Immobili
Veicoli

HCLL'entusiasmo è grande a Lugano: «Vogliamo una squadra competitiva»

14.06.22 - 07:00
Il GM Domenichelli ha anche parlato delle 14 squadre in NL: «La situazione avvantaggia soprattutto i giovani svizzeri».
Imago, archivio
HCL
14.06.22 - 07:00
L'entusiasmo è grande a Lugano: «Vogliamo una squadra competitiva»
Il GM Domenichelli ha anche parlato delle 14 squadre in NL: «La situazione avvantaggia soprattutto i giovani svizzeri».
Mikko Koskinen - in arrivo dagli Oilers - raggiunge così nel roster bianconero Oliwer Kaski, Marc Arcobello, Troy Josephs e Daniel Carr.

LUGANO - Nella giornata di ieri - lunedì 13 giugno - il Lugano ha ufficializzato l'ingaggio di Mikko Koskinen.

Si tratta di un vero colpo di mercato, poiché nelle ultime quattro stagioni l'estremo difensore finlandese ha difeso i pali degli Edmonton Oilers, con cui è sceso sul ghiaccio in 171 occasioni. Oltre a questo il 33enne era stato draftato nel 2009 dai New York Islanders e ha esordito in NHL nel 2011. Nella sua carriera vanta anche due titoli di KHL vinti con lo SKA di San Pietroburgo, mentre con la maglia della sua nazionale ha preso parte a un'Olimpiade e a due Mondiali, conquistando in quest'ultima competizione altrettante medaglie d’argento. «Mikko è un portiere che ha tanta qualità ed esperienza», sono state le parole del GM bianconero Hnat Domenichelli. «Con l'introduzione della nuova regola, che prevede sei stranieri contemporaneamente sul ghiaccio, abbiamo deciso di puntare su di lui. Aveva tante opzioni, ma alla fine ha scelto il Lugano. Siamo davvero soddisfatti del suo arrivo».

Il nativo di Vantaa ha firmato un biennale ed è il quinto straniero attualmente sotto contratto con i sottocenerini. Il portiere raggiunge il difensore e connazionale Oliwer Kaski, così come gli attaccanti nordamericani Mark Arcobello, Daniel Carr e Troy Josephs. «Ci sono finora stati tanti movimenti in questa sessione di mercato, anche perché abbiamo dovuto aspettare fino ad aprile per capire se sarebbero stati effettivamente sei gli stranieri da poter schierare in pista. Fino a quel momento non era infatti ancora chiaro se ci sarebbero state 13 o 14 formazioni nella massima serie, per cui negli ultimi due mesi abbiamo dovuto modificare alcune strategie. Il nostro obiettivo è quello di allestire una squadra molto competitiva e visto che la stagione è lunghissima e ricca di insidie - per quanto riguarda gli infortuni - abbiamo deciso di coprirci le spalle in tempo».

E adesso manca ancora uno straniero all'appello. «Ci sono diverse trattative in corso e la situazione sarà più chiara nelle prossime settimane. Abbiamo ancora un po' di tempo per fare le nostre valutazioni e il desiderio è di dare diverse opzioni a McSorley, di modo che possa affrontare al meglio la stagione. Posso confermare che stiamo cercando un centro o un'ala di qualità come sesto straniero, ma vogliamo prenderci tutto il tempo necessario. A causa della guerra in Ucraina alcuni giocatori di KHL, che normalmente non sarebbero mai venuti a giocare in National League, hanno deciso di approdare in Svizzera. Prevedo quindi un campionato ancora più competitivo rispetto agli ultimi anni». 

Cosa ne pensi di questi cambiamenti? «Con 14 squadre nella massima serie i sei stranieri erano inevitabili. Ce ne saranno in totale 28 in più rispetto a due anni fa, ma aggiungendo due formazioni si sono anche creati circa una quarantina di posti in più per i giocatori svizzeri. Questa situazione avvantaggia soprattutto i giovani locali, dato che avranno la possibilità di mettersi ancora più in evidenza scendendo sul ghiaccio con più frequenza. Sono dell'idea che l'introduzione di questa variante permetterà alla Lega elvetica di fare un notevole salto di qualità».

COMMENTI
 
cle72 2 sett fa su tio
Che barzelletta, più spazi per i giovani😁 a patto di non far giocare sempre la prima o seconda linea ohibò!
Evry 2 sett fa su tio
Ma scopa davanti alla tua porta e consiglia il tuo Coach polvere bagnata ad essere un vero allenatore. auguri
Mat78 2 sett fa su tio
Hai ragione, 6 stranieri faranno un danno notevole all'hockey svizzero, ad iniziare dai portieri, dove già siamo messi male visto che non c'è stato un cambio generazionale. Adesso poi che tutti i posti o quasi da titolare in NL saranno presi da stranieri...addio. Quella dei giovani è una barzelletta. Lo spazio per i giovani diminuisce, non aumenta. Va tutto a cascata. Gli svizzeri giocheranno poco anche i power play ed i box... ho paura che a lungo termine sarà un vero disastro per la nazionale...
sergejville 2 sett fa su tio
Non è una barzelletta, è la verità: con 14 squadre ci sono 50 posti in più in A (di cui 12 stranieri) e alcuni svizzeri, soprattutto giovani, si muoveranno di più verso la Serie A. Arriveranno stranieri fortissimi (cari) ma anche stranieri medi che costano meno di un medio svizzero. Per cui, sarà un bene. Ed il livello tecnico si alzerà (della serie, se un giovane è davvero bravo emerge comunque)
cle72 2 sett fa su tio
Sì ma se una squadra punta al titolo, vedremo le prime linee farcite di stranieri a giocare la gran parte delle partite. Se non sei un giovane a livelli già alti non giocherai o giocherai poco. Parlo del Ticino lato Ceresio. Ma ne parleremo a fine stagione.
sergejville 2 sett fa su tio
Non ce la fai proprio a non parlare del Lugano, è? Perrchè non prendi il Friborgo o soprattutto il LHC dove i giovani in prima squadra negli ultimi 10 anni, si son visti col contagocce, altro che a Lugano (elvis, riva, morini, dal pian, kostner, romanenghi, fazzini tutti titolari ecc. da dove pensi arrivino?) A parte ciò, con 14 squadre in campionato c'è posto per ulteriori 50 giocatori di cui 12 stranieri. Inoltre, se uno svizzero è forte, vecchio e giovane che sia (Ambühl, Fazzini, Egli o Prestoni...), si gioca i powerplay. A Lugano (tanto per) abbiamo uno come Josephs (straniero) che potrebbe giocare anche in porta per quanto è duttile (e umile) e che (è bene tu lo sappia) costa 3 volte meno di un Bürgler. Inoltre, ad ambrì, visto che tiri sempre in ballo il Ceresio, non mi sembra che i giovani giochino molto i power o i box play. Ed anche voi avrete 6 stranieri, come le altre 13 squadre... e probabilmente non a buon mercato come Josephs. Il giovane in generale, per chiudere, avrà ovviamente più ghiaccio a Kloten (il neo promosso, non quello che andava in Finale), ad Aioje o a Rapperswil ma -in fondo- è da sempre così. Sono convinto che il livello tecnico si alzerà, ci sarà maggiore concorrenza e i giovani troveranno il loro spazio. Poi non è detto che si continui coi 6 stranieri e che si continui a portarli via a prezzi migliori dalla Russia; infatti anche la loro politica dittatoriale, di prepotenza e di invasione, se dovesse mutare in positivo e ragionevolezza (umana), farebbe probabilmente tornare certi stranieri cari nella KHL.
Ascpis 2 sett fa su tio
Quanta intelligenza
sergejville 2 sett fa su tio
Non è assolutamente un danno, anzi. Un giovane, se bravo, emerge comunque e non diventa carissimo perchè se lo piglia lo ZSC o il Losanna (giocando magari 4 min a partita) dopo mezza stagione decente. Magari va nel kloteno nell'ajoie o resta dov'è e cresce comunque con la concorrenza interna. Secondo me può funzionare e soprattutto farà diminuire il costo di svizzeri"normali".
KeepCalm 2 sett fa su tio
E tu scopa davanti alla tua predicatore della domenica che blateri tanto poi sei il primo a commentare gli articoli BB auguri
cle72 2 sett fa su tio
Guarda che il mio commento era in generale. Poi è vero che a Lugano spremono come limoni i giocatori della prima e seconda linea, meno la terza, la quarta spesso scalda la panchina. Vuoi negare anche questo?
Evry 2 sett fa su tio
ha ha bravo papppagallllo
KeepCalm 2 sett fa su tio
