Immobili
Veicoli

SVIZZERALa paletta della raclette costa in modo diverso da Migros: ecco perché

11.01.22 - 15:34
Alcuni prodotti del colosso costano meno al supermercato che presso i Do it e Micasa. Ma c'è un motivo
Tipress
SVIZZERA
11.01.22 - 15:34
La paletta della raclette costa in modo diverso da Migros: ecco perché
Alcuni prodotti del colosso costano meno al supermercato che presso i Do it e Micasa. Ma c'è un motivo

ZURIGO - I più attenti forse se ne saranno già accorti: i prodotti della Migros non hanno sempre lo stesso prezzo ovunque. Una paletta per la raclette da Migros Do it + Garden costa 16,95 franchi, mentre da Micasa costa 19.90 franchi. E non si tratta di un caso isolato: i punti adesivi della marca Tesa costano 5,95 franchi alla Migros, e 6,50 al Do it. 

Il motivo? «Le singole aziende di Migros non gestiscono gli acquisti a livello centrale, ma comprano la merce singolarmente da diversi rivenditori» ha dichiarato un lettore di 20 Minuten che lavora alla Migros. Tuttavia se gli acquisti venissero fatti insieme, il prezzo calerebbe, perché sarebbe possibile acquistare più pezzi. 

«Se i clienti ci chiedono il perché di questa variazione dei prezzi, dobbiamo rispondere che è perché è vietata la fissazione dei prezzi» prosegue il lettore. Ma la maggior parte degli acquirenti rimane perplessa. E ciò è vero solamente se le società sono indipendenti: «In linea generale, un gruppo può fissare i prezzi internamente come preferisce» spiega un portavoce della Commissione della Concorrenza (ComCo).

I negozi specializzati come Micasa e Do It appartengono a Migros Gesellschaft Fachmarkt AG, e «i negozi specializzati fissano i loro prezzi di vendita» spiega un portavoce interrogato da 20 Minuten. «Ad esempio la paletta da raclette è presente tutto l'anno negli scaffali del Do It + Garden, mentre da Micasa l'offerta è limitata ad un periodo di tempo. Le quantità di acquisto variano, e quindi anche il prezzo». 

Un problema, quello della variazione dei prezzi nelle aziende di Migros, che non sorprende Babette Sigg, presidente del Forum svizzero dei consumatori: «Sono aziende diverse, anche se legalmente appartengono a Migros». 

«Tuttavia resta da capire se sia una mossa vincente. I diversi prezzi sono poco chiari, e confondono i clienti» ha aggiunto Sara Stalder della Fondazione per la protezione dei consumatori. 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE ECONOMIA