ULTIME NOTIZIE Svizzera
VIDEO
SVIZZERA
6 ore
Quella montagna verde che fa storcere il naso ai puristi del rossocrociato
Presentata oggi dalla Federazione Svizzera di Calcio, la nuova maglia da trasferta della Nazionale non sembra fare l’unanimità tra i tifosi
SVIZZERA
7 ore
Berna, la città migliore in Europa in cui stare al volante
Secondo "l'indice di guida nelle città 2019" di Mister Auto, la capitale svizzera si piazza al quarto posto a livello globale
SVIZZERA
7 ore
Milestone 2019, premiata una start-up di Zermatt
La "Bonfire", attiva nell'ambito della comunicazione digitale, appartiene all'ente turistico e alle Ferrovie di montagna della località vallesana
SVIZZERA
10 ore
Miliardo di coesione, accordo in vista fra le Camere
La commissione di politica estera del Nazionale raccomanda al plenum di allinearsi alla posizione degli Stati e del governo
SVIZZERA
10 ore
Schengen/Dublino, un centinaio di milioni per le banche dati
La commissione di politica estera del Nazionale ha approvato il versamento
GRIGIONI
11 ore
Niente cittadinanza onoraria per il fondatore del WEF
Il Canton Grigioni rivela che non esiste la base legale per compiere questo passo: «Stiamo vagliando ulteriori possibilità per onorare i meriti di Schwab»
SVIZZERA
11 ore
Collaboratori esterni a Berna, ci sono margini di miglioramento
Lo rileva la Commissione della gestione degli Stati, che ha espresso soddisfazione per l'intervento del governo
SVIZZERA
11 ore
Una donna raccoglierà il testimone di Levrat?
L'ipotesi prende forma in vista del prossimo Congresso del partito, che si terrà a Basilea il 4 e 5 aprile
BERNA
12 ore
Grave incidente nucleare, siamo pronti?
Da domani a venerdì la centrale atomica di Beznau sarà teatro di un'esercitazione generale
ZURIGO
23.07.2018 - 15:300
Aggiornamento : 17:31

Marchionne: i giornalisti italiani assiepati attorno all’ospedale

L’ex numero uno di FCA sarebbe in coma irreversibile: «gravissimo, ma stabile». Ospedale e azienda mantengono il silenzio totale

ZURIGO - Dalle telecamere della RAI e di Sky, ai cronisti del Corriere della Sera, del Messaggero e della Stampa. Da ieri, è assiepato da numerosi giornalisti l’Ospedale Universitario di Zurigo, dove in queste ore si trova ricoverato in gravi condizioni - ufficialmente per complicazioni in seguito ad un’operazione alla spalla - il manager Sergio Marchionne, oramai ex amministratore delegato del gruppo FCA.

Marchionne si trova “blindato” ai piani alti di uno degli edifici dell’ospedale. Protetto ed irraggiungibile, raccontano i media italiani documentando il “viavai” del personale medico nella stanza semi buia, impegnato in quello che sembra una lotta impossibile. Il manager si troverebbe infatti, secondo alcune delle poche informazioni filtrate, in un coma irreversibile. «Gravissimo, ma stabile», sono le uniche informazioni che trapelano. 

Mistero sulle condizioni - E difficile resta capire quali siano le cause reali delle sue condizioni. Per qualcuno si tratterebbe effettivamente di complicazioni sorte durante la convalescenza dell'intervento, altri parlano di un tumore. «Lo hanno tradito le sigarette», ha scritto in una lettera l'amico Franzo Grande Stevens - già Vicepresidente della FIAT e avvocato di fiducia di Gianni Agnelli - in cui ormai ricorda quello che è stato «un fratello» al passato.

L'unica certezza al momento è il massimo riserbo da parte sia dell'azienda che dell'ospedale, che infatti non prevede alcun bollettino medico. Poco avvezzi con la privacy "svizzera", i quotidiani del Belpaese non hanno fatto segreto delle difficoltà incontrate in queste ore nel tentare di dialogare con una struttura inaccessibile ai giornalisti. «E' impossibile per i giornalisti accedere all'interno del polo ospedaliero» fa notare l'agenzia italiana ANSA. «Dalla clinica svizzera di Zurigo non filtra nulla» scrive Libero. «L'ufficio media dell'ospedale difende rigorosamente la privacy di tutti i pazienti e non conferma nemmeno il ricovero del manager» Ribatte l'HuffingtonPost.

«Sergio non tornerà» - «Starò via solo pochi giorni», aveva detto ai propri collaboratori lo scorso 27 giugno, prima di entrare in clinica per operare la spalla. Poi improvvisamente la situazione si è complicata in modo irreversibile. «Sergio non tornerà più» ha scritto sabato il presidente di FCA John Elkann nella «lettera più difficile che abbia mai scritto», ricordando il manager ma soprattutto l'amico. 

Peter Kalantzis ad interim - È Peter Kalantzis, intanto, ad assumere ad interim la presidenza del consiglio di amministrazione del gruppo ginevrino SGS (Société Générale de Surveillance), finora detenuta da Marchionne. L'organo di vigilanza si è detto profondamente toccato dallo stato di salute di Marchionne e ha rivolto un pensiero ai famigliari dell'imprenditore.

Il manager italo-canadese, residente in Svizzera, nel 2002 è stato eletto alla presidenza della direzione del gruppo ginevrino. In seguito aveva lasciato la carica nel 2004 per prendere le redini della Fiat, rimanendo tuttavia nell'organo di sorveglianza della SGS con la carica di vicepresidente. Nel marzo del 2006 è poi stato eletto alla presidenza del Cda.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-13 04:33:46 | 91.208.130.87