Aspetto solo che commenti un articolo BB guarda perchè sei talmente intelligente che di sicuro lo farai e ripetendo sempre le stesse cose..polvere bagnata..auguri...sei grammaticalmente arretrato stüdia
Gus 2 sett fa su tio
Acquisti fatti con i contributi Covid?
Evry 2 sett fa su tio
no comment solita linguacci
Evry 2 sett fa su tio
Che cima. cmq senza alcun sussidio da parte del Cantone come quelli per la Play-Out Arena.
sergejville 2 sett fa su tio
intendi i nazionali cechi ad ambrì o il portiere titolare della Finlandia a Bienne?
Ascpis 2 sett fa su tio
Guarda fenomeno che siete voi che vivete di sussidi
cle72 2 sett fa su tio
Vedo che proprio non ci arrivate! I sussidi sono dovuti per legge quando si è costretti a delocalizzare una proprietà. In questo caso per zona pericolosa, oltre al caso Valascia, vedi ditte sotto la frana di Preonzo. per altri casi come esproprio del terreno per nuove strade, svincoli ecc ecc. Forse ora capite, se no chiedete o andate a studiare le leggi, prima di dare aria alla bocca. Fenomeni!
Ascpis 2 sett fa su tio
Hahahaha
sergejville 2 sett fa su tio
Quindi avete giocato 50 anni con rischi (reali) di valanghe e frane? Chi si è preso la responsabilità prima?
cle72 2 sett fa su tio
Questa domanda ponila alla confederazione, al cantone e ai loro enti proposti. Io ho sempre detto che è assurda la motivazione. Negli ultimi anni se ha nevicato 80 cm è tanto ad Ambri. in anni passati ricordo che ci si trovava con muri di neve e mai nessuno ha posto il problema. Altro punto, se l Ambri non costruiva la nuova pista sarebbe scesa in B, con la possibilità di giocare ancora nella Valascia. Quindi torno a ripetere la domanda ponila ad altri. La responsabilità non era certo Dell Ambri Piotta.
KeepCalm 2 sett fa su tio
E voi avete richiesto i sussidi per un"boiler"?
Blobloblo 2 sett fa su tio
Fenomeno!!! Ti sei informato almeno su quanti sussidi verserà il cantone per il megalomane polo sportivo??? L’ultima che ho sentito è 15 milioni!!! Esattamente il doppio dei sussidi della pre playoff Arena!!! Per uno stadio dove ci vanno al massimo 2 mila spettatori a partita non è male!!! Fenomeno!!!
sergejville 2 sett fa su tio
Guarda che la matematica non è opinione: 15 Mio di soldi pubblici per un'operazione di ca. 250 (palazzetto, stadio, uffici, abitazioni...) in area popolosa è una cosa; 20 milioni e oltre (Cantone e Confederazione) su 50 (!), in un fondo valle a lato di un'autostrada è un'altra! E te lo die uno che non è certamente contrario agli aiuti e/o sussidi. Però facciamo le giuste proporzioni.
Bibo 2 sett fa su tio
Paragonare sussidi e contributi vari che prenderà Lugano, giustamente, ai contributi dovuti per legge delocalizzazione,sport toto e (ex) LIM è una cosa che mi aspetterei da imbelli tipo Evrý,Alex o Nano e non da qualcuno che reputo più intelligente! E poi cosa c'entra se è a Lugano o in una valle? bisognerebbe concentrare tutto nei centri con i relativi problemi di traffico ecc...? La pista di Ambrì serve tutta la valle e non solo...
sergejville 1 sett fa su tio
ho solo risposto a chi paragona i 15 Mio che prenderà Lugano con i 20 circa presi dall'Hcap. Tutto lì. E cmq mi sembra oggettivo il fatto che ci sia una certa differenza tra il costruire palazzetto-stadio-uffici-abitazioni (per la comunità pubblica), un altro una pista per l'hockey su ghiaccio e (forse) il curling per un Club Sportivo (di fatto una SA).
Bibo 1 sett fa su tio
Come già più volte detto, l'Ambrì ha preso SOLO ciò che gli spettava di diritto (legge), nessun sussidio speciale o straordinario! è tanto difficile da capire per voi BN? poi se per lo stadio di Lugano ne prenderà 15 o 150 a me poco interessa...
Evry 2 sett fa su tio
.....dimostri proprio di essere un cavernicolo.....
KeepCalm 2 sett fa su tio
Almeno i cavernicoli non hanno paura di lavarsi con l'acqua fredda chissà se anche il nuovo polo sportivo sarà così all'avanguardia o dovranno accendere il fuoco sotto i calderoni per scaldare l'acqua!!!!
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT