Cerca e trova immobili

SVIZZERALa fiducia dei consumatori svizzeri resta bassa

10.06.24 - 10:38
Le economie domestiche rimangono molto poco propense a fare acquisti. E intanto aumentano le preoccupazioni per la sicurezza del lavoro.
Deposit Photos
Fonte ats
La fiducia dei consumatori svizzeri resta bassa
Le economie domestiche rimangono molto poco propense a fare acquisti. E intanto aumentano le preoccupazioni per la sicurezza del lavoro.

BERNA - Gli svizzeri continuano a guardare al futuro con una certa apprensione, perlomeno sul fronte economico: la fiducia dei consumatori rimane a un livello basso e sensibilmente aumentate sono le preoccupazioni riguardo alla sicurezza del posto di lavoro.

In maggio l'indicatore generale del clima di fiducia calcolato sulla base di un sondaggio condotto dalla Segreteria di Stato dell'economia (Seco) si è attestato a -38,0 punti, cioè praticamente allo stesso livello di aprile (-38,1) e di marzo (-38,0), che erano seguiti ai -42,3 di gennaio. Su base annua si registra un lieve miglioramento (+ 1,7 punti), ma ormai dal 2021 non si registrano più valori positivi.

Le economie domestiche rimangono molto poco propense a fare grandi acquisti: il relativo sottoindice si è attestato a -37,6 punti in maggio, in ulteriore peggioramento rispetto ai -37,2 punti di aprile. Giudicano anche sempre in modo assai negativo la situazione finanziaria passata (-41,9 punti, da -42,3) e quella futura, vale a dire dei 12 mesi successivi (-21,1 punti, da -21,2).

Sensibilmente peggiorato , nel confronto mensile, è però soprattutto l'indicatore sulla sicurezza del posto di lavoro, sceso a -27,3 (da -21,0 di aprile e da -9,0 del maggio 2023). Si tratta del valore peggiore dal 2022.

Il sondaggio sulla fiducia dei consumatori viene effettuato dal 1972, in passato a ritmo trimestrale e ultimamente a cadenza mensile. All'ultimo rilevamento hanno partecipato 2854 persone di almeno 16 anni nelle tre principali regioni linguistiche. I dati sono corretti per compensare gli effetti stagionali e di calendario.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE