Guarda le partite disponibili direttamente online
Ungheria
Portogallo
18:00
 
MOLTENI A./PELLA G.
0
ALTMAIER D./STRICKER D.
0
1 set
(2-2)
Freshfocus, archivio
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
EURO 2020
37 min
«Se Eriksen non fosse stato uno sportivo magari non gli sarebbe mai accaduto niente»
Parola al cardiologo Mauro Capoferri: «Difficile che qualcuno si prenderà la responsabilità di farlo tornare in campo».
TENNIS
2 ore
«Federer irrispettoso»
Greg Rusedski non ha usato mezzi termini per "descrivere" l'azione del basilese, ritiratosi dal Major francese
EURO 2020
5 ore
Nego, il passato che ritorna
Il 30enne difensore? Ieri era francese, oggi è ungherese
EURO 2020
7 ore
Eriksen dall'ospedale: «Sto bene»
Il danese ha affidato ai social i ringraziamenti per i tanti messaggi ricevuti
EURO 2020
9 ore
Come se fosse una finale
Questa sera in campo Francia e Germania per un match che promette spettacolo
EURO 2020
18 ore
La Spagna gioca, la Svezia rischia (di segnare)
Iberici fermati sul pari dalla Svezia
EURO 2020
19 ore
Zeman: «Fossi Petkovic, metterei Gavranovic dall'inizio»
L'ex allenatore del Lugano sul pareggio elvetico contro il Galles: «La prima è sempre difficile».
EURO 2020
21 ore
Lewandowski non graffia, la Polonia affonda
La truppa di Paulo Sousa è inciampata 1-2 giocandosi - forse definitivamente - la possibilità di passare il turno
EURO 2020
22 ore
«Ho sempre sperato di affrontare l'Italia»
Il nazionale elvetico dell'Atalanta: «Toloi e Pessina? Qualche messaggio lo invierò...».
EURO 2020
1 gior
Super Schick, la Repubblica Ceca parte bene
A decidere la contesa di Glasgow due reti realizzate dall'attaccante del Leverkusen
TENNIS
1 gior
Federer, esordio dolce ad Halle
Il renano ha superato in due set il bielorusso Ilya Ivashka: 7-6, 7-5 lo score finale.
NHL
1 gior
Hofmann-Columbus: firmato il contratto
L'attaccante elvetico ha sottoscritto un accordo annuale one-way con i Blue Jackets.
PRIMERA DIVISION
25.03.2021 - 09:000
Aggiornamento : 23:49

Sadiku e l'altitudine della Bolivia: «Libertadores? I nostri avversari camminano»

L'attaccante 29enne: «La prima settimana dopo due-tre scatti mi bloccavo. Avevo sempre il fiatone e mi sentivo stanco».

Il bomber albanese si è anche espresso a proposito del Lugano: «La squadra, Renzetti e i tifosi meritano l'Europa. Un giorno mi piacerebbe tornare».

LA PAZ - Lo scorso mese di gennaio il giramondo Armando Sadiku è approdato in Primera Division, nel massimo campionato boliviano. Dopo le avventure in Svizzera (Locarno, Lugano, Zurigo e Vaduz), Polonia (Legia Varsavia), Spagna (Levante e Malaga) e Turchia (Erzurum), il bomber albanese di 29anni si è accordato per due stagioni con il Bolivar. 

Armando, come mai hai optato proprio per la Bolivia? 

«Terminata l'esperienza al Malaga nello scorso campionato, ho deciso di andare in Turchia, ma non mi sono mai ambientato. Così a gennaio – complici anche le difficoltà finanziarie legate alla pandemia, che hanno colpito i club europei – mi sono trasferito in Bolivia. Non è stato per niente semplice lasciare l'Europa, ma l'offerta era irrinunciabile e il progetto del club davvero interessante».

Il Bolivar è una società ambiziosa e si è recentemente qualificato per i playoff di Copa Libertadores, eliminando il Montevideo Wanderers. L'ultimo scoglio per accedere alla fase a gironi è rappresentato dai colombiani del Junior (l'andata si giocherà il 9 aprile).

«Uno dei miei obiettivi personali era proprio quello di giocare la Libertadores. Siamo veramente vicini alla qualificazione anche perché, grazie all'altitudine della Bolivia, abbiamo un notevole vantaggio quando giochiamo in casa».

La Paz, città in cui ha sede la squadra, è infatti situata a più di 3'500 metri sul livello del mare e, se non si è abituati, ci si può confrontare con dei seri problemi di respirazione.

«Quando sono arrivato non è stato per niente evidente. La prima settimana dopo due-tre scatti mi bloccavo. Avevo sempre il fiatone e mi sentivo stanco. Con il tempo però ho imparato alcune tecniche di respirazione che, combinate a un certo tipo di allenamento, facilitano la situazione. Quando affrontiamo in casa avversari che arrivano da fuori si stancano subito e sul campo camminano, mentre noi riusciamo a correre normalmente per tutto l'incontro perché siamo abituati al clima. In questo modo diventa più facile vincere le partite».

Cosa ne pensi del tuo nuovo club?

«C'è molta qualità. Il gruppo è composto da diversi elementi della nazionale boliviana e, oltre a questo, cinque compagni di squadra sono spagnoli, così come l'allenatore, lo staff tecnico e il ds, con cui ho un ottimo rapporto dai tempi del Malaga. Mi conoscevano già e mi hanno voluto fortemente. Questi fattori hanno influito sulla mia scelta e sono soddisfatto della decisione presa. Oltre a ciò la società è entrata a far parte del "City Football Group", una holding company controllata dal Manchester City, con l'obiettivo di creare e sviluppare una rete di squadre collegate fra di loro. Sono in totale una dozzina le formazioni professionistiche di tutto il mondo legate a questa organizzazione. Entrando a far parte di uno di questi club in qualità di giocatore, si ha la possibilità di vivere con il tempo diverse realtà "interne", passando da una squadra all'altra a dipendenza delle esigenze di ognuna. I giocatori sono mirati, hanno fame e cercano di mettersi in mostra per salire di livello. Siamo costantemente stimolati e la concorrenza è davvero alta».

Pensi ancora al Lugano?

«È la mia seconda casa e un giorno mi piacerebbe tornare. Seguo tutte le partite e sono rimasto in contatto con alcuni giocatori, così come con il ds Padalino. Il gruppo è valido, ha un grande spirito e sono convinto che quest'anno raggiungerà l'Europa. La squadra, il presidente Renzetti e i tifosi se lo meritano».

CALCIO: Risultati e classifiche

Freshfocus, archivio
Ingrandisci l'immagine
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Boh! 2 mesi fa su tio
...bellissimo: vincere perché gli avversari camminano....
cle72 2 mesi fa su tio
Grande Sadiku!

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-15 17:12:12 | 91.208.130.85