli di rimpatrio
SVIZZERA
17 ore
«Non è il momento per andare a fare la spesa all'estero»
A Berna si è tenuta la consueta conferenza stampa con diversi rappresentanti della Confederazione.
BERNA
18 ore
Maurer: «Potrebbe essere necessario stanziare nuovi fondi»
«È necessario trovare un equilibrio tra economia e banche»
BERNA
18 ore
Coronavirus, più di 13'000 persone positive
I decessi ammontano a 235. I dati sono stati comunicati dall'Ufficio federale della sanità pubblica
SVIZZERA
22 ore
Koch: «Non c'è penuria di mascherine»
Al momento la Confederazione dispone di circa 17 milioni di maschere protettive
BERNA
22 ore
Berset: «Stiamo correndo una maratona, non i 100 metri»
«Gli esperti sostengono che il virus rimarrà. Dobbiamo ascoltarli. Occorre sviluppare un vaccino».
BERNA
23 ore
Stöckli: «La democrazia e lo stato di diritto non devono essere vittima del coronavirus»
«L'Assemblea federale non deve in alcun caso rinunciare all'obbligo costituzionale di vigilare sul Consiglio federale»
BERNA
1 gior
Uomo uccide l'ex figliastra con cui ha avuto quattro figli
A raccontarlo è la «sorellastra» della vittima: «Mio padre ha già due donne sulla coscienza».
ZURIGO
1 gior
Penuria di personale negli ospedali: c'è la piattaforma
Si chiama Care Now Platform e serve a dislocare i professionisti della sanità a seconda del bisogno.
BERNA
1 gior
Swisscom conferma: gli svizzeri si stanno muovendo meno
L'operatore raccoglie informazioni dalla rete mobile per la Confederazione. In Ticino paralisi evidente.
BERNA
1 gior
Mezzi pubblici fermi, se hai un abbonamento sarai rimborsato
Chi invece è in possesso del metà prezzo non riceverà nulla
BERNA
1 gior
La Posta dice stop ai pacchi ingombranti
Per l'invio di divani, mobili, biciclette sono necessarie più persone. Impossibile garantire il "distanziamento sociale"
SVIZZERA
1 gior
Forzava una donna a prostituirsi, va espulso
Per il Tribunale federale la condanna a 33 mesi di carcere della giustizia zurighese non è sufficiente
BERNA
1 gior
Avanti coi traslochi nonostante il coronavirus: «È assurdo»
All'ASI non va giù la contraddizione con le raccomandazioni generali. L'associazione segnala anche altri problemi.
BERNA
1 gior
Cala ancora il consumo di carne
È il quarto anno consecutivo. In testa alle preferenze degli svizzeri rimane il pollo.
OBVALDO
1 gior
Engelberg dal cuore d'oro
I soggiorni comprendono sei pernottamenti con colazione e numerose altre offerte a sorpresa.
SVIZZERA
1 gior
Aiuti alle PMI causa coronavirus: UBS subissata di richieste
Solo giovedì l'istituto di credito ha ricevuto circa 6mila domande di credito.
SVIZZERA
1 gior
Produciamo troppo all'estero, soprattutto in Cina
E la crisi coronavirus ha messo in risalto questa grande debolezza, secondo gli esperti sarebbe meglio un "rimpatrio"
BERNA
1 gior
Berna promuove il "caso Ticino". «Non andate in vacanza a sud»
I Cantoni possono adottare provvedimenti che vanno oltre quanto previsto dal Consiglio federale
SVIZZERA
1 gior
Quasi 200 decessi
L'Ufficio federale di sanità pubblica ha fornito un nuovo aggiornamento della situazione nel nostro Paese.
SVIZZERA
1 gior
Mascherine e guanti esenti da dazi
Si tratta di una misura per facilitare l'approvigionamento d'indumenti e materiale protettivi
BERNA
1 gior
Coronavirus, Flybair posticipa l'inizio dell'attività a luglio
Coloro che hanno già acquistato un biglietto verranno contattati dalla società
SVIZZERA
1 gior
Per la Posta è come sotto Natale
Gli invii di pacchetti sono cresciuti del 15%.
SVIZZERA
1 gior
Ecco la pagella del contagio
I risultati dell'ultimo barometro dell'umore di Comparis sull'emergenza coronavirus.
