FORMULA 1«Lascio con serenità e con la convinzione di aver fatto ogni sforzo per raggiungere gli obiettivi»

29.11.22 - 19:15
«La Ferrari è unita e in crescita, è una squadra forte e pronta per ottenere i massimi traguardi».
keystone-sda.ch / STF (Darron Cummings)
«Lascio con serenità e con la convinzione di aver fatto ogni sforzo per raggiungere gli obiettivi»
«La Ferrari è unita e in crescita, è una squadra forte e pronta per ottenere i massimi traguardi».
L'ingegnere 53enne saluta Maranello dopo quasi tre decenni. Arrivò nel 1995 come motorista.
SPORT: Risultati e classifiche

MARANELLO - Dopo quasi trent'anni nella famiglia Ferrari - di cui gli ultimi quattro passati nel ruolo di Team Principal -, dal 1. gennaio Mattia Binotto lascerà definitivamente Maranello. Il 53enne, finito nel mirino della critica per le ultime stagioni condite da alti e bassi, ha comunque contribuito al rilancio del Cavallino, mancando però il coronamento della missione titolo.

«Con il dispiacere che ciò comporta, ho deciso di concludere la mia collaborazione con Ferrari. Lascio un'azienda che amo, della quale faccio parte da 28 anni, con la serenità che viene dalla convinzione di aver compiuto ogni sforzo per raggiungere gli obiettivi prefissati», ha commentato Binotto, arrivato alla Rossa nel 1995 come motorista della squadra test. Capace di scalare le gerarchie fino alla nomina di Team Principal, l’ingegnere italo-svizzero ha dunque ringraziato il team rivendicando anche la bontà del proprio operato. «Lascio una squadra unita e in crescita. Una squadra forte, pronta, ne sono certo, per ottenere i massimi traguardi, alla quale auguro ogni bene per il futuro. Credo sia giusto compiere questo passo, per quanto sia stata per me una decisione difficile. Ringrazio tutte le persone della Gestione Sportiva che hanno condiviso con me questo percorso, fatto di difficoltà ma anche di grandi soddisfazioni».

COMMENTI
 
F/A-19 1 mese fa su tio
Hanno sbagliato i vertici a metterlo a responsabile di tutto, Binotto è una persona capace, dall’anno prossimo ci saranno più direttori, ognuno avrà il proprio settore di responsabilità e tutto sarà più facile.
Evry 1 mese fa su tio
Lascia un Team che non è satato in grado di gestire e per decisioni completamente sbagliater !!! cmq auguri per il futuro.
dan007 2 mesi fa su tio
Côme gli allenatori quando non convinci e non vinci via. E stato così con Arrivabéne che a me piaceva
NOTIZIE PIÙ LETTE