Depositphotos
SVIZZERA
11.02.2019 - 06:010
Aggiornamento : 10:32

L’apprendista al lavoro malata: «Mi sento sfruttata»

La testimonianza di una giovane che non ha potuto restare a casa con l’influenza, nonostante il certificato medico. Per la capa non era abbastanza sofferente

ZURIGO - Per due giorni è stata a letto con l’influenza. Ma poi lo scorso mercoledì, il terzo giorno, T.R.* si è presentata al lavoro. «Avevo un forte mal di testa, la tosse e mal di gola, ma non volevo piantare in asso i colleghi» afferma la giovane apprendista impiegata in una catena elvetica di negozi di calzature. Ma la giovane era talmente debole da non riuscire quasi a servire i clienti. A causa di un appuntamento dal medico, l’apprendista ha chiesto alla capa di poter staccare prima del previsto. «Me lo ha concesso, ma ha preteso che il giorno successivo mi presentassi al lavoro, vista la mancanza di personale».

La situazione è degenerata nel momento in cui il medico ha emesso un certificato di malattia: «La capa mi ha inviato un messaggio in cui mi accusava di mentire». Lo si evince dal carteggio messo a disposizione di 20 Minuten: «Ha sfruttato la situazione con freddezza!!!» le ha scritto la capa, rimproverandola di aver approfittato della sua bontà. «Non aveva un aspetto così malato». E il suo comportamento avrebbe quindi messo in difficoltà tutto il team. «Non potrà più contare sul mio aiuto».

Questo caso non rappresenterebbe una prima: già in altre occasioni, lo racconta ancora T.R., sarebbe stato superato ogni limite. «A corto termine sono stata informata che alla fine di febbraio chiuderà la filiale. E che pertanto resterò senza un posto di apprendistato». Una situazione in cui l’attività non fornirebbe, inoltre, nessuno aiuto nella ricerca di un nuovo impiego per la giovane apprendista. «E ora per la mancanza di personale, dovrei anche lavorare in malattia. Mi sento sfruttata».

Dalla catena ci fanno sapere di essere in contatto con i supervisori dell’apprendista per chiarire il caso. «La salute dei nostri collaboratori, così come il rispetto nei loro confronti hanno per noi la massima importanza» afferma il responsabile.

*Nome noto alla redazione

5 mesi fa Perché l'influenza colpisce soprattutto in Ticino?
1 anno fa Interventi chirurgici rimandati per l'epidemia d'influenza
Commenti
 
Vvii Vii 5 mesi fa su fb
Ma mi ricorda tanto un azienda
Aleksandar Plavsic 5 mesi fa su fb
Voi siete malati di mente raga... vi vantate con queste cazzate, io sono andato al lavoro con il piede rotto!!! Avanti e indietro per tre giorni con le stampelle per tutto il magazzino a vedere i guasti perché non avevano un rimpiazzo, vabbè chiamavo le ditte... ma il problema inizialmente dovevo constatarlo io... e non era facile con le stampelle e la caviglia rotta... avevo le braccia come shwarzneger... ahhh dimenticavo il primo giorno non mi avevano messo la stecca solo una benda di merda, poi alla sera mi hanno chiamato dall’ospedale di presentarmi perché la mia caviglia era rotta... OMG ??? e per voi questo è normale??? ma andate a cagare... e lo dovuto fare per non perdere il lavoro ma io non mi vanto... perché solo i scemi come me farebbero una cosa del genere...
Aleksandar Plavsic 5 mesi fa su fb
Niente di nuovo!!!
Jonathan Bopp 5 mesi fa su fb
Tempo fa lessi un articolo concernente i danni che fanno i capi come questa agli interessi delle ditte per cui lavorano.
Jonathan Bopp 5 mesi fa su fb
Nb se la filiale chiude sarà responsabilità della capa e non dell'apprendista. Far lavorare una persona malata in un negozio, espone sia i colleghi che i clienti al rischio di contagio.
sedelin 5 mesi fa su tio
si chiama schiavismo e rende pochissimi uomini miliardari e milioni di uomini in povertà. con il sostegno di politici fascisti.
Fausto Foster Magro 5 mesi fa su fb
Dagli più danni possibili poi .vedrà
Lea Tamburlin 5 mesi fa su fb
TI PREGO TESTIMONIAMO NOI Jennifer Peta
Jennifer Peta 5 mesi fa su fb
Lea Tamburlin io sono andata anche con una colica renale ??‍♀️ ? quanti ricordi!
Dana Cobos 5 mesi fa su fb
eco brava, lo fatto anche io, ma a che costo che adesso sono un rottame di salute? E no! Il dattore di lavoro di dice che non sei abbastanza sofferente quindi e un medico? o contro dice
Riccardo Tallone 5 mesi fa su fb
Cazzo ma Berna ha dimenticato i suoi giovani Ticinesi! Fare l'apprendista in Ticino vuol dire andare in guerra. E ovvio poi che tutti scappano e iniziano a lavorare in svizzera interna:(
Cristiano Canonica 5 mesi fa su fb
La capa na " testa di cazzo " da prendere a sberle cun su i guant da legn
Lella Losa 5 mesi fa su fb
Sfruttatori ????????
Maria Teresa Pezzati 5 mesi fa su fb
Ma la sua capa è medico? Non penso che si può contestare un certificato però ?
Peppe Rivera 5 mesi fa su fb
Il mondo del lavoro va risanato del tutto
Niki Maniscalco 5 mesi fa su fb
"Per la CAPA [...]" Seriamente? Mi sanguinano gli occhi.
Dony Martignoni 5 mesi fa su fb
Non mi piacciono sti sfruttamenti di situazione; se sei malata stai a casa, vai dal medico, presenti il certificato come dice la legge. Se invece non vuoi andare dal medico e cerchi di sfruttare i "due o tre giorni"...impara a essere sincera e anche "la capa" ti crederà! Troppa gente sta a casa solo per due giorni poi si presenta al lavoro per evitare la visita medica.???
Daria Rossi 5 mesi fa su fb
Non ci si può più ammalare ....
lollo68 5 mesi fa su tio
L'apprendista era a stretto contatto con i clienti quindi era giusto che stesse a casa per non contagiare altre persone!
francox 5 mesi fa su tio
Per poter raddoppiare il bonus ogni anno a quei poveri CEO, dovremo pur fare un piccolo sacrificio no? E poi non è più un sacrificio, adesso la chiamano "elasticità". Oggi si gioca molto con le parole. Quando il manager truffa la ditta e ruba tutto quello che può, si dice che ha commesso una malversazione. É solo colpa nostra, aggiorniamoci!
Anna Jegoleva 5 mesi fa su fb
Certo che sanno descrivere i giornalisti ??? tre giorni a letto.. al quarto si è presentata al lavoro con mal di testa...??? un influenza?!?! Io ho lavorato con 39 di febbre!! Con la schiena bloccata e altri malanni .... e ho 47 anni, questa è apprendista giovane e già così debole! Ragazza ci sono le vitamine in farmacia! Un dafalgan e via! Al attacco!! Hai tutta una vita davanti!!! Basta piangere!!! Agisci!!
Emanuela Bonardi 5 mesi fa su fb
Anna Jegoleva d’accordissimo con te Anna. Per un po’ di raffreddore sembrano in fin di vita! Si vedono tutti i giorni e non solo apprendisti ma anche adulti! Fanno ridere.... io sono come te vado anche con la febbre e non sono ancora morta! Sono vittime con voglia di lavorare zero! E mi fermo qui.
Anna Jegoleva 5 mesi fa su fb
Emanuela Bonardi vorrei consigliare “Dinamisan Forte” in fiale a tutti loro, prendendolo per un paio di mesi invernali, sei riparato per tutto l’anno. ?? mi fanno innervosire le persone che si ammalano spesso è facilmente ma non fanno nulla per tirare su le difese immunitarie...?
Emanuela Bonardi 5 mesi fa su fb
Anna Jegoleva io vado di echinacea anche per i miei ragazzi e sali di schussler, sono anni che non ci ammaliamo, solo semplici raffreddori e via ?
Anna Jegoleva 5 mesi fa su fb
Emanuela Bonardi brava!! Anche io! Prendo anche la curcuma e aglio nero in capsule!!! Mi sento un robocop ?????
Emanuela Bonardi 5 mesi fa su fb
Anna Jegoleva Highlanders ????
Laura Trap 5 mesi fa su fb
Drogatevi pure di medicamenti ? che le ditte farmaceutiche hanno pensato bene al loro futuro ;)
Graziella Abbate 5 mesi fa su fb
Anna Jegoleva iobho lavorato con tonsillite e 40 di febbre poi succefono gli incidenti sul lavoro..nn facciamo i super eroi che nn ne vale la pena
Laura Trap 5 mesi fa su fb
Anna Jegoleva persone che si esprimono e pensano come te fanno abbassare ancor di più il sistema immunitario a quelli che già ce l'hanno basso. ? Non tutti siamo uguali ? rispetta chi é debole. Chi va a lavoro ammalato, non lavora efficientemente e contagia i colleghi. Non giudicare chi, con i primi sintomi, si assenta da lavoro. Questa é una scelta individuale e da rispettare. ?
Kepey Antares 5 mesi fa su fb
carissima, dipende anche dal lavoro che fai, e sopratutto dalla POSIZIONE sociale che hai all'interno della ditta....tu hai scritto bloccata con la schiena, forse era meglio se dicevi forte dolore alla schiena perché quando si BLOCCA LA SCHIENA resti li ferma e anche se va a fuoco la casa nella migliore delle ipotesi STRISCI FUORI .... te lo garantisco perché mi è capitato 3 sett fa dopo aver tagliato 700 kg di legna mi son preso una contrattura e un infiammazione ai nervi che l'unica cosa che potevo fare era strisciare per terra, non usiamo paroloni a caso per farci vedere eroi che poi vengono fraintesi dalla gente il mal di schiena è una cosa restare bloccati e tutt'altro, se poi credi che la mia soglia del dolore sia ridicola possiamo fare una prova di confronto. quello che più mi irrita è proprio il sentir dare dei mollaccioni a persone che non si conoscono, che non si sa precisamente che lavoro fanno, non si sa come si recano al lavoro non si sa che capi hanno e quanto devono rendere sul lavoro, io sono indipendente e lavoro anche se non sto bene proprio perché, primo se non lavoro non guadagno, secondo se DEVO prendermi una pausa posso farlo senza che nessuno mi riprenda.
Emanuela Bonardi 5 mesi fa su fb
Laura Trap mi sembra che nessuno abbia chiesto la tua opinione, o sbaglio?
Emanuela Bonardi 5 mesi fa su fb
Laura Trap meno male non siamo tutti uguali ?
Emanuela Bonardi 5 mesi fa su fb
Kepey Antares sinceramente anche la tua opinione non è stata richiesta ..... comunque ti do un consiglio nella prossima vita anziché lamentarti e fare la vittima, come se lavorassi solo tu al mondo, scegliti un’altra professione ?‍♀️
Laura Trap 5 mesi fa su fb
Emanuela Bonardi Io prendo posizione per le persone che, con le tue parole, vengono indignate.
Laura Trap 5 mesi fa su fb
Emanuela Bonardi un punto sul quale siamo d'accordo, wow ? che fortuna!
Kepey Antares 5 mesi fa su fb
Emanuela Bonardi beh che dire...non ho risposto a te, se ti danno fastidio le opinioni degli altri non leggere facebook, non faccio il boscaiolo, è irrilevante il mio mestiere al fine della mia opinione, che richiesta o no resta una libera espressione garantita nei paesi di un certo livello, non ho mai detto che lavoro solo io, e per finire quando avrò bisogno di consigli ve lo faro sapere. io mi solo limitato ad esporre fatti accaduti a me ed un piccolo esempio su come si potrebbero affrontare queste situazioni ad esempio: in base al lavoro che si fa e sopratutto alla posizione che si ha presso l'azienda in questione, se svolgo un lavoro da centralinista col mal di schiena posso lavorare ma se il mio lavoro e traslocare appartamenti la vedo dura, se posso permettermi una pausa di tanto in tanto per riprendermi quando non sono al 100% ( febbricitante o con la schiena dolorante ) ok, ma se come mi fermo mi gridano dietro e mi danno del fannullone NO, come dice un mio amico ma la miglioro poichè potrebbe risultare volgare ""e facile fare i sodomiti con il fondo degli altri"""
Jonathan Bopp 5 mesi fa su fb
Anna Jegoleva se esci di casa malata dovresti evitare ad altri il rischio di contagiarli.
Anna Jegoleva 5 mesi fa su fb
Jonathan Bopp tranquillo! ? sarà fatto!??
Pedraita Maurizio 5 mesi fa su fb
Anna Jegoleva aveva anche una pallottola in una gamba e un’ascia in un braccio? Ma per piasè, lavora da sdraiata altrimenti con la schiena bloccata...
Anna Jegoleva 5 mesi fa su fb
Laura Trap non sono medicamenti cara, sono tutte cose naturali che aiutano a tirare SU le difese immunitarie e GIÙ LE SPESE PUBBLICHE DELLE MALATTIE ? a buon rendere!
Anna Jegoleva 5 mesi fa su fb
Graziella Abbate 7 anni fa ho fatto 6 tonsilliti in 6 mesi... ero messa proprio malissimo, da quando faccio la cura di Dinamisan forte ogni inverno nemmeno un raffreddore ... non ho nessuna convenienza a consigliartelo, non mi viene in tasca nulla, è solo un esperienza personale!???
Anna Jegoleva 5 mesi fa su fb
Laura Trap beh certamente hai ragione, non è per tutti è uguale ma disprezzo chi non fa nulla per stare meglio.. sei d’accordo con me?
Anna Jegoleva 5 mesi fa su fb
Kepey Antares ero proprio BLOCCATA, dopo 3 flebo da moncucco: tramadol, daffalgan e voltaren(2 ore circa) ero già alla postazione... lo so è sbagliato ma sono così.. non mi vuoi fare una colpa?! ?
Anna Jegoleva 5 mesi fa su fb
Laura Trap più che indignare Emanuela intende chi sfrutta la situazione a stare a casa a far nulla... e pigliare la paga ugualmente, mente noi paghiamo....
Anna Jegoleva 5 mesi fa su fb
Pedraita Maurizio vabbè non esagerare adesso, dico quello che ho passato, punto?? fino alle pallottole non siamo ancora arrivati!??
Lucrezia Novelli 5 mesi fa su fb
Laura Trap poi non ho mai visto stare a casa gente perchè ha 37 di febbre e un po' di rafreddore, ovvio che si parla di febbre alta. Mi piacerebbe proprio vederli questi che vanno a lavorare con 39/40 di febbre. Quante balle!
Anna Jegoleva 5 mesi fa su fb
Lucrezia Novelli guardami 😂😅 sono io!!
Lucrezia Novelli 5 mesi fa su fb
Anna Jegoleva si certo...
Emanuela Bonardi 5 mesi fa su fb
Anna Jegoleva non rispondo nemmeno perché con certa gente è totalmente inutile..... tu ed io ci siamo capite 😉 😘
Anna Jegoleva 5 mesi fa su fb
Emanuela Bonardi si infatti... non sprechiamo le nostre energie a vuoto ma per andare a lavurà 😜💪🏻 buona giornata Emanuela!😃
Emanuela Bonardi 5 mesi fa su fb
Anna Jegoleva anche a te tesoro 😘
Nicoletta Ceronetti 5 mesi fa su fb
Adesso non esageriamo !!! Siamo sempre andati al lavoro fino allo stremo ?
Agatina Grassia 5 mesi fa su fb
Umanità umanità questo ci vuole non siamo robot
Stefania Bonecher 5 mesi fa su fb
Io non ho mai febbre e quando ho influenza sto un male cane!!in 3 giorni cmq sono apposto.. Non sono mai stata a casa per stupidate ma la cosa è soggettiva... Magari alcuni approfittano ma alcuni stanno veramente male... Ma al datore di lavoro generalmente non interessa e pretende sopratutto adesso perché tagliano personale... In tutti i settori.. e non sono più capaci di creare un buon clima di lavoro per poter motivare di più i dipendenti così anche per una malattia fanno di tutto per guarire in fretta e ritornare al lavoro più in forma di prima?
Meno 5 mesi fa su tio
La sopportazione di malanni è molto soggettiva e varia molto da persona a persona... spesso dipende da motivazione sul lavoro e consapevolezza della propria responsabilità (in caso in cui si è l'unica persona a svolgere una determinata mansione)
Sandra Cottini 5 mesi fa su fb
Ho lavorato con mal di schiena da piegarmi in due....ma facevo finta.....dovevo operarmi una mano perché non avevo più presa e rischiavo di far cadere tutto....ma facevo finta! Mi sono rovinata la salute e poi mi hanno licenziata.....ecco la ricompensa!! Certo poi ci sono anche quelli che stanno a casa per un niente! E poi pagano tutti!!
Tato50 5 mesi fa su tio
Il meglio lo fa il nostro Governo con i suoi impiegati con un articolo (46 mi sembra) dove lavorare al 50% viene considerata assenza al 100% . Qualche centinaio di impiegati si è accorto di questo quando hanno ricevuto il conteggio dei giorni di malattia e nessuno sapeva nulla, nemmeno certi "grandi capi". Quindi se il Medico ti dice di iniziare al 50% non farlo perché ti ciolano ugualmente. Pronzini, hai un altro argomento da partare dove si deve ;-)) Quel sindacalisti che difende gli impiegati è morto o solo in coma ?
TI.CH 5 mesi fa su tio
Se proprio non sei a terra la miglior medicina per guarire raffreddori e influenze è andare a lavorare fare moto lavorando un po' più alacremente (non vale per lavori d'ufficio o troppo sedentari).
Christina Rosamilia 5 mesi fa su fb
Meglio che non mi esprimo...ci siamo passati tutti. Un po’ di midollo in quelle ossa!
Mara Athena 5 mesi fa su fb
Ci sono datori che se ne approfittano come lavoratori che ne approfittano ...
Yvonne Venturelli 5 mesi fa su fb
Dove finiremo!!! Vergogna
Flavio Boffi 5 mesi fa su fb
Una volta c’era più rispetto. Oggi non solo manca il rispetto ma addirittura vedo che si da poco valore alla vita umana.
Alex Aquino 5 mesi fa su fb
Ma andate a cagare!
Angelo Michele Maiorano 5 mesi fa su fb
Una volta i medici erano rispettati, oggi il certificato te lo deve fare il capo ufficio
Simonetta Covini 5 mesi fa su fb
Angelo Michele Maiorano scusi se si è malati chi produce il certificato medico?
Stefy La Bernese 5 mesi fa su fb
mah..bisognerebbe sentire anche l'altra campana, ci sono tanti giovani che voglia da fa saltam adoss, e ogni minimo cip stanno a casa...ci macherebbe se uno sta proprio male sta a casa ma un po di spirito di sacrificio e senso del dovere..cioé per una lineetta di febbre son sempre andata a lavorare, piu che altro per non lasciare nella m.colleghe che avrebbero dovuto fare i salti mortali per coprirmi o anche quando c'erano delle scadenze
Jelena Smiljkovic-Đorđević 5 mesi fa su fb
Stefy La Bernese si ma se ha il certificato medico non si discute.
Stefy La Bernese 5 mesi fa su fb
purtroppo anche li non tutti sono corretti...alcuni prescrivono giorni di malattia su richiesta, soprattutto in IT, poi li vedi in giro tranquilli e beati al bar..
Lucrezia Novelli 5 mesi fa su fb
Stefy La Bernese ma finitela di dire cazzate! parlate proprio voi che quando sono arrivata qui sono rimasta scioccata (18 anni fa) pausa di 15 minuti per il caffé mattutino e alle 17:30 cascasse il mondo tutti a casa. A Milano le pause caffé non esistono e non si usa buttare la biro (come diciamo noi) alle 17:30 in punto. Ho visto gente rifiutarsi di vendere perchè mancavano cinque minuti alla chiusura del negozio e avevano già fatto cassa per non perdere due minuti dopo...
Stefy La Bernese 5 mesi fa su fb
Lucrezia Novelli solito argomento populista e superficiale di chi nonostante gli anni qui non ha capito ancora nulla e continua a sparlare... se ti manca Milano prego...
Giuli Galassini 5 mesi fa su fb
Stefy La Bernese sinceramente la generazione non conta proprio nulla! Eh te lo dice una 23enne che si faceva giorni di lavoro da 18/20 ore, prima in un bar e poi in un altro! Il discorso è un altro, se sei malato, stai a casa, punto! Primo per la tua salute e secondo per quella degli altri! Se un mio collega arriva malato gli dico di tornarsene a casa, prima che attacca l’influenza a me o ad altri colleghi!! Colleghi che hanno anche bambini piccoli a casa e che quindi sarebbe meglio non contagiare! È questione di buon senso. Se tu andavi al lavoro con 39 di febbre, mi dispiace, ma sbagliavi alla grande e le tue colleghe dovrebbero essere state le prime a dirtelo. Posso capire le eccezioni dovute a scadenze realmente importanti (anche se discutibile) o se si ha un lieve raffreddore o mal di testa, ma quando si è realmente malati bisogna stare a casa, punto. Ripeto: per la propria salute e quella degli altri.
Giuli Galassini 5 mesi fa su fb
Stefy La Bernese il lavoro sarà anche nobiltà d’uomo. Ma buttare nel cesso la propria salute per il lavoro è stupidità d’uomo.
Stefy La Bernese 5 mesi fa su fb
Giuli Galassini si ma stiamo parlando di influenza mica di una malattia grave, colleghi o no la prendi lo stesso in giro, tanto più i bambini che tra asili e amichetti sono i primi a portarla a casa quindi..
Angela Giuliani 5 mesi fa su fb
Senza poi calcolare che noi.mamme lavoriamo 365 giorno all anno x accudire i figli ,soprattutto malate ,ma x i nostri figli questo e altro,x chi ci sfrutta invece un bel calcio in culo????
Angela Giuliani 5 mesi fa su fb
L altro giorno è morta una persona per un influenza,non dico altro..
Angela Giuliani 5 mesi fa su fb
Cara Julia Crivellaro,scusa se mi permetto anche io ragionavo come te',ma poi con il tempo o capito che la salute arriva prima dei soldi e ti garantisco che ultimamente certi datori di lavoro pensano solo a fare soldi e se ne fregano
Shankara Passarella 5 mesi fa su fb
che i datori si diplomino puree in medicina che dire.... Eppure quelli che prendono per il c...o li lasciano a casa . assurdo!!!! Prima la salute poi il resto...
Antonietta Noseda 5 mesi fa su fb
Andiamo bene !!
Sara Frigerio 5 mesi fa su fb
Anja Stosic io boh
Liberopensiero 5 mesi fa su tio
Chissà perché i liberi professionisti si ammalano molto meno! Mah
nisicom 5 mesi fa su tio
@Liberopensiero E parliamo anche chi invece, per una tendinite al dito, rimane a casa 4 mesi .....
Simona Bottinelli 5 mesi fa su fb
Io se vado al lavoro malata rischio di contagiare i miei pazienti ... buon senso e rispetto é la prima regola per essereun buon lavoratore !!
Séverine Mertenat 5 mesi fa su fb
Nessuna ti fa una statua se vai al lavoro che stai male ma così è veramente esagerato dai i lavoratori stanno perdendo ogni diritto
Ana Margarida Borges 5 mesi fa su fb
Ho fatto mesi a sdraiarmi in magazzino in attesa che gli antidolorifici facessero effetto perché il mio collega non voleva che andassi a casa e lo lasciassi con il lavoro da fare...avevo calcoli dalla cistifellea al fegato e ha fatto una scenata quando gli ho detto che entravo in ospedale d’urgenza...vabbè sarebbe lunga da raccontare ma questa gente non è umana. Pensate alla vostra salute.
Federica Caruso 5 mesi fa su fb
Ana Margarida Borges a lavorare con i calcoli alla cistifellea ???
Elviana Ella 5 mesi fa su fb
Ana Margarida Borges senza parole..? anch'io quando ero apprendista ( 25 anni fa) ne ho viste di tutti colori! Adesso ho dei figli che fanno apprendistati...non è cambiato nulla..
Ana Margarida Borges 5 mesi fa su fb
Certo, mentre ero in malattia per riprendermi dall’intervento e dalle due settimane di ricovero avrei dovuto fare un mese di convalescenza ma mi telefonavano quasi tutti i giorni quindi sono rientrata dopo due settimane. Al mio rientro dovevo stare un mese al 50 ma mi lasciavano il lavoro accumulato sulla scrivania quindi sono rientrata dopo due settimane al 100. Dopo un mese non ho retto più e mi sono messa in malattia per recuperare. Al mio rientro le mie cose erano in uno scatolone...L’ambiente non era più tollerabile per me e mi sono licenziata per motivi medici. Quando parlando con uno specialista mi sono informata sulla possibilità di denunciarli per mobbing mi ha risposto di valutare se ero pronta ad affrontare una causa per diffamazione O se invece non era meglio andarmene semplicemente per la mia strada. Le conseguenze non sto qui a raccontarvele...
Mario Zucca 5 mesi fa su fb
Ana Margarida Borges a questi esseri schifosi gli spaccherei la faccia.......
Federica Caruso 5 mesi fa su fb
Mostri.