VALLESE
1 gior
Covid-19, oltre 200 multe in Vallese
La polizia cantonale vallesana comunica le cifre dei controlli effettuati
SVIZZERA
1 gior
Niente Olimpiadi né Europei, Credit Suisse prevede un calo dell'1% del Pil
Gli economisti hanno anche rivisto al rialzo la crescita per il 2021 al 2,5%
SVIZZERA
2 gior
LafargeHolcim ha annunciato il suo programma di riduzione dei costi
Meno investimenti e meno costi d'esercizio, è questa la ricetta del gruppo per far fronte alla crisi coronavirus
SVIZZERA
2 gior
Cure intense: «Letti pieni entro giovedì»
Secondo uno studio del Politecnico di Zurigo potrebbero servire 1000 posti supplementari
FRIBORGO
2 gior
Padre e figlio trovati morti in un alpeggio
La polizia ha trovato i corpi di due persone scomparse ieri dal loro domicilio vodese.
SVIZZERA
2 gior
Negli uffici postali i clienti sono diminuiti del 40%
Un calo dovuto alla pandemia di coronavirus. La Posta adatta quindi gli orari d'apertura
BERNA
2 gior
Sci nonostante il divieto: denunciati
Dei gestori di stazioni sciistiche hanno pensato al guadagno prima che alla salute collettiva.
BERNA
2 gior
Il Parlamento trasloca per il virus
La sessione di maggio si terrà negli spazi fieristici di Bernexpo, per «ragioni di sicurezza»
SVIZZERA
2 gior
«Non capiamo perché alcuni giovani muoiano»
La malattia ha ancora molti punti oscuri e gli esperti spesso non sono concordi
SVIZZERA
2 gior
Violenza domestica, ecco il kit di sopravvivenza
L'associazione männer.ch ha elaborato 10 raccomandazioni per evitare che la crisi sfoci in violenza
TURGOVIA
2 gior
Prezzi da usura, mascherine sequestrate
Un 37enne le rivendeva su internet a 100 franchi l'una. La polizia è intervenuta
BERNA
2 gior
Cresce la paura, calano i trasporti pubblici
Diminuito il numero di utenti e aumentate le restrizioni, le aziende che gestiscono treni e torpedoni si sono adattate.
BERNA
2 gior
Pulizie in casa, non infortunarti proprio ora
Ogni anno 39.000 infortuni domestici. "Evitate di finire in ospedale in questi giorni".
LOSANNA
2 gior
Ferita da una stretta di mano? Non è un incidente
La donna si era accasciata per il dolore al polso. Il Tribunale federale le dà torto. La Suva non paga
SVIZZERA
2 gior
«Non si tratta di sorveglianza»
Il punto sull'epidemia: il DFAE riporta a casa 3'500 svizzeri per il 4 aprile. L'esercito schiera nuove truppe sanitarie
SVIZZERA
2 gior
Coronavirus, crescono le imprese in difficoltà
Il fatturato delle aziende è crollato di circa il 20%, ma potrebbe raggiungere anche il 30% nei prossimi mesi
SVIZZERA
2 gior
Alla ricerca dei focolai svizzeri
L'obiettvo di alcuni ricercatori è conoscere dove il coronavirus ha fatto più breccia.
SONDAGGIO
SVIZZERA
2 gior
E tu che tipo di "segregato" sei?
Ansioso, conformista, arrabbiato. Le categorie elaborate dall'esperto. «Le trasgressioni aumenteranno»
SVIZZERA
2 gior
Coronavirus: in Svizzera almeno 170 morti
Oltre 10'000 persone positive al nuovo coronavirus, secondo gli ultimi dati della Confederazione
SVIZZERA
25.11.2019 - 07:450
Aggiornamento : 14:30

«A 16 anni già in burnout», l'ecatombe mentale dei nostri ragazzi

Giovani e giovanissimi in cura psichiatrica sono raddoppiati negli ultimi dieci anni, le loro storie: «La mattina non riuscivo ad alzarmi dal letto»

di Redazione
BZ/ZAF

ZURIGO - Giovani e giovanissimi vittima di stress e ansia, tanto da dover necessitare di cure psichiatriche e/o psicoterapia. Il (preoccupante) ritratto dell'Osservatorio svizzero della salute vede un'impennata di casi negli ultimi dieci anni: da 27'580 (2006) a 48'300 (2017).

Al contempo c'è un raddoppio (e più) dei casi di 18enni che si presentano ai servizi ambulatoriali di pischiatria. In crescita anche i numeri di ricoveri minorili: dal 2012 al 2017 si va da 3'400 a 5'100. In un caso su tre, i dottori diagnosticano disturbi gravi come depressione o manie.

Quel mostro nero che si chiama depressione - «Quando avevo 16 anni, la mattina non riuscivo ad alzarmi dal letto», racconta a 20 Minuten Victoria* (oggi 24enne) e si dava frequentemente malata e non frequentava il suo tirocinio: «Soffrivo di ansia perché pensavo di dover essere perfetta, ed ero depressa perché avevo l'ansia, insomma: un circolo vizioso».

