Depositphotos (srongkrod481)
L'87% delle lavanderie svizzere lamenta un calo della domanda della clientela.
SVIZZERA
10.12.2020 - 12:220

Una lavanderia su due teme di essere costretta a chiudere

Una percentuale altissima sta sperimentando un calo della domanda

BERNA - L'87% delle lavanderie svizzere lamenta un calo della domanda della clientela e il 52% afferma di non poter proseguire l'attività per più di sei mesi nelle condizioni attuali.

È quanto emerge da un sondaggio interno condotto in novembre dall'organismo di categoria VTS (Verband Textilpflege Schweiz, associazione svizzera per cura dei tessili). L'81% ricorre al lavoro ridotto, una quota superiore a quella (del 75%) registrata nel precedente rilevamento effettuato in maggio.

Più di una impresa su quattro fa sapere inoltre di essere già stata costretta a procedere a licenziamenti. Quali altre misure per ridurre i costi vengono citate la riduzione dei tempi di apertura e di lavoro (55%), la chiusura di singole filiali (19%), il ricorso a prestiti (40%) e il rinvio degli investimenti previsti (40%).

Il motivo del calo dell'attività è evidente, osserva VTS: il telelavoro fa abbassare la domanda di abiti da business, mentre le norme di confinamento sociale fanno sì che la gente non debba più partecipare con vestiti speciali a cene, matrimoni e feste. A questo si aggiunge poi anche la mancanza della clientela straniera negli alberghi.

VTS sottolinea che quello delle lavanderie è un ramo importante dell'economia svizzera: occupa circa 7000 persone. Inoltre il lavaggio professionale di tessuti rappresenta un contributo essenziale per contenere e combattere con successo l'attuale pandemia. L'associazione invita pertanto il mondo politico, i partner commerciali, i fornitori e i locatori a sostenere il settore, per evitare che muoia.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-11-27 22:55:50 | 91.208.130.89