Cerca e trova immobili

SVIZZERAUn buon 2023 per il commercio al dettaglio in Svizzera

18.06.24 - 17:44
Cresce soprattutto il settore degli acquisti via web in un'annata tendenzialmente positiva.
Depositphotos (Deklofenak)
Fonte Ats
Un buon 2023 per il commercio al dettaglio in Svizzera
Cresce soprattutto il settore degli acquisti via web in un'annata tendenzialmente positiva.

ZURIGO - Il settore del commercio al dettaglio in Svizzera ha chiuso il 2023 in modo positivo: le vendite, sostenute dal settore alimentare e dalla crescita demografica, sono leggermente aumentate, secondo una ricerca di mercato pubblicata oggi dall'istituto GfK.

Complessivamente, le vendite sono aumentate dello 0,5% su base annua, raggiungendo i 103 miliardi di franchi, precisa GfK in un comunicato odierno. Il solo settore alimentare ha fatto segnare una crescita del 3,1% rispetto all'anno precedente, a 45,6 miliardi di franchi. Il ramo non alimentare ha invece registrato una flessione dell'1,5% a 57,4 miliardi.

In progressione i dati del commercio online: i consumatori svizzeri hanno acquistato beni via Internet per un valore di 14,4 miliardi di franchi, facendo segnare un aumento del 3% rispetto all'anno precedente.

Il consumo online indigeno è cresciuto di 0,2 miliardi su base annua, mentre gli acquisti online all'estero hanno raggiunto un nuovo picco di 2,2 miliardi e sono stati superiori del 10% rispetto al 2022. L'aumento è da attribuire in gran parte ai pacchi di piccole dimensioni provenienti dall'Asia.

Le prospettive per il settore del commercio al dettaglio svizzero nell'anno in corso e nel 2025 sono promettenti, a detta degli esperti. Complessivamente è prevista una crescita moderata delle vendite, che potrebbero raggiungere l'1% entro la fine dell'anno. Ciò significa che per la prima volta verrà superata la soglia dei 104 miliardi di franchi.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE