Immobili
Veicoli

SVIZZERALe prospettive d'impiego in Svizzera rimangono da record

03.08.22 - 10:45
Le imprese giudicano il loro attuale organico troppo limitato e intendono reclutare nuovo personale a breve
Deposit
Fonte Ats
Le prospettive d'impiego in Svizzera rimangono da record
Le imprese giudicano il loro attuale organico troppo limitato e intendono reclutare nuovo personale a breve

ZURIGO - Malgrado le incertezze legate alla guerra in Ucraina e all'inflazione, le prospettive a breve termine sul mercato del lavoro svizzero sono ulteriormente migliorate e si mantengono ai massimi da almeno 30 anni: lo segnala l'indicatore dell'occupazione calcolato dal Centro di ricerca congiunturale del Politecnico federale di Zurigo (KOF).

Il parametro si è attestato nel terzo trimestre a 17,2 punti, in aumento di 0,7 punti rispetto al periodo aprile-giugno, che presentava un dato (rivisto) di 16,5. Si tratta di un nuovo record: viene così aggiornato il valore più alto (raggiunto tre mesi prima) osservato dall'inizio del calcolo dell'indicatore nel 1992, spiegano gli specialisti zurighesi in un comunicato odierno.

Il dato si basa sulle risposte di oltre 4500 aziende, a cui è stato chiesto (in luglio) di specificare i piani riguardo all'occupazione. Il responso è chiaro: in generale le imprese giudicano il loro attuale organico troppo limitato e intendono reclutare nuovo personale nel corso dei tre prossimi mesi. «Nonostante il difficile contesto di mercato, il livello dell'indicatore suggerisce un trend occupazionale molto incoraggiante in quasi tutti i settori per il prossimo futuro», afferma il KOF.

I comparti presentano spesso valori da primato: ad esempio nel settore manifatturiero era dal 2022 che non si registravano dati così elevati. Ma le prospettive rimangono rallegranti anche nel ramo alberghiero e della ristorazione, nella costruzione, nella progettazione, nel commercio all'ingrosso e nel segmento bancario e assicurativo.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE ECONOMIA