Ana Margarida Borges 5 mesi fa su fb
Purtroppo molti subiscono di peggio. Purtroppo poi se ti licenzi sei considerato un debole. Purtroppo se denunci è più quello che spendi tra avvocati e immagine che se te ne vai in silenzio. Il prezzo più grande è faticare a trovar lavoro perché a loro dire probabilmente sei troppo “fragile” o a rischio in realtà sei solo scomoda perché capiscono che non subisci a vita in silenzio
Graziella Abbate 5 mesi fa su fb
E poi dicono del caporalato sfruttamento in italia..sono arrivata alla conclusione che tutto mondo è paese...e i sindacati a battersi per i loro benefit...
Jake Connors 5 mesi fa su fb
Poi vai a lavorare, Contratto A Tempo Determinato sotto lo Stato, e ti vedi il Fisso che ti guarda a ti dice "Guarda, oggi ho la febbre / Mal di Schiena / Mi gira la Testa / Mi pesa il culo" e i Capi verranno a lamentarsi solo con te, visto che ai Fissi non dicono nulla
Ana Margarida Borges 5 mesi fa su fb
Jake veramente io ero fissa come molti. Se non hai un contratto a tempo determinato o ti tirano matto fino a che te ne vai o trovano comunque una scusa
Luca Riboni 5 mesi fa su fb
purtroppo in Svizzera non ci sono tutele sufficienti per i lavoratori
Lucrezia Novelli 5 mesi fa su fb
Graziella Abbate no guarda in Italia il lavoratore è super protetto e non vieni licenziato se sei in malattia, oltretutto hai durante l'anno ore che se accumulate risultano circa 15 giorni per le visite mediche di cui ogni cittadino anche sano puo' aver bisogno. I sindacati in Italia hanno molto potere e queste cose non succedono. Sicuramente non al Nord dove la gente non lavora in nero
Noe Torti 5 mesi fa su fb
Assurdo.... al lavoro devi essere lucido per lavorare bene!
spank77 5 mesi fa su tio
Stress e conflitti personali della capa sfogati sulla dipendente. ..
Francesca Bentivegna 5 mesi fa su fb
Che tristezza sentire parlare così la salute dovrebbe essere la cosa più importante e invece viene messa sotto i piedi non si va a lavoro quando si sta male e curarsi è un diritto sacrosanto quest’anno in particolare l’influenza è abbastanza pesante debilita tanto e poi non tutti reagiamo alla stessa maniera non siamo robot
Alfio Cappelletti 5 mesi fa su fb
Andate al lavoro ammalati se vi ricattano..poi a metà mattina svenite e fate chiamare ambulanza poi vediamo se sono sempre arroganti...
Gerardo Archimede 5 mesi fa su fb
non preoccuparti che anche noi professionisti succede che ci fanno scendere con 40 di febbre perche non c era la sostituzione
Thom Salati 5 mesi fa su fb
Rimane comunque scandaloso..
Angela Giuliani 5 mesi fa su fb
Sti datori di lavoro che pensano a fare i soldi e se ne fottono di tutto
Julia Crivellaro 5 mesi fa su fb
C'è anche da dire che al giorno d'oggi siete tutti un po' delle mezze cartucce... Io anche col la febbre lavoravo.. Cia adess veh
Marilena Decarli 5 mesi fa su fb
Julia Crivellaro ecco adesso i giovani sono delle mezze cartucce. C'è da dire che c'è gente che sopporta e altri no, ora come una volta e poi se si è ammalati non si va sul lavoro a contagiare gli altri.
Thom Salati 5 mesi fa su fb
Se si ha la febbre si sta a casa punto. Perché primo si rischia di peggiorare se si va al lavoro e poi si attacca l'influenza agli altri..
Emanuele Rossi 5 mesi fa su fb
Julia Crivellaro è anche grazie alle persone come te che poi si ammala altra gente. Se uno/a ha la febbre sta a casa e si cura.. non è andando a lavorare anche ammalati che si dimostra qualcosa, se non leggerezza e stupidità
Alfio Cappelletti 5 mesi fa su fb
Sono diverse le influenze anno per anno ma anche come reagisce ogni persona...
Luca Tursi 5 mesi fa su fb
Julia Crivellaro scommetto che se un giorno dovessero lasciarti a casa, ti daranno una bella medaglia di legno al valore per non aver mai saltato un giorno di lavoro! Brava!
Giusy Ferrazzo-Marrazzo 5 mesi fa su fb
Di sicuro.. se vai a lavoro con la febbre.. un giorno.. ti faranno una statua in oro tutta per te ?
Marco Bellante 5 mesi fa su fb
Vuoi il premio quindi?
Desi Muaz Muaz 5 mesi fa su fb
Julia Crivellaro ank io ho gia lavorato cn febbre ma guarda k nn siamo tutti uguali
Aurora Sothis 5 mesi fa su fb
Sarà una capa pure lei... ?
Luca Gilardi 5 mesi fa su fb
Julia Crivellaro te pareva che la rivava mia la sborona
Pat Novo 5 mesi fa su fb
Julia Crivellaro è perché ci vai ammalata?
Eliano Pasta 5 mesi fa su fb
Julia Crivellaro una che ragiona... vedo un sacco di mezze seghe al giorno d’oggi che per un colpo di tosse vanno dal dottore e non si presentano a lavorare... se si sta davvero male è un conto, ma con un po’ di raffreddore stare a “casa” settimane non la vedo molto intelligente come idea..!
Angela Koutantis 5 mesi fa su fb
Emanuele Rossi esatto
Donna Lab 5 mesi fa su fb
Puoi lavorare con febbre ..puoi anche lavorare prima di schiattare ,ma quando non avranno piu" bisogno di te un bel calcio nel culo e via pure tu...
Alessandro Giacomelli 5 mesi fa su fb
Julia Crivellaro allora sei forte
Alfredo Corradi 5 mesi fa su fb
Dipende che lavoro fai e da com'è la febbre...
Kepey Antares 5 mesi fa su fb
Alfredo Corradi ... la migliore risposta fra tutti i commenti.
Luca Gilardi 5 mesi fa su fb
Eliano Pasta se hai la febbre un po alta, hai una malattia infettiva. E questo implica che sei contagioso e rischi di far ammalare mezza azienda. Non pretendo che tu ci arrivi a questo, e nemmeno che ci arrivino i cantinari che abbiamo in questo cantone come dirigenti... Però ci arriva la Legge....
Marilena Decarli 5 mesi fa su fb
Eliano Pasta probabilmente se aveva il certificato medico un motivo c'era.
Marilena Decarli 5 mesi fa su fb
Cmq nell articolo si dice che c'era un certificato medico
Eliano Pasta 5 mesi fa su fb
Marilena Decarli onestamente non ho nemmeno letto l’articolo perché il mio interesse in ciò è molto basso, con certificato medico è un conto, però in ospedale lo rilasciano se hai male ad un dito figurati per un po’ di mal di testa
Julia Crivellaro 5 mesi fa su fb
Co diez gente se scrivete??
Pierpaolo Lai 5 mesi fa su fb
Julia Crivellaro parla dalla sua grande esperienza lavorativa...????
Jelena Smiljkovic-Đorđević 5 mesi fa su fb
Julia Crivellaro che bel linguaggio però
Toni Santos 5 mesi fa su fb
In Ticino è diventato una moda di sfruttare i dipendenti e apprendisti.
Mary Cominelli 5 mesi fa su fb
Toni Santos l’articolo specifica Zurigo
Raffaella Norsa 5 mesi fa su fb
Mary Cominelli e lui ha risposto che in Ticino è prassi normale mentre a Zurigo è un caso raro tanto da farne un’articolo di giornale
Toni Santos 5 mesi fa su fb
Raffaella Norsa Grazie mille ! ?
Mary Cominelli 5 mesi fa su fb
Raffaella Norsa oh no io abito a nord delle Alpi e non è un caso raro, quante volte io da malata nn ho potuto andare a casa...
Anna Jegoleva 5 mesi fa su fb
Toni Santos in Ticino è diventata una moda a stare in malattia per nulla...
Toni Santos 5 mesi fa su fb
Penso che sarà una piccola percentuale di persone che fingono di essere malati. Maggior parte della gente non vede l'ora di andare a lavorare pur essendo veramente malata .
Luigi Romano 5 mesi fa su fb
Mi volete spiegare perchè se devi andare dal dottore in giorni normali mi tocca aspettare almeno 10 giorni per avere un appuntamento mentre se e in un periodo di ponti o vacanze puoi andare quando vuoi ?
Kepey Antares 5 mesi fa su fb
A fine febbraio chiude? beh, riguardati guarisci e cercati un altro posto, il mondo non finisce fuori da quella bottega...inizia.
Maria Elena Sifari 5 mesi fa su fb
Bravissimo
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-07-22 18:31:19 | 91.208.130.85