SPAL
1
Bologna
1
fine
(0-1)
Fiorentina
3
Sampdoria
3
fine
(1-1)
Winterthur
1
Zugo Academy
2
pausa
(1-1 : 0-1)
GCK Lions
3
Langenthal
5
2. tempo
(1-1 : 2-4)
Turgovia
Ticino Rockets
17:00
 
Ajoie
Kloten
17:30
 
Visp
Olten
17:45
 
SPAL
SERIE A
1 - 1
fine
0-1
Bologna
0-1
 
 
24'
0-1 PALACIO RODRIGO
 
 
30'
SORIANO ROBERTO
FELIPE DAL BELO
40'
 
 
1-1 KURTIC JASMIN
64'
 
 
 
 
76'
HELANDER FILIP
 
 
90'
PULGAR ERICK
CIONEK THIAGO
90'
 
 
PALACIO RODRIGO 0-1 24'
SORIANO ROBERTO 30'
40' FELIPE DAL BELO
64' 1-1 KURTIC JASMIN
HELANDER FILIP 76'
PULGAR ERICK 90'
90' CIONEK THIAGO
The goal at 53rd minute for SPAL was cancelled on VAR rule.Venue: Stadio Paolo Mazza.
Turf: Natural.
Capacity: 13,020.
Ultimo aggiornamento: 20.01.2019 17:00
Fiorentina
SERIE A
3 - 3
fine
1-1
Sampdoria
1-1
FERNANDES EDMILSON
14'
 
 
 
 
22'
RAMIREZ GASTON
1-0 MURIEL LUIS
34'
 
 
MILENKOVIC NIKOLA
34'
 
 
FERNANDES EDMILSON
39'
 
 
 
 
44'
1-1 RAMIREZ GASTON
 
 
61'
JANKTO JAKUB
2-1 MURIEL LUIS
70'
 
 
HUGO VITOR
80'
 
 
 
 
81'
2-2 QUAGLIARELLA FABIO
 
 
82'
EKDAL ALBIN
BIRAGHI CRISTIANO
82'
 
 
 
 
85'
2-3 QUAGLIARELLA FABIO
 
 
90'
MURRU NICOLA
VERETOUT JORDAN
90'
 
 
3-3 PEZZELLA GERMAN
90'
 
 
14' FERNANDES EDMILSON
RAMIREZ GASTON 22'
34' 1-0 MURIEL LUIS
34' MILENKOVIC NIKOLA
39' FERNANDES EDMILSON
RAMIREZ GASTON 1-1 44'
JANKTO JAKUB 61'
70' 2-1 MURIEL LUIS
80' HUGO VITOR
QUAGLIARELLA FABIO 2-2 81'
EKDAL ALBIN 82'
82' BIRAGHI CRISTIANO
QUAGLIARELLA FABIO 2-3 85'
MURRU NICOLA 90'
90' VERETOUT JORDAN
90' 3-3 PEZZELLA GERMAN
Kick off delayed.
Venue: Stadio Artemio Franchi.
Turf: Natural.
Capacity: 43,147.
Ultimo aggiornamento: 20.01.2019 17:00
Winterthur
LNB
1 - 2
pausa
1-1
0-1
Zugo Academy
1-1
0-1
1-0 ROOS
2'
 
 
 
 
17'
1-1 OEJDEMARK
 
 
26'
1-2 OEJDEMARK
2' 1-0 ROOS
OEJDEMARK 1-1 17'
OEJDEMARK 1-2 26'
Ultimo aggiornamento: 20.01.2019 17:00
GCK Lions
LNB
3 - 5
2. tempo
1-1
2-4
Langenthal
1-1
2-4
1-0 MEIER
5'
 
 
 
 
16'
1-1 KUNG
2-1 BUSSER
23'
 
 
3-1 GEIGER
25'
 
 
 
 
28'
3-2 STERCHI
 
 
31'
3-3 PELLETIER
 
 
34'
3-4 KELLY
 
 
35'
3-5 GERBER
5' 1-0 MEIER
KUNG 1-1 16'
23' 2-1 BUSSER
25' 3-1 GEIGER
STERCHI 3-2 28'
PELLETIER 3-3 31'
KELLY 3-4 34'
GERBER 3-5 35'
Ultimo aggiornamento: 20.01.2019 17:00
Turgovia
LNB
0 - 0
17:00
Ticino Rockets
Ultimo aggiornamento: 20.01.2019 17:00
Ajoie
LNB
0 - 0
17:30
Kloten
Ultimo aggiornamento: 20.01.2019 17:00
Visp
LNB
0 - 0
17:45
Olten
Ultimo aggiornamento: 20.01.2019 17:00
Keystone
PREMIER LEAGUE
09.11.2018 - 09:350
Aggiornamento 09:55

Özil attacca ancora la Germania: «Quando vincevamo ero tedesco, quando perdevamo immigrato»

Il centrocampista aveva detto l'addio alla sua nazionale la scorsa estate

LONDRA (Gb) - Mesut Özil torna a parlare del suo ritiro dalla nazionale con parole ricche di sconforto e risentimento, ma anche di speranza e d’amore.

Il centrocampista dell’Arsenal spiega i motivi che l’hanno indotto in estate a dare l’addio definitivo alla maglia della Germania e spiega come sia totalmente impermeabile alle critiche dei giornali e dei tifosi, ma di badare solamente ai pareri e ai consigli della sua famiglia: «Non ascolto quello che dice la gente, non me ne può importare di meno. Non mi interessa di ciò che la gente possa pensare di me, so che ci sono persone a cui non piaccio, ma io non posso farci niente, questa è la vita. L’unica cosa che mi importa è il pensiero delle persone a me più care, quelle che fanno parte del mio circuito intimo».

La situazione è complicata, ai mondiali di Russia la nazionale tedesca è uscita clamorosamente nella fase a gironi. Comprensibile la rabbia dei tifosi che però hanno trovato come capro espiatorio il solo Özil, come se un solo calciatore possa essere responsabile del fallimento di una nazione intera. A complicare la situazione di Özil c’è la fotografia incriminata con il presidente turco Erdogan, che in Germania non è ben visto: un periodo non brillante in nazionale, sommato a una foto così delicata, hanno creato una frattura insanabile, ma come ha già spiegato Özil: «Quando vincevamo ero tedesco; quando perdevamo immigrato».

Parole cariche di risentimento, ma il giocatore dimostra anche di saper passare sopra le ingiustizie e ringrazia tutti i tedeschi che invece l’hanno difeso e appoggiato in questo periodo così difficile. 

Commenti
 
sergejville 2 mesi fa su tio
Bravo ÖZIL: è (solitamente) l'ipocrisia degli ignoranti ad elogiare chi non sta cmq simpatico per poi massacrarlo quando la squadra perde.
Frankeat 2 mesi fa su tio
Sono strasicuro che la stessa frase l'ha già detta quando sono stati eliminati.
jena 2 mesi fa su tio
quando vincevi... polemiche zero, se poi ti sei ritirato tu dalla nazionale...
Potrebbe interessarti anche
Tags
özil
germania
quando perdiamo
quando vinciamo
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-01-20 17:00:59 | 91.208.130.87