Un rapimento, ma tutto va storto: è un nuovo cortometraggio ticinese
EB
ULTIME NOTIZIE People
STATI UNITI
2 ore
La lista dei regali delle Kardashian attira numerose critiche
Troppo alti i prezzi dei prodotti suggeriti dalle famose dive dei reality, commentano i fan
ITALIA
8 ore
È morto Toni Santagata
Cantautore e cabarettista fu fra i protagonisti di “Canzonissima”, sua anche "Quant'è bello lu primm'ammore"
ITALIA
1 gior
Da Sangiovanni a Morandi: annunciati i Big di Sanremo
Troviamo tra gli altri Elisa, Achille Lauro, Emma, Michele Bravi, Iva Zanicchi e Mahmood e Blanco
ITALIA
1 gior
Mengoni: «Ho avuto il Covid, mi ha messo a dura prova»
L'appello del cantante: «C’è il vaccino, bisogna usarlo. Bisogna mantenere gli accorgimenti che abbiamo seguito finora»
ITALIA
1 gior
I 60 anni di Maria De Filippi, Maurizio Costanzo: «La risposerei anche domani»
Domenica il compleanno della conduttrice, il marito: «Pronta una cena intima»
STREAMING
ITALIA
1 gior
Elettra Lamborghini ci fa ballare anche a Natale
La star ha lanciato il suo singolo "A mezzanotte", un'immersione romantica nell'atmosfera natalizia
ITALIA
2 gior
Federica Pellegrini, la proposta di nozze di Matteo Giunta è arrivata in albergo
Il futuro marito della nuotatrice: «Dovevo farlo in strada, ma ho avuto paura dei paparazzi»
REGNO UNITO
2 gior
Ed Sheeran ed Elton John insieme per il brano "Merry Christmas"
Il ricavato delle vendite durante tutto il periodo natalizio verrà devoluto in beneficenza
STATI UNITI
2 gior
George Clooney ha rifiutato 35 milioni di dollari per un giorno di lavoro
L'attore e regista ha detto no allo spot della compagnia aerea «di un paese a volte discutibile»
ITALIA
2 gior
Serena Grandi: «Feci sesso con un ragazzo nel corridoio di un hotel»
L’attrice e gli eccessi del passato: «Panatta il partner più trasgressivo»
FOTO
CANTONE
2 gior
Un "Diario di viaggio", illustrato e a misura di bambino
Un modo per farli imparare divertendosi, assicura Alice Zimmermann
Lugano
2 gior
Il migrante è europeo e per sopravvivere deve raccogliere "like"
Il nuovo libro del candidato premio Nobel 2020 Nicolò Govoni verrà presentato questa sera al Cinestar di Lugano
PRINCIPATO DI MONACO
3 gior
Problemi di dipendenza da sonniferi e rabbia per Charlene?
La principessa sarebbe giunta ad aggredire la sua dama di compagnia, secondo un magazine francese
BELLINZONA
3 gior
«Dedico questa mostra a mia mamma che non c'è più»
Un presepe vivente marino. Opere in legno create da Stefano Mussio. Calendario dell'Avvento speciale al Cerere Bistrot
ITALIA
3 gior
Alessia Marcuzzi: «In aereo il posto più strano dove ho fatto l’amore»
La rivelazione della conduttrice in un botta e risposta con i follower 
STATI UNITI
3 gior
Quell'intrusione in casa di Sandra Bullock: «La notte più terrificante della mia vita»
«Fortunatamente è successo l'unica notte in cui Louis non era con me», ha raccontato l'attrice
REGNO UNITO
3 gior
Meghan vince di nuovo contro i tabloid
Il successo potrà essere utile per «rimodellare un'industria» che «trae profitto dalle bugie»
LUGANO
3 gior
A letto con la fidanzata del figlio
Inizia così "Rimorsi", il nuovo trash movie di Carlo Sortino. Una storia di errori e di perdono.
STATI UNITI
3 gior
Britney Spears, la nuova vita comincia a 40 anni
La popstar compie gli anni, al culmine di un 2021 che per lei sarà indimenticabile
CANTONE
21.10.2021 - 06:300

Un rapimento, ma tutto va storto: è un nuovo cortometraggio ticinese

Eladio Blanco ci racconta il suo primo breve film: "Uno snack per il rapimento"

Da Lugano a Locarno ad Hollywood, una passione coltivata negli anni: «Il cinema è un mondo meraviglioso»

LUGANO - Uno scambio tra delinquenti, in cui è coinvolto il rapimento di una ragazza. Al momento di mostrare il bottino, però, iniziano una serie d'incomprensioni e di scene improbabili.

È questa la trama del primo cortometraggio di Eladio Blanco, regista amatoriale già conosciuto sulla scena ticinese per un passato rap. Si tratta di uno sketch comico di circa otto minuti, che ci porta a vedere le avventure dei due rapitori Tom (Ruben Sebastiani) e Dante (Mattia Ghezzi), per la disperazione di Jonny (interpretato da Jonathan Ferreras).

"Uno snack per il rapimento" sarà il primo di una serie di pellicole? Lo abbiamo chiesto ad Eladio Blanco.

Come ti è venuta l’idea di fare un cortometraggio?
«In realtà l’idea l’ho sempre avuta, ma non mi sentivo pronto e non avevo il materiale necessario per farlo. Man mano ho acquistato il minimo indispensabile e ho cominciato a fare qualche ripresa per alcuni videoclip del rapper E-Nea e da lì ho preso più coraggio per buttarmi in quest'avventura. Mi piace poter raccontare qualcosa».

Che emozioni provi?
«Sono molto felice! È una grande emozione vedere il risultato del lavoro che mi ha portato via molto tempo. Mi rendo conto che, come penso sia giusto che sia, ci sono diversi elementi che in futuro possono migliorare ma considerando che si tratta del mio primo cortometraggio posso considerarmi soddisfatto, e così anche il team che ne ha fatto parte. Infatti vorrei ringraziarli tutti per avermi aiutato a realizzare questo progetto».

Da quando hai questa passione?
«Sin da piccolo. Non ho mai avuto modo di studiare cinema in maniera davvero approfondita ma in diverse occasioni mi sono avvicinato a questo mondo meraviglioso. In primis, ho seguito un corso di regia e sceneggiatura all’Accademia del Cinema di Bologna. In un’altra occasione ho lavorato, seppure come informatico, al Festival del Film di Locarno e ho anche frequentato per tre mesi un corso di cinema a Hollywood».

Hollywood! Ci racconti qualcosa di più?
«Vivere a Hollywood per alcuni mesi ti mette già di per sé in uno stato di euforia elettrica, specialmente per uno come me appassionato di tutta l’industria cinematografica. Vedere location famose, la scritta Hollywood e parlare con persone che effettivamente lavorano nel mondo artistico ti danno una carica e voglia di metterti in gioco. Ti racconto un piccolo aneddoto che mi è successo in un locale lì a Hollywood: era un lunedì sera ed ero andato a bere qualcosa con un amico, facendo due chiacchiere con un tizio (la facilità di conoscere gente è incredibile) mi raccontò del suo lavoro di regista e del videoclip girato a Wiz Khalifa! E poi ovviamente le premiere, le strade chiuse, le transenne e la coda per mettersi in prima fila per poter vedere loro, gli Attori con la A maiuscola. Poi ho visto moltissime celebrità; da Will Smith a Dwayne Johnson, da Gal Gadot a Ben Affleck a Jason Momoa, come anche Chris Hemsworth e Mark Ruffalo. Un’esperienza unica».

Come mai il genere, una commedia divertente?
«Chi mi conosce sa che sono una persona che ama molto scherzare e prendersi poco sul serio, e così il cortometraggio. È uno sketch comico e come tale deve essere preso, al di là del tema trattato e delle battute. Amo il genere comico dalla vecchia scuola, cito i miei preferiti Bud Spencer e Terence Hill, adoro Ale e Franz e Aldo, Giovanni e Giacomo. Sono tutti parte del mio bagaglio comico e quindi presenti nei miei lavori. Non mancano anche i riferimenti a Tarantino e al genere Western».

Hai già avuto dei feedback importanti?
«Essendo un progetto fatto con amici, il pubblico a cui ambivo e ho poi raggiunto, era composto da amici e conoscenti, reputo dunque ogni feedback ricevuto molto importante. Ne ho ricevuti molti e questo mi fa molto piacere. Sono contento che sia piaciuto, che sia piaciuta l’idea ma soprattutto che siano piaciuti i ragazzi, Io li ho trovati davvero eccezionali e sono davvero felice di vedere che anche il pubblico li abbia trovati bravi e divertenti».

Come li hai scelti, i ragazzi?
«Non essendo un regista e non avendo esperienza nel girare un film, tranne qualche nozione di base, la scelta del cast non poteva che indirizzarsi verso i miei amici. Zero esperienza e tanta voglia di mettersi in gioco. E dal risultato finale non potevo desiderare altro. Sia a livello di performance che a livello di esperienza. Mi sono divertito molto a girare le scene con loro e il clima era veramente disteso e sereno. Continuerò a scegliere degli amici per i miei cortometraggi perché anche il processo di realizzazione ci tengo a viverlo in un clima amichevole e divertente. Il mio essere “regista” non è un lavoro è un hobby e come tale lo voglio fare con persone a me care».

È però un mondo difficile in cui emergere in Ticino, secondo te?
«Beh, non sono probabilmente ancora la persona adatta a cui chiederlo visto che sto muovendo solo i primi passi all’interno. Posso dire che, per quanto mi riguarda, attualmente si tratta semplicemente di esprimermi attraverso un hobby e non cerco perciò di emergere. Qualora mi capitasse l’occasione di poter lavorare per progetti più importanti ne sarei ben felice, ma per ora non mi impongo degli obiettivi più grandi del divertirmi facendo ciò mi piace».

È un piccolo assaggio per qualcosa di più grande a venire?
«È un hobby che richiede tante ore di lavoro dalla pre-produzione, alle riprese e infine alla post-produzione. Posso sicuramente dire che continuerò a fare cortometraggi e video ma ovviamente i tempi di realizzazione saranno lunghi».

Ci aspetta una serie, magari?
«Abbiamo ricevuto diversi messaggi in cui chiedevano o suggerivano l’idea di fare una serie o perlomeno un seguito. Come detto poco fa, facendolo nel tempo libero il tempo a disposizione è poco quindi non mi sento di dare una conferma in tal senso. Inoltre in questo momento sto lavorando ad un altro cortometraggio che non coinvolge i nostri “criminali” Dante e Tom. È già in piena fase di pre-produzione e spero di poter cominciare presto le riprese. Colgo l’occasione per dirvi che se volete rimanere informati sulle prossime uscite e seguire i miei lavori vi lascio il profilo Instagram e il canale YouTube alle quali potrete iscrivervi per aggiornamenti».

EB
Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-05 21:39:56 | 91.208.130.89