Una volta perso il posto, il crollo: «Ho pensato più volte di farla finita». Dopo un ricovero in ospedale e terapia in clinica può dire di essersi rialzata: «La depressione però farà sempre parte di me, così come la paura di fallire».

«Da quando ho memoria mi hanno sempre bullizzato» - «Sono finito in clinica a 16 anni», racconta invece Daniel* (oggi 21enne), «mi ci ha mandato mio papà, mi facevo schifo tutto, volevo morire».

Nel suo caso tutto parte dal bullismo: «Mi hanno bullizzato da quando ho memoria, sono sempre stato un solitario. Mi picchiavano, mi insultavano, dicevano che non valevo nulla. Riguardandosi indietro, punta il dito contro la scuola: «Non hanno mai fatto niente per aiutarmi... Se sono intervenuti, lo hanno fatto sempre troppo tardi».

La psichiatra: «Situazione preoccupante» - Dagmar Pauli, primaria di psichiatria dell'Ospedale universitario di Zurigo, parla di una vera e propria epidemia: «Sempre più spesso abbiamo in cura ragazzi delle scuole che soffrono di ansia, alcuni hanno già avuto dei burnout.

Sono costantemente sotto pressione per apparire al top: a scuola, dove non possono sgarrare, ma anche nella vita privata. E qui c'entrano i social network. Devi essere bellissimo/a, fare un sacco di cose interessanti da postare su Instagram e rispondere a tutti su WhatsApp».

Ma i genitori, dove sono? «È questa la cosa più drammatica, non ci sono nemmeno loro, assorbiti dall'online: fra vita lavorativa e relazioni personali. Il loro comportamento si ripercuote direttamente quello dei ragazzi. Le famiglie difficilmente hanno tempo di rilassarsi assieme», conclude Pauli.

*nomi noti alla redazione

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Andrea Abarno 4 mesi fa su fb
Troppa leggerezza da parte sua.
Jejka Jeja 4 mesi fa su fb
!
Gianluca Pereira 4 mesi fa su fb
Se è questo quello che vogliamo, siamo messi bene...si...finiremo proprio bene...
Nadia Natolini 4 mesi fa su fb
😭
don lurio 4 mesi fa su tio
La causa e che hanno tutti i diritti e nessun dovere. Non ritorniamo ai tempi ,non c'erano psichiatri psicologhi ecc,,,, I genitori si rivolgevano al maestro , sindaco, prete, e polizia. Avevano tutti rispetto di tutti. Terminata la scuola si doveva aiutare i genitori o cercarsi n lavoro.
Lara De Rungs 4 mesi fa su fb
L’ Anafettività ha preso il posto dell’amore. La soddisfazione immediata dei desideri ha sostituito il “volere è potere”. La tecnologia utilizzata con ignoranza è la Piaga di questa era. L’assenza di amore sta creando zombie. Persone senza fantasia, senza creatività, senza emozioni, senza spinta vitale, senza obiettivi.
Michele Dotta 4 mesi fa su fb
..... ma in che mondo viviamo? troppa competizione? troppa responsabilità? poco supporto dai genitori?
Alessio Casalini 4 mesi fa su fb
Mondo moderno fa schifi. Meglio quando si mangiavano le patate Dell orto e si moriva a 40 anni
Ade Gheiz 4 mesi fa su fb
Viva i genitori di mer...
Dioneus 4 mesi fa su tio
E aggiungo Marlen Biscozzo tra i pochi post meritevoli di lettura
Liliana Ferreira 4 mesi fa su fb
Mi fanno schifo certi commenti, facile fare gli psicologi e psichiatri quando non vi trovate in mezzo a queste situazioni. Più tosto che sparare eresie fate prima a rimanere muti!
Enea Mazzoni Borsa 4 mesi fa su fb
Il Ticino ha superato il Giappone in suicidi giovanili, forse bisognerebbe interrogarsi seriamente.
Fabio Negrini 4 mesi fa su fb
Troppo viziati!
Ballestrini Dottore Juan 4 mesi fa su fb
Ai miei tempi solo a pensare a una figa avevo forza e voglia a volontà
Sarah Chiaramonte 4 mesi fa su fb
Incredibile come siano tutti diventati psicologi e psichiatri sotto questo post. Grazie a Dio non lo siete, perché rovinereste intere masse. Ignoranza, superficialità, generalizzazioni ridicole e stupidità, ancora una volta si dimostrano essere il pane quotidiano dell’utente ticinese medio su facebook.
Arminda Armi 4 mesi fa su fb
Io mi considero una utente media su facebook, non mi sento ignorante, offesa ridicola,superficiale o stupida. Vorrei capire se possibile, lo scopo del suo commento, dal quale ,non traspare una presa di posizione sui contenuti dell articolo, ma solo aggettivi poco qualificanti nei confronti dell utenza ticinese di f.b.
Alone 4 mesi fa su tio
Ragazzine che a 12 anni vengono sistematicamente accompagnate a scuola in auto per fare un percorso di 200 metri ...come faranno a essere indipendenti ??
Birba Birba 4 mesi fa su fb
Siamo a posto!!!! Impastigliateli x bene!!! 😟
Alone 4 mesi fa su tio
Non mi sorprendo tanti degli adolescenti ma dai genitori che ci sono dietro, sono loro che hanno creato una generazione di insicuri, come loro ..
Anna Witschi-Schurter 4 mesi fa su fb
Es gibt zuviele Psychiater. Man ist zu verwöhnt und braucht gleich einen Knopfdruck um Hilfe zu holen, anstatt durchzubeissen wirft man den Bettel hin.
Ari David 4 mesi fa su fb
Calcingul..
Berenice Galliani 4 mesi fa su fb
Bisognerebbe trovarcisi in mezzo prima di giudicare
Ilario Michelini 4 mesi fa su fb
ma controllare che non ci siano psicologi e psichiatri compiacenti, e che non sia una simbiosi tra parassiti, operatori e AI? secondo me bisogna vederci chiaro. I nostri genitori se erano stressati andavano a letto senza mangiare, non dallo psicologo.
Cesare Fois 4 mesi fa su fb
Ilario ok boomer
Sarah Chiaramonte 4 mesi fa su fb
Ilario Michelini ma seriamente stai confondendo lo stress con disturbi psichici? 😂 quanto siamo informati vedo.
Jasmina Kovaceva-Tanceva 4 mesi fa su fb
I genitori lavorano senza sosta :La scuola aumenta le materie:E nessuno da la possibilità ai bambini di crescere sereni amati e meno stressati.Impegnati fino al colo tutto il giorno senza svago.
Alys Snow 4 mesi fa su fb
Certi commenti fanno rabbrividire.
Dave Soma 4 mesi fa su fb
L'essere umano, come altro organismo vivente, trova la sua massima espressione tramite la competizione. La gioventù occidentale dovrebbe competere per cosa? I giovani hanno già tutto, protetti all'interno di una società che sta annullando ogni forma di incentivo ad emergere. Dati alla mano il gdp delle nazioni europee sta rallentando in confronto ai paesi emergenti, paesi composti da persone che hanno voglia di lottare per prendersi la loro fetta di benessere. Noi invece cosa facciamo? passiamo ore a guardare boomerang su instagram di gente che filma cartelli stradali, condividerci i soliti meme triti e ritriti (abbiamo perso anche la creatività umoristica), o peggio fake news di ogni genere. Tristemente sembrerebbe che l'occidente (soprattutto l'Europa) in termini di sviluppo stia rallentando se non addirittura scollinando. Ma non preoccupiamo troppo, tanto ci pensa Novartis a farci apparire tutto più colorato con qualche pillola serotoninica.
Paola Mazzoni 4 mesi fa su fb
Dave Soma 🙌🏻🙌🏻🙌🏻🙌🏻🙌🏻🙌🏻🙌🏻
Pongo 4 mesi fa su tio
la depressione è una malattia psichiatrica seria ed invalidante, il 99% delle persone che pensano o sostengono di avercela non sanno nemmeno come si scrive, pensano che voglia dire "essere tristi"
Lolly Rovere 4 mesi fa su fb
Quando vanno in discoteca non gli viene il bornout... chissà come mai
Cesare Fois 4 mesi fa su fb
Cosa cavolo vuol dire? Nessuno vi obbliga a commentare.
Alys Snow 4 mesi fa su fb
Ma che c'entra?? Vedo anche cinquantenni in discoteca.
Hrvoje Popovic 4 mesi fa su fb
Calcio Hockey e betole 😍
Marco Carletto 4 mesi fa su fb
Chissà invece come avranno fatto i nostri vecchi e i loro figli adolescenti a sopportare guerre e dopoguerra, , il poco cibo, il duro lavoro e le fatiche di mandare a avanti famiglie numerose. Generazione di mezzeseghe e che frigna alle prime difficoltà. Troppi alibi, troppe scuse.
Luigi Gitto 4 mesi fa su fb
Marco Carletto e di chi sarebbe la colpa????
Simone Farinelli 4 mesi fa su fb
La colpa è di una società che pretende troppo da tutti. A tal punto da farci perdere di vista le priorità. E per dei genitori dovrebbe essere quella di avere tempo da dedicare ai loro figli per permettere loro di crescere sentendosi amati e non sempre sotto esame perché chissa quale motivo. Perché solo cosí si da loro una struttura mentale per poter affrontare questi problemi che ci sono sempre stati, magari in altre forme. E la società siamo noi, per cui faremmo tutti bene a darci una calmata...
Cesare Fois 4 mesi fa su fb
Eccolo il genio. Che commento inadeguato.
Micky Ceschi 4 mesi fa su fb
Simone Farinelli anche se così fosse, che soluzioni propone? 🤔
Cesare Fois 4 mesi fa su fb
Micky la leva obbligato... Ah no.
Simone Farinelli 4 mesi fa su fb
Micky Ceschi , l’ho scritto: darci tutti una calmata.
Cinzia Chezzi 4 mesi fa su fb
Simone Farinelli bravo! É quello che ho appena sentito spiegare da uno psicologo alla scuola di mia figlia. Era un corso per noi genitori sul bulling e gli stati emozionali dei giovani. Sono d'accordo con te.
Cinzia Chezzi 4 mesi fa su fb
Cesare Fois invece il commento é perfetto! Pensaci!
Daniel Gherbi 4 mesi fa su fb
Ok boomer
Chiara Demarta 4 mesi fa su fb
Magdalena Studenovic la mia lavorarava e tanto anche e anch'io ho dovuto iniziare presto ad aiutare seriamemte in casa....prima di 4 figli.....
Sarah Chiaramonte 4 mesi fa su fb
Marco Carletto le sue parole vergognose. spero non le capiti mai di finire in queste situazioni, spesso anche molto invalidanti. Il solito esempio di ignoranza e stupidità dell’utente ticinese medio su facebook, che pena.
Micky Ceschi 4 mesi fa su fb
Simone Farinelli 👍
Magdalena Studenovic 4 mesi fa su fb
Chiara Demarta be ovvio che non parlo di tutte ma quando ero piccola io la maggior parte delle donne facevano le mamme a tempo pieno, purtroppo ora devono sempre lavorare tutte e due i genitori se no non arrivi a fine mese
Cesare Fois 4 mesi fa su fb
Cinzia perfetto dove, che è una generalizzazione tediosa e faziosa, ma mi faccia il piacere.
Fabio Quentin Biscozzo 4 mesi fa su fb
Marco Carletto vabbè allora se così deve essere torniamo all’età della pietra...
SosPettOso 4 mesi fa su tio
"...Giovani e giovanissimi in cura psichiatrica..." In cura psichiatrica bisogna mandarci quelli che fanno parte del loro entourage, le persone di riferimento che non vedono o non vogliono vedere l'evoluzione di questi giovani e giovanissimi.
Luca Rino 4 mesi fa su fb
Più si va avanti e più la società diventa ipersensibile e non riesce a superare neanche la minima difficoltà della vita! In poche parole mezze sege che mollano tutto appena sentono stringersi il sedere!
Cesare Fois 4 mesi fa su fb
Luca Rino ok boomer
Daniel Gherbi 4 mesi fa su fb
Ok boomer
Sarah Chiaramonte 4 mesi fa su fb
Luca Rino tu si che hai capito le cose come stanno. Pietoso e imbarazzante. Il cervello andrebbe usato, non te l’hanno regalato per fargli fare la muffa.
Os Brae 4 mesi fa su fb
TV e videogiochi fino a tardi, 0 responsabilità ad impegnarsi per un' attività fsica recandosi con le proprie gambe ad esempio al campo di calcio, zuccheri in eccesso e sempre più ricreazioni a scuola simili all'ora d'aria in prigione,... Genitori con troppi o pochi soldi - cultura o ignoranza. Greta T. non è un esempio da seguire come anche tante altre persone (me da adulto compreso, ma non me da bambino degli anni '90).
Sarah Chiaramonte 4 mesi fa su fb
Os Brae pensa, conosco gente che tv non ne guarda, i videogiochi non li usa, fa sport, mangia sano, persone che tengono ai loro studi, provenienti da famiglie normalissime che cadono in seri disturbi di ansia e di depressione. Generalizzare è ridicolo, superficiale ed ignorane. Il problema, dal mio modesto punto di vista, è semplicemente che siamo in una società che pretende troppo persino dai bambini, una società che ti fa capire che se non sei il migliore, domani non riuscirai nemmeno ad avere i soldi per mangiare o per essere autosufficiente, una società in cui o fai parte dei vincenti o dei perdenti, e credimi, l’ansia, la depressione e il burnout arrivano senza troppo sforzo, persino a quelli che da fuori chiameremmo “i vincenti”
Os Brae 4 mesi fa su fb
Sarah Chiaramonte infatti non parlavo delle famiglie normalissime.. Proprio noi normali facciamo errori di lettura, siamo depressi e ansiosi.. Con o senza videogiochi, TV,...
Os Brae 4 mesi fa su fb
Os Brae 4 mesi fa su fb
P. S. : È tutto normale.. Eh vai col SELFI nr. 777..
Os Brae 4 mesi fa su fb
Os Brae 4 mesi fa su fb
Sarah Chiaramonte perdonami, sono ignorante pure io..
Os Brae 4 mesi fa su fb
Perrone Claudio 4 mesi fa su fb
son matematici a 11 anni...
Shion 4 mesi fa su tio
Semplice, non hanno imparato a passare il tempo vivendo senza iperattività e perseguimento di obiettivi spesso in contesti competitivi. Vivere il momento presente forma una base sopra la quale la superficie degli eventi perde la sua iper drammaticità.
Aron Clementi 4 mesi fa su fb
Conseguenze di uno stile di vita non sano (non mi riferisco all'alimentazione), i problemi sono ovunque e per chiunque ciò che cambia è il modo di porsi ad essi, magari nelle scuole farei meno "arti plastiche e visiva" e metterei qualche ora di educazione emotiva, cosi cresciamo un pò più umani.
Liliana Ferreira 4 mesi fa su fb
Aron Clementi concordo!
Biscozzo Marlen 4 mesi fa su fb
Non è per far cattiva pubblicità alla Svizzera, ma per smentire e sfatare un mito ormai decaduto. La Svizzera non è un paese perfetto, è un paese dove non esistono pari opportunità, dove la meritocrazia è un illusione e dove l’aspettativa che il prossimo sia perfettamente inquadrato rende le persone insicure e depresse. È un paese in cui in 2. media, a 13 anni, devi decidere tutto il proseguo della tua vita in base ai voti scolastici, e se non vai bene a scuola sei già marchiato a vita. La Svizzera è un paese dove il divario fra povertà e ricchezza è esorbitante e di famiglie che non sanno come arrivare a fine mese ce ne sono molte di più di quanto si possa solo immaginare, eppure l’apparenza è più importante della stessa dignità . È un paese in cui la gente ha paura di farsi portare via le proprie ricchezze dal vicino di casa, in cui ci sono più cause fra vicini di casa che matrimoni, e la xenofobia e il razzismo vengono inculcati fin da piccoli; avere figli poi non ne parliamo, perché desiderare di avere famiglia è una cosa quasi impossibile da realizzare se tieni al lavoro che hai, ho conosciuto tante persone che si sono uccise e tante altre che vanno avanti da anni grazie agli psicofarmaci che vengono dispensati dai medici come caramelle. È un paese dove i dottori ti fanno morire pur di arricchirsi... Quindi quando mi guardano male perché me ne sono andata via dalla Svizzera mentre tutti ci vorrebbero emigrare,.. io sorrido perché la serenità di vivere in pace con se stessi non ha prezzo. Poi,.. ogni persona decide per se chiaramente.
Igor Petelin 4 mesi fa su fb
Tutto quello che non ha trovato in Svizzera lo può troverà nel Bel Paese.. 🤣🤣🤣🤣
Biscozzo Marlen 4 mesi fa su fb
Igor Petelin lei ride ma la serenità sicuramente l’ho trovata andandomene via. E poi mi scusi... il “Bel Parse” cos’è.. un formaggio??
Luigi Gitto 4 mesi fa su fb
Igor Petelin dipende cosa cerca ognuno......quattro risate di cuore ogni tanto le farà sicuramente.
No Eli 4 mesi fa su fb
Biscozzo Marlen primo commento con un senso!!!
Katia Rodrigues 4 mesi fa su fb
Igor Petelin risposta fatta da qualcuno che non si preoccupa dei problemi seri del proprio paese 😂 questo si che fa ridere me invece
Igor Petelin 4 mesi fa su fb
Katia Rodrigues Io me ne sono andato dall' Italia e non mi pteoccupo piú.
shooter01 4 mesi fa su tio
un altro fallimento dell'evoluta società globale ( social network p. es. )
Laura Bernasconi 4 mesi fa su fb
Si pretende troppo, nel nome di non so quale progresso che impone di essere super competitivi....sarebbe forse ora di tornare indietro, funchè siamo ancora in tempo.
Arminda Armi 4 mesi fa su fb
Condivido pienamente. 👍.
Elviana Ella 4 mesi fa su fb
Laura Bernasconi bravooo 👏👏 concordo pienamente! Stesso pensiero hanno i miei due figli di 19 e 17 anni..
Muriel Rovelli 4 mesi fa su fb
Laura Bernasconi io invece ho l’impressione che si pretende sempre meno ....
Cinzia Cristina Cassan 4 mesi fa su fb
Troppo viziati , quelli che hanno poco o nulla non lo fanno .
Laura Bernasconi 4 mesi fa su fb
Il problema è più ampio, li si spinge troppo anche a livello scolastico. Non hanno più un infanzia normale, giá all' asilo li si mette in competizione, e chi resta un pò indietro rispetto ad altri ne risente.
Daniel Cuskic 4 mesi fa su fb
Cinzia Cristina Cassan la verità è che voi adulti fate male il vostro lavoro e i giovani non hanno più il tempo per godersi a pieno la vita, portati ai limiti umani devono organizzarsi con sedute di studio che porta via a loro il tempo per il divertimento. P.S Persone come lei amplificano ľ ansia!
Cinzia Cristina Cassan 4 mesi fa su fb
Laura Bernasconi si é ampio
Cesare Fois 4 mesi fa su fb
Ok boomer
Alys Snow 4 mesi fa su fb
Ok boomer. Nient'altro.
Sarah Chiaramonte 4 mesi fa su fb
Cinzia Cristina Cassan beh è facile giudicare se si appartiene alla generazione in cui pure senza diploma si diventava capo reparto con i corsi aziendali o simili, senza una formazione ce la si cavava comunque, e pure benone. Oggi moltissimi laureati non trovano posto di lavoro e fanno la fame, per non parlare di chi finisce il tirocinio. Oggi o sei un vincente o sei un perdente, nessuno ti aiuta a metterti in pari. Oggi fin da bambino vieni valutato e giudicato per ogni cosa che fai, per ogni respiro. Quindi non si permetta di giudicare generazioni e situazione che non conosce, perché fa solo la becera figura da ignorante. Evidentemente quella cresciuta con troppi lussi qui è lei, crescere senza ansie e preoccupazioni è davvero un lusso, che oggi nessuno si può più permettere.
Cinzia Cristina Cassan 4 mesi fa su fb
Sarah Chiaramonte scusi ma lei mi conosce di persona ? Non ho capito come possa esprimere giudizi su di me ...se parlo lo faccio perché ho esperienza personale , ho due figli giovani . L ignorante é solo lei .
Maxy70 4 mesi fa su tio
È il tragico rovescio di quella medaglia chiamata benessere. Da bambini ci incontravamo nel cortile della scuola per giocare alle biglie. A casa c'era un solo televisore, due canali svizzeri e due italiani, tutta la famiglia guardava la stessa cosa e si commentava insieme. Nessuno chattava, nessuno faceva il conto dei "like" ricevuti, non c'erano facebook e instagram, in casa c'era un solo telefono che doveva servire a tutti. Si imparava a condividere. Le ragazze si incontravano a scuola, alle feste campestri o erano le ragazze del quartiere dove eri cresciuto. Non vorrei fare il "dinosauro" ma mi pare che fossimo meno depressi...
Claudia Pizzi 4 mesi fa su fb
.. teatri e cinema carissimi..musei pochi...la gente non fa gruppo..anzi ti guarda in cagnesco ..che volete sperare...
Silvan Zingg 4 mesi fa su fb
Dapprima mandarli a lavorare un mese da un contadino, che imparino a conoscere la natura! Non sempre attaccati al telefonino.
Claudia Pizzi 4 mesi fa su fb
C'è veramente poco da ridere. ..poca cultura...
Gloria Bergamo 4 mesi fa su fb
Silvan Zingg anche 😏😏
Pro Decimiterizzazione 4 mesi fa su fb
Bravissima Claudia, sono troppo d’accordo con te. È un paese culturalmente molto povero che non offre nulla ai giovani. Se manifestano un po’ della loro voglia di vivere vengono subito tarpati. Per adattarsi al posto non possono che deprimersi o usare sostanze. Triste!!
Claudia Pizzi 4 mesi fa su fb
Pro Decimiterizzazione Voilà 🙂
Silvan Zingg 4 mesi fa su fb
Gloria Bergamo Io da ragazzo ci andavo in estate un mese a lavorare.
Muriel Rovelli 4 mesi fa su fb
Claudia Pizzi però ogni fine settimana è pieno di giovani che spendono un capitale in discoteca ! Non è una questione di prezzi
Gloria Bergamo 4 mesi fa su fb
Silvan Zingg infatti... 👍🏻👍🏻
Arminda Armi 4 mesi fa su fb
Muriel Rovelli Forse i ragazzi che vanno in discoteca non sono depressi . Poi guardi che la depressione è una malattia che colpisce a tutte le età., non è solo tra le generazioni piu giovani,o gente con pochi mezzi finanziari, le cause sono molteplici. Solo che oggi c è piu consapevolezza e piu conoscenza medica. Il fattore scatenante puo essere lo stress, la mancanza di affetti, una delusione,un insuccesso, l isolamento, o semplicemente l ansia e paura di aver sbagliato qualsivoglia obiettivo o di aver mancato un aspettativa in cui si credeva.
Debby Roby Meggy Samy 4 mesi fa su fb
La società di oggi non è piu quella di una volta, basta vedere lo stress e ritmi di vita che devi affrontare ogni giorno, genitori che hanno figli e la mamma a pochi mesi deve correre a lavorare perche non può altrimenti, figli che crescono con genitori purtroppo troppo poco presenti, relazioni/matrimoni che finiscono sul nascere, il mondo lavorativo che è diventato un disastro e ti viene l ansia si, perché non hai più motivazione, finiti gli studi sei un numero crescente come tanti altri in disocupazione, o sei troppo qualificato, o non hai esperienza. Diciamo che ciò che il Ticino ad oggi offre è tanto rammarico e desolazione. È dura soprattutto perché nonostante sia sotto gli occhi di tutti non viene fatto nulla in merito, e quando i figli prendono strade sbagliate ed i genitori non riescono piu a gestirli vengono lasciati da soli..... PECCATO UN VERO PECCATO CHE SI SIA ARRIVATI A QUESTI PUNTI!
Elviana Ella 4 mesi fa su fb
Debby Roby Meggy Samy 👏👏👏👏 concordo pienamente!
Arminda Armi 4 mesi fa su fb
Brava , purtroppo è l analisi di una realtà non voluta ,che coinvolge tutti .E a nulla serve incolpare chi il lavoro non lo trova o è costretto a cercarlo fuori cantone, o genitori che sono assenti perchè costretti entrambi a lavorare magari partime e con orari e turni irregolari, e fan si che la vita famigliare si riduca a discutere di problemi, di conti da pagare,e molto raramente di una semplice gita domenicale. C è troppa competività in tutto a cominciare dalla scuola dell obbligo,in avanti,sino al lavoro scelto,o al matrimonio,troppe volte si guardano gli altri come concorrenti , alimentando sentimenti di invidia ,pettegolezzi, e dispetti. Come puo un giovane avere fiducia di se stesso ,se non supportato e seguito , Poi si ritrova in una società che vuole sempre i migliori,e se qualcuno resta indietro ,magari solo per aver avuto uno sviluppo fisico o mentale ritardato rispetto ai pari età, viene messo in disparte e a volte anche deriso o bullizzato. Questa società ,crea egoismo, individualismo, competività sfrenata , e persone deluse ,scontente ,e prive di fiducia. è pur vero che non è cosi* per tutti, ma a volte chi ha fatto carriera o ha raggiunto il successo,oltre che per meriti suoi, ha avuto anche fortuna.. La depressione puo arrivare a qualsiasi età, e le cause sono molteplici, e nessuno se l è cercata, .
Debby Roby Meggy Samy 4 mesi fa su fb
Arminda Armi commento bellissimo Hai detto tutto ciò che mancava al mio. Sopratutto quando parli di famiglia e discussioni litigi, non c e piu serenità è questo che manca, e manca quando non c è lavoro, soldi e sopratutto TEMPO!
Alessandro Milani 4 mesi fa su fb
Pori nummm ancora nn hanno fatto un c.... e già burnout? Che tristezza
Cesare Fois 4 mesi fa su fb
Alessandro Milani ok boomer
navy 4 mesi fa su tio
Questo è il mondo odierno. Le radici di queste situazioni sono ancorate in una dinamica di studio e professionale basata sull’incertezza, la precarietà, la debolezza del “sistema lavoro” in generis. Le scarse prospettive e richieste di eccellenza a tutto campo stanno distruggendo più che consolidando il futuro. Colpa di chi? Credo che con maggior ascolto ed empatia avremo già cancellato parte del problema.
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-03-29 08:59:01 | 91.208.130.86